01-05-2012 – Primo Maggio da “incorniciare”.

Superate Volturno e Posillipo nel campionato under 19. E per Citino prestigiosa convocazione.

Cosenza PN vs C.N. Posillipo - La presentazione
Cosenza PN vs C.N. Posillipo - La presentazione

Doppio impegno per la Cosenza Pallanuoto nel secondo concentramento del campionato juniores che vede la squadra del Presidente Manna inserita nel girone campano. Il primo avversario è lo Sporting Club Volturno, la cui formazione maggiore, nella corrente stagione, ha disputato il campionato nazionale di serie A, e che vanta tra le proprie fila la forte mancina Pellegrino, da tempo stabilmente presente tra le atlete che compongono la Nazionale di categoria.

Nel pomeriggio, invece, è il Posillipo a cercare di sbarrare la strada per le semifinali nazionali alle atlete di Posterivo.

 

La prima partita. Dura un tempo la resistenza delle campane. E’ capitan Gallo a dare la carica alle proprie compagne con un avvio autoritario e con tre segnature che consentono alla formazione cosentina di chiudere in vantaggio la prima frazione. Nella seconda il break che chiude di fatto la gara: sono Citino, Rogondino e Zaffina a gonfiare quattro volte la rete difesa dall’incolpevole Negro. Il centroboa rossoblù riceve un gran numero di palloni, costringendo la difesa avversaria a gravarsi di numerosi falli: alla fine saranno tre le atlete di coach Starace a chiudere la gara anzitempo. 12 a 4 il finale per la Tubisider Cosenza PN, con Martina Gallo migliore realizzatrice con quattro reti e Rogondino e Citino a ruota con tre marcature a testa.

 

Il tabellino. S.C. Volturno - Tubisider Cosenza PN: 4-12.

S.C. Volturno: Negro, Palmiero 2, Di Monaco, De Cicco, Pellegrino 1, Bergamo S., Nuzzo, Pezzuto, Bergamo I. 1. All. Starace.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 3, Gallo 4, De Cuia, Rogondino 3, Santoro, Nicolai 2, Zaffina, Osnato, Perri. All. Posterivo.

Arbitro Sig. F. Palmieri.

Parziali: (2-3; 0-4; 1-3; 1-2). Superiorità: Cosenza PN 4/11 + 1 rig., Volturno 2/4. Spettatori circa 100.

 

La seconda partita. Come era già accaduto nel precedente concentramento, per il secondo incontro di giornata il coach cosentino inserisce Garritano al posto di Rogondino.

La gara con il C.N. Posillipo vede un sostanziale equilibrio nella prima frazione di gara chiusa sul punteggio di 2 a 2. Nel tempo successivo l’allungo della Tubisider Cosenza PN che, con un secco 3 a 0, sembra chiudere anzitempo le sorti della gara. Ma il Posillipo non è arrendevole e non ci sta a far da comprimario: rimane sempre a vista delle cosentine grazie ad una Colella in gran spolvero e accorcia progressivamente il gap con una rimonta che porta le partenopee allo scarto minimo sul fischio finale. Vince la squadra di casa per 9 a 8 con Garritano a quota quattro e Citino a tre.

Termina con questa gara la fase interregionale del campionato under 19 per la formazione cosentina. Con una sconfitta e tre vittorie, mancando ancora il regolamento ufficiale per determinare le squadre ammesse alla fase successiva, rimane solo da attendere l’esito dei rimanenti tre incontri che vedranno le altre squadre del girone contendere alla Cosenza Pallanuoto lo scettro nel girone campano.

Al termine della gara, a coronamento di una splendida giornata di sport, arriva anche la convocazione per Giusy Citino nella Nazionale ’93 e segg., attesa dal 10 a 13 maggio p.v. (a Siracusa) nella prova di World League (Gruppo A – Europa), che vedrà le Juniores di Zizza contendere l’accesso alla Super Final di Changshu alle nazionali maggiori di Germania, Spagna ed Ungheria. Un’occasione più unica che rara per la giovane pallanuotista cosentina: la possibilità di esibirsi su un palcoscenico veramente importante confrontandosi con il gotha della pallanuoto europea.

 

Il tabellino.Tubisider Cosenza PN – C.N. Posillipo: 9-8.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 3, Gallo 1, De Cuia, Santoro, Nicolai 1, Zaffina, Osnato, Garritano 4, Perri. All. Posterivo.

C.N. Posillipo: Sparano, Ioannu, De Chiara, Cristiano, Marassi, Savino, De Clemente 1, Ozzella 2, Colella 5, Santamaria. All. Liguori.

Arbitro Sig. Greco A.

Parziali: (2-2; 3-0; 2-3; 2-3). Superiorità: Cosenza PN 1/4 + 2 rig. + 1 rig. errato, C.N. Posillipo 2/4. Spettatori circa 140. (Dati Posillipo da confermare)

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

29-04-2012 – Goleada!

Test poco probante: superato in scioltezza il Taranto.

Carolina Nicolai, oggi quattro volte in gol
Carolina Nicolai, oggi quattro volte in gol

Prima di ritorno del Campionato Nazionale di serie B femminile - Girone 6. La Tubisider Cosenza Pallanuoto ospita la Mediterraneo sport di Taranto. Da parte cosentina c’è la necessità di incrementare la striscia positiva e mantenere il primato in classifica. Per il Taranto l’occasione di confrontarsi con una formazione sicuramente superiore in uno degli impianti più belli dell’intero territorio nazionale. Non a caso la struttura di Via dei Veterani dello Sport è stata indicata dai vertici nazionali della federazione come sede del prossimo “8 Nazioni” di pallanuoto maschile che si disputerà in quel di Cosenza dal 27 giugno al 2 luglio p.v., ultimo appuntamento pre-olimpico per gli azzurri di Sandro Campagna e sette delle più accreditate compagini internazionali.

Troppo divario tra le due formazioni in acqua. Il Taranto è squadra giovane, con ampi margini di miglioramento, ma nulla può contro la compagine cosentina che approfitta dell’occasione per svolgere un proficuo allenamento durante il quale il coach Posterivo prova diverse soluzioni di gioco, dando ampio spazio a tutte le atlete iscritte a referto. A fine gara saranno in sette ad andare in rete e comunque tutte (tranne il primo portiere Nigro) in acqua con un minutaggio in doppia cifra.

La partita. Come nella gara d’andata, dura poco la resistenza delle pugliesi che minuto dopo minuto accumulano un passivo notevole. Ad inizio secondo tempo, sul parziale di 5 a 0 per le ragazze di casa, il tecnico rossoblù concede il meritato riposo al portiere Nigro (dopo l’impegno del precedente pomeriggio in quel di Napoli) e schiera per gli ulteriori tre tempi il sostituto, Elena Spagnolo. La gara scorre via senza scossoni con le atlete cosentine che incrementano progressivamente il tabellino, andando a segno con la frequenza di un gol ogni 108 secondi circa. Al fischio finale, Citino e Nicolai con quattro marcature a testa e De Mari e Rogondino con tre ciascuna risultano le più prolifiche realizzatrici per la Cosenza Pallanuoto. Un ottimo biglietto da visita in vista del prossimo match, domenica 6 Maggio 2012 (ore 12:30) che vedrà opposte la compagine bruzia all’Arechi di Salerno c/o la piscina sita in località Torrione, proprio nella bella città campana.

 

Il tabellino. Tubisider Cosenza Pn – Mediterraneo Taranto: 19-4

Tubisider Cosenza PN: Nigro, Citino 4, Gallo 1, De Mari 3, Rogondino 3, Manna, Rizzo 2, Nicolai 4, Osnato, Zaffina 2, Di Vico, De Cuia, Spagnolo. All. Sig. Andrea Posterivo.

Mediterraneo Taranto: Grandi, Battista, Chironi, Mazzotti, Lussoso G. 2, Lussoso C., Panzetta, Suma 1, Benefico 1, Lerose, Maurantonio, Palombo. All. Sig. PierLuigi Di Somma.

Arbitro: Sig. Greco Aldo.

Parziali: (5-0; 3-1; 4-2; 7-1). Superiorità: Tubisider Cosenza PN 3/6 + 1 rig., Mediterraneo Taranto 0/3. Spettatori: circa 60.

28-04-2012 – Cosenza PN a “gonfie vele”.

Le under 17 sbancano il Circolo Canottieri Posillipo.

Benedetta Garritano al tiro
Benedetta Garritano al tiro

Quello contro il Posillipo costituiva un test probante per le allieve del Presidente Manna. Nella stessa categoria, infatti, la scorsa stagione vennero sconfitte dalla formazione partenopea nello spareggio di Potenza, il che negò alle cosentine l’accesso alle semifinali nazionali di categoria under 17. Il punteggio fu di 6 a 4 per le atlete di coach Stefanelli, con il portierone Sparano capace di irretire le attaccanti rossoblù che con solo quattro gol stabilirono il loro minimo realizzativo stagionale (di tutte le categorie). Anche quest’anno solo quattro realizzazioni, contro una Sparano cresciuta ulteriormente (da quest’anno è spesso aggregata nei collegiali della nazionale di Fabio Conti!), ma con una difesa capace di concedere solo tre marcature all’attacco posillipino, con la principale bocca di fuoco napoletana (la Ioannu) ferma a quota zero in score.

La partita. Le padrone di casa adottano una zona molto stretta (a noi, comunque, è parsa stretta anche la piscina) per contrastare efficacemente il centro cosentino Citino: Giusy riesce a giocare pochi palloni ma tiene sempre sotto pressione la difesa avversaria. Si aprono così soluzioni di tiro dalla distanza. Ma si sa, da lontano è difficile perforare la saracinesca napoletana. Anche sul fronte opposto, le rigide marcature imposte da Posterivo non consentono facili soluzioni di tiro. Nel confonto tra numeri uno, il portiere cosentino Nigro non ci sta ad interpretare un ruolo da comprimario e sfodera un’ottima prestazione, con una gara accorta e una corretta gestione delle aperture. In attacco si provano diverse soluzioni, che trovano concretizzazione con una bella conclusione di Presta, ben smarcata sul palo, una splendida girata dal centro di Citino, e due fulminanti conclusioni da posizione quattro e uno ad opera di Garritano, oggi top scorer con solo due marcature. 4 a 3: vittoria meritata e primato nel girone in attesa dello scontro con la forte formazione dello S. C. Flegreo che le cosentine affronteranno domenica 6 Maggio 2012 alle ore 16:00 nella piscina di Monteruscello sita in Napoli.

Nel frattempo doppio impegno per la formazione under 19, martedì 01/05/2012 alle 12:00 contro il Volturno ed alle 17:00 contro il Posillipo c/o l’impianto di Campagnano a Cosenza.

 

Il tabellino. C.N. Posillipo - Tubisider Cosenza PN: 3-4.

C.N. Posillipo: Sparano, Ioannu, Romolo, Cristiano, Severino, Esposito, Savino, De Clemente 1, Sgambati, Ciniglio, Santamaria 2, Mazzacane, Carino. All. L. Stefanelli.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 1, Presta 1, De Cuia, Rogondino, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Nisticò, Polillo, Greco, Garritano 2, Renda. All. A. Posterivo.

Arbitro Sig. Mattia Gomez

Parziali: (0-1; 2-0; 1-2; 0-1). Superiorità: Cosenza PN 1/5 + 1 rig errato, Posillipo 0/3. Spettatori circa 40.

25-04-2012 – Al via il campionato under 19

Tre concentramenti per definire l’accesso alle semifinali nazionali.

La rosa della formazione under 19
La rosa della formazione under 19

Partito anche il campionato juniores. La Cosenza Pallanuoto è inserita, come nel campionato allieve, nel girone campano. Ma a differenza dell’under 17, che si disputa con gare di andata e ritorno tra tutte le contendenti, il regolamento dell’under 19 prevede tre concentramenti con cinque formazioni impegnate a contendersi l’accesso alla fase successiva.

La prima delle tre giornate di gare si disputa a Napoli, presso l’impianto di Monteruscello, e vede le cosentine affrontare alle ore 12:30 l’Acquachiara Ati 2000 di Napoli, ed alle 17:00 lo Sporting Club Flegreo di Napoli. A seguire Acquachiara - Volturno, mentre Flegreo – Posillipo è fissato per l’8 maggio.

 

La prima partita. Posterivo iscrive a referto solo dieci atlete, in virtù di un regolamento che non ammette più di tre under 15 in formazione; il paradosso è che invece tale limite non è imposto in categorie superiori (come la serie B) dove possono essere schierate anche solo atlete appartenenti alla categoria ragazze. In acqua quindi le “piccole” Nigro, Citino e Rogondino.

Partono forti le cosentine contro l’Acquachiara. Il primo tempo è chiuso sul 5 a 3 con Gallo e De Cuia sugli scudi con due marcature a testa e con la formazione napoletana che rimane agganciata alle avversarie grazie a due rigori forse troppo generosamente concessi dal direttore di gara, sig. D’Alessio. Lo stesso arbitro si farà successivamente “apprezzare” per una condotta assolutamente permissiva nei confronti dei marcatori campani che ne approfittano per limitare il bomber rossoblù Citino che riesce così a giocare solo pochi palloni. Le campane recuperano il gap e la gara prosegue con un testa a testa fino al fischio finale con le padrone di casa che prevalgono di una segnatura e con un sacrosanto rigore non concesso per un simultaneo e plateale fallo delle atlete campane sul centroboa cosentino. Un vero peccato: con un vero arbitro la partita avrebbe avuto un diverso esito.

 

Il tabellino. Aquachiara Ati 2000 - Tubisider Cosenza PN: 10-9.

Acquachiara Ati 2000: Iaccarino, Liguori, Vollero, Manzo, Migliaccio 4, Foresta, De Roberto, De Gennaro, Schiavo, Iavarone 1, Centanni 4, Monaco 1. All. B. Damiani.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Gallo 2, De Cuia 3, Rogondino, Santoro, Nicolai 2, Zaffina, Osnato, Perri. All. A. Posterivo.

Arbitro Sig. D’Alessio Valerio.

Parziali: (3-5; 1-0; 3-2; 3-2). Superiorità: Cosenza PN 3/8, Acquachiara 0/3 + 2 rig. Spettatori circa 50.

 

La seconda partita. Contro lo Sporting Club Flegreo il coach cosentino inserisce Garritano al posto di Rogondino.

Al contrario della gara disputata in mattinata, la condotta del sig. Barletta è equilibrata, la partita è piacevole e le due squadre si fronteggiano in un entusiasmante testa a testa fino al fischio finale, con il break delle ragazze cosentine (11 a 9) conseguito a soli sei secondi dal termine con una geniale intuizione di Gallo da distanza siderale. A secco in questa gara il centroboa Citino, ben contrastato dalla zona stretta delle ragazze flegree, top scorer per la Cosenza Pallanuoto De Cuia, Zaffina e Garritano con tre marcature a testa, Morvillo per il Flegreo con quattro realizzazioni.

Prossimo impegno per le juniores cosentine l’1 maggio c/o la piscina comunale di Cosenza alle ore 12:00 contro le pari età del Volturno (serie A1) ed alle 17:00 contro le forti atlete del Posillipo (serie A2). Nella stessa giornata si affronteranno Posillipo ed Acquachiara alle ore 13:00, e Flegreo e Volturno alle ore 16:00.

 

Il tabellino.Tubisider Cosenza PN – Sporting Club Flegreo: 11-9.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino, Gallo 1, De Cuia 3, Santoro, Nicolai 1, Zaffina 3, Osnato, Garritano 3, Perri. All. A. Posterivo.

Sporting Club Flegreo: Ronga, Di Fraia, Fiumante, De Frutos, Altieri, Loffredo 1, Ardito 1, Morvillo 4, De Rosa, Campese, Cornelio 1, Salemme, Simeone. All. F. Rossi.

Arbitro Sig. Barletta L.

Parziali: (2-1; 2-3; 3-3; 4-2). Superiorità: Cosenza PN 0/1 + 1 rig. + 1 rig. errato, Flegreo 0/2 + 2 rig. Spettatori circa 100.

22-04-2012 – Meglio tardi che mai!

Iniziati anche i tornei giovanili. Cosenza gioca nel girone campano

Nigro neutralizza un rigore
Nigro neutralizza un rigore

Era ora. Finalmente ha preso il via il primo dei tornei giovanili che quest’anno vedranno la Cosenza Pallanuoto contendere l’accesso alle semifinali nazionali alle formazioni di società blasonate come il Flegreo, il Posillipo, l’Acquachiara, il Volturno e l’Arechi. La società del Presidente Manna è stata infatti inserita nel girone campano e disputerà, quindi, i campionati under 15, under 17 ed under 19, confrontandosi con le forti compagini campane. Finalmente un vero campionato per le giovani cosentine, costrette negli anni precedenti a disputare (fuori classifica) il campionato regionale maschile. Da quest’anno neanche quello, visto il veto di due società e l’inadeguatezza di un comitato regionale incapace di trovare una soluzione. Per fortuna, commissariata la vecchia gestione, il nuovo responsabile pro-tempore della Fin calabrese si è speso perché le ragazze cosentine trovassero spazio in competizioni capaci di gratificare la loro passione e l’impegno di famiglie e società.

E così, al via oggi il campionato interregionale under 17, con il primo test per le ragazze di Posterivo. Contro l'Acquachiara ati 2000 il tecnico cosentino schiera la formazione campione d’Italia under 15 nella scorsa stagione. E’ una squadra giovane, sotto età per la categoria under 17 (senza ’95 e con tre sole ’96), ma questo non intimorisce le “Bimbe Terribili” che, in una gara combattuta riescono ad avere ragione delle atlete del coach Barbara Damiani.

La partita. Con Citino ben controllata nelle prime due frazioni, ci pensano Garritano, Rogondino e De Cuia a contrastare Centanni e Monaco, non consentendo l’allungo alle campane (solo una volta avanti per 3 a 2). Poi viene fuori la superiore condizione atletica delle cosentine che, pur non disputando una gara impeccabile, allungano con Citino (quattro gol per lei oggi), Diacovo e Osnato, autrici di due importanti realizzazioni. Un 12 a 7 finale e lo sguardo già rivolto alla gara che sabato prossimo alle ore 16:00 vedrà opposte le stesse ragazze contro le pari età del Posillipo presso la gloriosa piscina Scandone di Napoli. Nel frattempo doppio impegno per la formazione under 19, impegnata mercoledì 25/04/2012 alle 12:30 contro l’Acquachiara ed alle 17:00 contro lo S.c. Flegreo di Napoli c/o l’impianto di Monteruscello, sempre a Napoli.

 

Il tabellino. Tubisider Cosenza PN – Acquachiara ati 2000 Napoli: 12-7.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 4, Presta, De Cuia 1, Rogondino 3, Santoro, Bonaparte, Diacovo 1, Sesti, Polillo, Osnato 1, Garritano 2, Greco. All. Andrea Posterivo.

Acquachiara ATI 2000: Iaccarino, Monaco 2, Vollero, Manzo, Mazzola, Foresta, De Roberto 1, De Gennaro 1, Liguori, Iavarone, Centanni 3, De Magistris, D'Antoni. All. Barbara Damani.

Arbitro Sig. Aldo Greco

Parziali: (4-3; 0-1; 5-2; 3-1). Superiorità: Cosenza PN 3/7 + 1 rig., Acquachiara 3/5 + 1 rig. + 1 rig. errato. Spettatori circa 100.

22-04-2012 - Avanti tutta…..

Sei su sei e primato solitario al giro di boa.

De Mari batte il portiere avversario
De Mari batte il portiere avversario

Si allunga la striscia positiva. La Cosenza pallanuoto aggiunge un altro piccolo tassello al mosaico, allunga sulle dirette concorrenti e chiude il girone d’andata del campionato nazionale di serie B femminile di pallanuoto al comando del girone 6. L’avversario odierno, l’Acquachiara Ati 2000 di Napoli, reduce dalla rocambolesca sconfitta interna di domenica scorsa ad opera del Flegreo di Napoli (4 a 5 con un gol contestatissimo a quattro secondi dal termine), era giunto in quel di Campagnano con l’intento di accaparrarsi l’intera posta in gioco, in modo da ristabilire condizioni di equilibrio al vertice della classifica. Ma così non è stato: alla fine di una gara tiratissima l’ha spuntata il setterosa bruzio, sostenuto per tutta la gara dall’entusiasmo dei numerosi supporters. Posterivo lo sa bene che i sei attuali punti di vantaggio sulla terza in classifica (le prime due accedono direttamente ai playoff per la serie A2) non devono alimentare facili entusiasmi, soprattutto in virtù del sostanziale equilibrio evidenziato tra le tre concorrenti al primato; su tre scontri diretti due sono terminati con il minimo scarto ed uno solo con due marcature di differenza. E’ necessario tenere alta la concentrazione in vista delle gare di ritorno che si disputeranno in terra flegrea, senza sottovalutare le fondamentali tappe intermedie contro le altre formazioni inserite nello stesso girone.

La partita. Sostanziale equilibrio fino al terzo minuto del terzo quarto, con le cosentine avanti ma sempre raggiunte. Sullo scadere del terzo tempo l’allungo di Di Vico & c. che si portano sul 6 a 3 grazie a due belle giocate di Gallo ed una fulminante conclusione di Rizzo. In mezzo protagonista il portiere rossoblù Nigro che nega il possibile pareggio ospite (sul 4 a 3 per le atlete di casa) sventando un rigore a metà della frazione di gioco. Ma le campane non si danno per vinte e a 5 e 51 dal termine della gara agguantano il pareggio con la Kitanova. Dura poco l’equilibrio, rotto da due pregevoli realizzazioni di De Mari ed un rigore realizzato da Citino, costretta a fare gli straordinari al centro, gravando le avversarie di un gran numero di falli. La sequenza realizzativa delle cosentine è interrotta dalla sola marcatura di Tortora, anche oggi leader indiscussa del gruppo condotto da Barbara Damiani.

 

Il tabellino.Tubisider Cosenza Pallanuoto - ATI Acquachiara Napoli: 9-7

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Gallo 2, De Mari 3, Rogondino, Manna, Rizzo 1, Nicolai, Sesti, Zaffina 1, Di Vico, Garritano, De Cuia. Allenatore: Andrea Posterivo.
Acquachiara Napoli: Martino, Monaco, Santoro, Mazzitelli, Migliaccio 2, Stanislao, Kitanova 1, Tortora 3, Liguori, Iavarone, Centanni 1, Foresta, Iaccarino. Allenatore: Barbara Damiani.
Arbitro: Sig. Francesco Barbera
Parziali (2-1; 0-1; 4-2; 3-3). Superiorità: Cosenza PN  2/12 + 2 rig + 1 rig. errato; Acquachiara  0/3 + 1 rig. + 1 rig. errato. Spettatori: circa 150.
Note: espulsione definitiva per Monaco e Santoro dell’ATI Acquachiara nel quarto periodo.

Prossima gara Cosenza PN - Mediterraneo Taranto il 29/04/2012 c/o la Piscina Comunale di Cosenza alle ore 12:00. Prima giornata di ritorno.

Risultati & Classifica nella sezione "Campionati".

Gli Highlights della gara Tubisider Cosenza Pallanuoto – Acquachiara Ati 2000 Napoli mercoledì 25-04-2012 alle ore 20:00 su www.cosenzachannel.it

15-04-2012 - Pokerissimo!

E sono cinque. Cosentine solitarie al comando in attesa del match clou

Federica Rizzo. Tre gol oggi.
Federica Rizzo. Tre gol oggi.

Probabilmente la testa era già alla gara di domenica prossima che vedrà opposte le ragazze cosentine all’Acquachiara Ati 2000 di Napoli, diretta concorrente, insieme allo S.C. Flegreo, nella lotta per l’accesso ai play-off per la serie A2.

In una piscina non certamente tra le migliori presenti nell’area partenopea, con i tifosi cosentini costretti a seguire la gara da una finestra posta dietro uno dei due lati corti del campo, le ragazze di Posterivo iniziano sonnacchiose, concedendo gloria al portiere avversario, ed un vantaggio insperato alle padrone di casa ad inizio secondo quarto (2-1). Poi, ricordato che nella pallanuoto vince chi la manda più volte dentro, Manna & c. ingranano la marcia e mettono un margine sufficiente tra loro e le napoletane.

 

La partita. Il gioco al centro costringe la “azzurrine” ad un congruo numero di falli con relative superiorità numeriche non adeguatamente sfruttate dalle calabresi. E quando si stringono le maglie sul forte centroboa cosentino Citino, ecco aprirsi diverse soluzioni di tiro dalla distanza con De Mari, Rizzo e Nicolai pronte a sfruttare i varchi offerti dalla difesa avversaria. Il gap tecnico e soprattutto atletico tra le due formazioni si evidenzia con il passare dei minuti, e così Posterivo ne approfitta per ruotare tutte le atlete a disposizione, provando diverse soluzioni e consentendo l’esordio stagionale in prima squadra di Osnato e Santoro. La partita non offre null’altro, tranne le ingiustificate intemperanze (reiterate e plateali) del tecnico locale Liguori, tardivamente sanzionate con l’espulsione dall’arbitro Li Donni.

 

Il tabellino. Azzurra 99 – Tubisider Cosenza PN: 3-10

 Azzurra 99: Crispino, Liguori M.B.,  Castaldo, Liguori R., Rosolino, D'Orso, Nardella, Volpe, Varriale 1, Acampora, D'Angelo, Dessi, Esposito 2. All. Sig. Liguori G.

Tubisider Cosenza PN: Nigro, Citino 1, Gallo 1, De Mari 3, Rogondino, Manna, Rizzo 3, Nicolai 2, Santoro, Zaffina, Osnato, Garritano, De Cuia. All. Sig. Posterivo A.

Arbitro: Sig. Li Donni

Parziali: (1-1; 1-3; 1-4; 0-2). Superiorità: Azzurra 99 0/8, Tubisider Cosenza PN 3/10 + 1 rig.

08-04-2012 – Ad acque ferme…

Cosenza Pallanuoto: quando il successo non è frutto del caso.

La formazione del 2009 con il coach Fabio Conti
La formazione del 2009 con il coach Fabio Conti

Sembra così distante quel giorno in cui le bambine delle Cosenza Pallanuoto si affacciarono per la prima volta nella piscina comunale di Tolentino per prender parte alla ottava edizione del Trofeo delle Regioni.

Era la settimana pre-pasquale del 2009. Molte delle partecipanti di allora costituiscono il nucleo dell’attuale formazione: c’erano Giusy Citino, Sofia Osnato, Benedetta Garritano, Carola Sesti, Claudia Presta e Divina Nigro. Erano le più piccole, molto più piccole della media delle atleti presenti in terra marchigiana, tant’è che a distanza di quattro edizioni ancora non sono (tranne Osnato) al limite della categoria. Probabilmente per tutte si trattava delle prime partite ufficiali. Sfacciatamente messe in acqua da Posterivo, raccolsero l’incitamento e la simpatia dei presenti, ma anche una gragnolata di reti da tutte le avversarie. Chiunque avrebbe preso e mollato tutto all’istante; chiunque, ma non quello “sfrontato manipolo” di capatoste calabresi.

Lo stesso attuale responsabile della nazionale maggiore Fabio Conti (allora responsabile del settore giovanile) ebbe parole di elogio per il coraggio dimostrato dal tecnico cosentino nell’allestire una formazione così giovane ed entusiasta ed invitò Posterivo, ed indirettamente il Presidente Manna, uno che di sport ne mastica abbastanza, a proseguire su quella strada: la valorizzazione del vivaio. Un’operazione che negli anni successivi portò prima la tarantina Veronica De Cuia a Cosenza, e successivamente la barese Rossella Rogondino. Con il loro ingresso, con i progressi di Martina Santoro, Jone Diacovo e Ramona Polillo, con l’innesto delle giovanissime Anna Bonaparte, Melania Caforio, Carolina Renda, Francesca Greco e Federica Nisticò, ecco costituito un gruppo ad “alto potenziale”. Settimane, mesi, anni di intensi allenamenti, talvolta anche due al giorno per disputare poche partite a stagione, per via di un territorio assolutamente arido (non esiste in regione un’altra società femminile di pallanuoto) ed insensibile al fascino offerto da uno sport così vero.

Non era facile credere in un progetto che avrebbe avuto maggior senso in una regione dove non esiste solo il calcio. E a crederci fu anche Salvatore De Mari, il dirigente del settore femminile della pallanuoto cosentina, che tanto tempo e tante energie da anni investe per la causa rossoblù. Ed i genitori, sempre più “appassionati” ed entusiasti. Fondamentale poi, in questo processo, la presenza di atlete “esperte” come Manna, De Mari, Nicolai, Gallo, Zaffina, Di Vico, Rizzo: a loro va ascritto buona parte del merito per ciò che riguarda la maturazione sportiva delle giovani atlete di via dei Veterani dello sport.

Normalmente, in un progetto di sviluppo e promozione di una disciplina sportiva dovrebbero intervenire anche altri soggetti che operano nel territorio di pertinenza, quali le istituzioni politiche e quelle sportive. Dovrebbero….. Ma questo è un argomento del quale si avrà modo di riflettere più in là.

Il progetto si dimostrò vincente, le Bimbe terribili divennero campioni d’Italia per club nella categoria under 15 nel 2011, e quest’anno seconde nel prestigioso Trofeo delle Regioni di Tolentino, riservato alle atlete nate nel ’96 e negli anni successivi, manifestazione nella quale la squadra cosentina si è disimpegnata brillantemente sfiorando il titolo per un nulla. E la stagione è appena iniziata……

07-04-2012 – Trofeo delle Regioni: vince il Lazio.

Sconfitta la Calabria di misura. Risultato storico per le atlete cosentine.

Il saluto pre gara
Il saluto pre gara

Probabilmente prima della data di inizio del torneo, sia il tecnico che le atlete avrebbero sottoscritto un secondo posto. Alla luce di quello fatto vedere nei quattro giorni di gara, se fosse arrivata la vittoria nessuno avrebbe potuto contestarne la legittimità. Anche nel match finale, contro la robusta formazione guidata da coach Russo, le ragazze di Posterivo hanno esibito ottime qualità e grande generosità, andando in vantaggio a metà gara di ben tre marcature. Poi, quando sembrava fatta, la stanchezza, la paura di vincere, e la ritrovata vena delle ragazze laziali cambiavano il volto alla gara che si chiudeva con la vittoria di quest’ultime per 7 a 6. Ad onor di cronaca, anche il pareggio avrebbe aggiudicato il torneo al Lazio, in virtù di una migliore differenza reti.

 

La partita. La gara non è entusiasmante. Entrambe le squadre hanno paura di scoprirsi eccessivamente e così ne viene fuori un match abbottonato, costellato da numerosi errori in fase realizzativa, da pregevoli interventi operati dai due estremi difensori (a nostro avviso i migliori visti a Tolentino), da difese asfissianti, e da un gran numero di palle perse. Si fa sentire la stanchezza accumulata in quattro giorni di gare serrate. Probabilmente gioca a favore delle romane la mezza giornata di fermo in più (il venerdì sera hanno osservato un turno di riposo mentre la Calabria affrontava la Liguria in un match tiratissimo e dispendioso). Per tre tempi conduce la squadra di Posterivo, nel quarto si spegne la luce, si esauriscono le energie e viene fuori la maggiore freschezza di Perazzetti & C. Titolo alle laziali che con questo successo bissano la vittoria del 2004 quando il Trofeo delle Regioni si svolse in quel di Fiuggi.

 

Il tabellino. Lazio - Calabria: 7-6 (0-1; 2-2; 2-3; 3-0)

Lazio: Maiorino, Cellucci, Staffa, Tori, Coleine 1, Stefanelli F., Picozzi D. 1, Picozzi B. 2, Clementi, Perazzetti , Stefanelli S., Vezzù 3, Caricaterra.

All. Russo Mario

Calabria: Nigro, Citino, Presta, De Cuia 1, Rogondino 3, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti, Polillo, Osnato, Garritano 2, Greco, Caforio, Nisticò.

All. Posterivo Andrea

Arbitro: Ercoli Marco

Superiorità: Lazio 1/3, Calabria 2/5 + 2 rig.

06-04-2012 – Trofeo delle Regioni: battuta la Liguria!

Impresa storica. E’ un risultato senza precedenti. Contro il Lazio per l’oro.

Risultato Storico
Risultato Storico

Una giornata storica per le Bimbe Terribili del Presidente Manna, capaci di conseguire un risultato sul quale probabilmente nessuno avrebbe mai scommesso. A cadere sotto i colpi delle cosentine la Liguria (questa volta la formazione maggiore) di coach Anzalone. Proprio lo stesso coach che due anni fa, nello stesso trofeo delle regioni, tenne per quasi tutta la gara in panchina le due sue giocatrici di punta (Carrega e Criscuolo) nella sfida con le calabresi. Fu una partita combattutissima (alla fine la spuntarono le liguri per 16 a 13), ma quel risultato rappresentò una importantissima iniezione di fiducia per le ragazze di Posterivo. Oggi Anzalone guida una vera e propria armata, frutto di mesi di selezioni tra le tante società pallanuotistiche liguri, con atlete che gravitano costantemente nelle rose maggiori di società come Pro Recco, Bogliasco, Imperia etc.

Per questo il successo odierno non può non inorgoglire la società di Campagnano. Entusiasta Posterivo: “ è questo un altro importante mattoncino nel processo di maturazione delle giovanissime pallanuotiste cosentine. Sono state veramente impeccabili, Ci hanno creduto sempre, anche quando ci trovavamo tre reti sotto. E, in tutta sincerità, ci ho creduto anche io”.

 

La partita. Partita emozionante, vibrante, con le liguri a condurre per gran parte di gara. Le ragazze di Posterivo non si demoralizzano, anzi, trovarsi al cospetto delle atlete di scuola recchelina, di quelle del Bogliasco o dell’Imperia le galvanizza. E’ proprio in questo momento che esce fuori il grande cuore delle ragazze cosentine. L’aggancio a 3:52 dal termine, dopo aver inseguito per tutta la gara ed esser state sotto anche di tre marcature, con l’ottavo gol di Citino, ancora oggi incontenibile al centro. Il sorpasso a 40 secondi dalla sirena con una splendida intuizione di Rogondino dai cinque metri che chiude l’incontro siglando la terza marcatura personale. Ma un plauso lo merita tutta la squadra, con Osnato capace di contrastare efficacemente il centro avversario nonostante il divario fisico (oltre trenta kg in meno), con Presta pronta a dare respiro al marcatore cosentino; e poi De Cuia e Sesti (quest’ultima autrice anche di una pregevole realizzazione) implacabili in difesa e nei rifornimenti al centro, Nigro impeccabile tra i pali, Garritano (anche per lei un bel gol dalla distanza) e Rogondino a gestire le ripartenze ed anche loro capaci di far cadere tanti palloni nel raggio d’azione di Citino. Una nota di merito a Santoro, che tiene sempre sotto pressione la difesa avversaria quando Citino non è in acqua, ma è capace anche di dare un energico apporto in fase difensiva. E le altre ragazze in panchina, oggi non utilizzate ma mai stanche di incitare e supportare le proprie compagne.

Il tabellino. Calabria - Liguria: 13-12 (4-5; 1-3; 4-2; 4-2)

Calabria: Nigro, Citino 8, Presta, De Cuia, Rogondino 3, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Osnato, Garritano 2, Greco, Caforio, Nisticò.

All. Posterivo Andrea

Liguria 1: Giussani, Fiore, Co’, Avegno 2, Trucco 3, Valsecchi, Antonucci 1, Signorelli, Guaita, Gragnolati 5, Tedesco, Valentino, Rosadini 1.

All. Anzalone Davide

Arbitro: Marotta Paolo

Superiorità: Calabria 4/10 + 2 rig. + 1 rig. sbagliato (Citino), Liguria 5/8 + 1 rig.

05-04-2012 – Trofeo delle Regioni: completato il TRIS!

Superata anche la Liguria “baby”. Ora si lotta per le medaglie.

Le indicazioni del coach
Le indicazioni del coach

Anche nella scorsa edizione del trofeo delle regioni la gara con la formazione young della Liguria fu intensa e ricca di emozioni. Un testa a testa risolto solo nell’ultimo parziale con l’allungo delle calabresi che con questa vittoria consolidano il primo posto nel girone A e si apprestano a disputare la poule che assegnerà le medaglie. Proveranno a contendere il gradino più alto del podio alla formazione laziale che ha prevalso nel girone B, ed alla Liguria 1 che nel mini girone C ha fatto un sol boccone di Abruzzo e Marche.

 

La partita. Quanto alla partita, si è evidenziata una certa stanchezza e qualche imprecisione di troppo, soprattutto in superiorità numerica, con una percentuale di realizzazione di poco superiore al 10%. Ma non sono comunque mancati gli spunti positivi: la tenuta fisica (tre partite in meno di 24 ore sono tante per una formazione che prima del torneo non ha disputato neanche una gara ufficiale), e quella mentale (sempre lucide le ragazze di Posterivo, anche quando le avversarie hanno provato a ribaltare la gara, agguantando il pareggio al quarto minuto della terza frazione). Una prova corale tutto sommato valida, con una Citino veramente incontenibile al centro ben rifornita da Osnato & C. Solo tre, questa volta, le atlete a segno, con Giusy a quota otto, Garritano con due centri e Rogondino uno. Non nasconde l’entusiasmo il coach cosentino: “ è un traguardo davvero notevole. Se si pensa che solo tre anni fa, all’esordio nella manifestazione, le avversarie odierne ci parvero davvero inavvicinabili. Ora siamo qui a lottare per le medaglie, contro le rappresentative di regioni dove la pallanuoto ha un ruolo primario nel contesto sportivo regionale”.

 

Il tabellino. Liguria Young – Calabria: 8-11 (2-4; 1-2; 4-3; 0-2)

Liguria Young: Sowe, Cocchiere 3, Mariani 3, Cassani, Calvauno, Balino, Laminetti, Millo 1, Adamo 1, Baldassarre, De Mite, Roggero, Bacicalupo.

All. Anzalone Davide

Calabria: Nigro, Citino 8, Presta, De Cuia, Rogondino 1, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti, Polillo, Osnato, Garritano 2, Greco, Caforio, Nisticò.

All. Posterivo Andrea

Arbitro: Cataldi Marco

Superiorità: Liguria Young  2/8 + 1 Rig., Calabria 1/9 + 3 Rig.

 

05-04-2012 – Trofeo delle Regioni: prova di forza.

Cade anche la Toscana. Invertita la tendenza degli anni precedenti.

Il saluto pre-partita
Il saluto pre-partita

Seconda partita e seconda vittoria. Con la Toscana cade un’altra storica rivale delle ragazze del Presidente Manna. Roccabianca & C. l’anno scorso si imposero per 7 a 5 nella gara d’esordio della formazione calabrese. Quest’anno si ribalta il risultato, ma con proporzioni più ampie. Le giovani atlete di Posterivo hanno fatto veramente un salto di qualità in tempi anche relativamente brevi. E’ questa la dimostrazione che il sacrificio, l’impegno e la costanza alla fine pagano sempre. 

 

La partita. L’equilibrio iniziale dura circa quattro minuti, poi gradualmente la formazione calabrese riesce ad allungare, ma nei primi due tempi il vantaggio massimo di tre reti si concretizza solo allo scadere del secondo parziale. Poi il deciso allungo in apertura di terza frazione ed il progressivo dilatarsi del margine tra le due formazioni. 16 a 5 il risultato finale, con cinque centri per Citino, immarcabile al centro ma poco in acqua per due “generosissimi” falli fischiati contro dall’arbitro Marotta, oggi non in grande spolvero. E quando Giusy non è in acqua ci pensano Garritano e Rogondino (quattro centri a testa), De Cuia (due realizzazioni) e Polillo (una rete) a tenere dietro le ragazze di coach Grassi. Bene la squadra nel complesso, con Osnato impeccabile sul centro avversario ed una difesa che ben poco concede alle toscane. Buona la gestione dell’uomo in più, con una percentuale di realizzazione migliore rispetto alla gara precedente. Posterivo non nasconde la legittima soddisfazione per la prestazione delle proprie atlete: “Il risultato, per il meccanismo del girone all’italiana, e per via degli esiti delle altre gare ci consente di approdare con un turno di anticipo alla poule che assegnerà le medaglie. Ma questo non deve assolutamente farci sentire appagati. Abbiamo i mezzi e la grinta per lottare alla pari con le squadre più accreditate”. Felicissimo il Presidente Manna: “Un primo storico traguardo è stato raggiunto. Ora è il caso di prendere quanto più possibile da questa manifestazione, soprattutto in termini di esperienza, e farne tesoro per consolidare quel processo di maturazione delle giovani atlete cosentine, intrapreso già alcuni anni addietro”.

 

Il tabellino. Calabria - Toscana: 16-5 (4-2; 2-1; 3-1; 7-1)

Calabria: Nigro, Citino 5, Presta, De Cuia 2, Rogondino 4, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti, Polillo 1, Osnato, Garritano 4, Greco, Caforio, Nisticò.

All. Posterivo Andrea

Toscana: Giaimo, Carcano, Andreini C. 1, Andreini M. 1, Agostino, Benvenuti 1, Feroce, Ceccarelli, Albiani 1, Fedeli, Franco, Roccabianca 1, Mencarelli, Rontani, Gaspari.

All. Grassi Giacomo

Arbitro: Marotta Paolo

Superiorità: Calabria 5/8, Toscana  3/7 + 1 Rig.

 

04-04-2012 – Trofeo delle Regioni, esordio col botto!

Sconfitta la selezione campana. Buona prova d’insieme.

La presentazione della squadra
La presentazione della squadra

Comincia bene l’undicesima edizione del Trofeo delle Regioni per la rappresentativa calabrese. Ancora una volta, la quarta consecutiva, sono le ragazze del Presidente Manna a rappresentare la regione in quello che può esser considerato il più importante torneo femminile giovanile che si disputa in Italia. Una squadra di club e non una selezione regionale, a testimonianza di un movimento regionale inesistente, anche grazie ad un comitato incapace di promuovere la diffusione della pallanuoto sul territorio, ma sempre prodigo di iniziative tendenti a limitare al minimo l’attività sul territorio; le ragazze di Posterivo, infatti, arrivano alla manifestazione tolentinate senza aver disputato una sola gara ufficiale a livello giovanile, non essendo state ammesse (come negli anni precedenti) a disputare, fuori classifica, i campionati giovanili con le formazioni maschili (U.13 e U.15), non esistendo altre formazioni femminili in una regione che conta circa 800 km di costa. Un altro dei tanti paradossi di cui questo territorio può “fregiarsi”, ma del quale non si può certamente andar fieri. Doverosa la premessa, spazio al giocato.

 

La partita. Il primo avversario è la Campania, campione in carica, e che annovera tra le proprie fila atlete di ben quattro formazioni (Volturno, Posillipo, Acquachiara e Flegreo). L’anno scorso prevalsero le campane che, dopo due tempi chiusi in parità, praticarono un deciso allungo e si aggiudicarono il match per 13 a 7.

Quest’anno la si situazione è ribaltata: troppo netta la differenza tra le cosentine (campionesse italiane in carica nella categoria U.15 per società) e la selezione campana. La partita è chiusa già dopo un tempo (5 a 1 il parziale). Poi gara di contenimento con Citino miglior realizzatrice nonostante la rigida marcatura imposta dalla ragazze di Liguori. Ci pensa l’arbitro a dare “mordente” all’incontro terminando anzitempo la splendida prestazione del portiere cosentino Nigro (tre contestatissimi falli) e costringendo Posterivo a “riciclare” un giocatore di movimento a baluardo della porta rossoblù. Tocca a Garritano “vestire” la calotta rossa. In attacco tanto ci pensano De Cuia e Sesti (tre centri a testa), Rogondino (due marcature), Osnato e Garritano (una marcatura a testa) a dar man forte a Giusy.

Soddisfatto al termine l’allenatore calabrese per la prova offerta dalle proprie ragazze: “l’obiettivo di questa edizione è quello di migliorare il sesto posto della passata stagione, l’inizio positivo ci pone nella condizione di guardare con ottimismo a tale possibilità. Bisogna però rimanere con i piedi ben saldi. In queste manifestazioni nessun risultato è scontato, specialmente in un girone equilibratissimo come quello in cui è inserita la formazione calabrese, con Campania, Toscana e Liguria 2”.

 

Il tabellino. Campania – Calabria: 6-15 (1-5; 2-2; 1-3; 2-5)

Campania: Iaccarino, Ioannu 4, Ardito, Savino, Monaco, Palermo, Iavarone, De Clemente 1, Bergamo 1, De Gennaro, Cristiano, Sgrò, Ciniglio, Foresta, Carino.

All. Liguori Riccardo

Calabria: Nigro, Citino 5, Presta, De Cuia 3, Rogondino 2, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti 3, Polillo, Osnato 1, Garritano 1, Greco, Caforio, Nisticò.

All. Posterivo Andrea

Arbitro: Cataldi Marco

Superiorità: Campania 2/4 + 2 Rig., Calabria 3/11

30-03-2012 - Countdown agli sgoccioli....

Al via il 4 Aprile il Trofeo delle Regioni di Tolentino.

La locandina del 2011
La locandina del 2011

Ci siamo. Nel calendario della pallanuoto femminile la Pasqua coincide col Trofeo delle Regioni di Tolentino, manifestazione riservata alle rappresentative regionali under 16. La deliziosa cittadina marchigiana ospita le giovani promesse del movimento pallanuotistico nazionale che, come da tradizione, daranno vita dal 4 al 7 aprile, alla undicesima edizione del Torneo. Quest’anno spazio alle atlete nate negli anni ’96 e segg.

Finalmente definita la griglia di partenza della manifestazione. 11 formazioni in rappresentanza di 10 regioni a testimoniare un trend positivo (fatta eccezione per il 2010) che vede un costante incremento delle partecipanti.

Ecco quindi le regioni presenti all’appuntamento. Tante conferme, una piacevole novità ed una “anomala” assenza.

La Campania, vincitrice dell’ultima edizione, quest’anno deve rinunciare per raggiunti limiti di età al portierone Sparano ed alle forti Centanni, Loffredo e Morvillo, ma continua ad avvalersi dei servigi della talentuosa Ioannu e della ragazze dell’asse Posillipo-Acquachiara.

La Liguria, autentica fucina di campioni, già vincitrice di sei competizioni su nove partecipazioni, con la Gragnolati a condurre una formazione che annovera atlete di ottimo livello e che a nostro avviso gode dei favori del pronostico. L’unico “problema” del tecnico Anzalone è quello di dover scegliere tra tante atlete, tutte di ottima qualità. E per questo, anche in questa edizione saranno due le squadre schierate a rappresentare la regione. Si sa, il bacino di riferimento è vastissimo, tanto da consentire l’approntamento di più formazioni, mantenendo comunque un notevole tasso qualitativo.

La Lombardia, formazione solida, concreta, fisica. Una squadra che non tradisce mai e che pur non disponendo di grandissime individualità fa del collettivo la sua arma principale. Collettivo nel quale comunque emergono le doti di Marani dell’Osio e di Fisco e Motta, da quest’anno in forza al Como dopo aver conseguito la scorsa stagione la finale nazionale under 15 con l’Osio.

Il Lazio, che fonda la propria forza sul gruppo, potendo disporre il tecnico Russo del blocco S.I.S. Roma, con in testa Domitilla Picozzi, e con l’apporto rilevante di Maiorino, Vezzù, Perazzetti e delle sorelle Stefanelli, da quest’anno aggregate alla formazione di coach Ragosa.

Le Marche, padrone di casa e sempre autrici di prestazioni importanti. Anche per le marchigiane vale il discorso fatto per la Lombardia. E’ il collettivo la forza della rappresentativa adriatica. L’anno scorso finì con un buon quinto posto conseguito ai danni della Calabria in una finale tiratissima.

La Calabria, anzi la Cosenza Pallanuoto, alla quarta partecipazione consecutiva. Le ragazze di Posterivo sono cresciute da quel lontano 2009 quando, alla prima vera competizione (in Calabria non esistevano e non esistono tutt’ora campionati giovanili femminili di pallanuoto, per assenza di concorrenti), le presero di santa ragione da tutte le formazioni avversarie. Non si demoralizzarono, anzi ne trassero valide indicazioni e le investirono proficuamente fino a conseguire la scorsa stagione il titolo nazionale under 15. Saranno proprio le stesse campionesse italiane a cercare di migliorare il sesto posto della scorsa edizione. Il tecnico cosentino confida nella forza del gruppo e nelle accresciute capacità individuali del portiere Nigro, del centroboa Citino, di Garritano, Rogondino, Sesti, De Cuia e Osnato da tempo stabilmente aggregate alla prima squadra. Senza tralasciare le qualità della altre ragazze che completano la rosa della formazione calabrese.

La Toscana di Giacomo Grassi, integralmente costituita sull’asse Prato-Florentia. Quest’anno il tecnico pratese non può avvalersi del fortissimo centroboa Galardi (’95) che ha sempre fatto la differenza in queste competizioni, ma dispone comunque di una vasta scelta di atlete in progressiva crescita, come Roccabianca, Albiani, Giaimo, Andreini C. e Benvenuti. Sicuramente Grassi e Ceccarelli riusciranno a far molto meglio del settimo posto che l’anno scorso rappresentò una vera delusione per la formazione toscana.

Il Triveneto: l’anno scorso finì in coda al gruppo. Il peggior risultato sulle dieci partecipazioni, lontano da quel primo posto conseguito nel 2007 e sul quale pesò molto il blocco del Plebiscito, negli anni successivi ai vertici nazionali nella categoria under 19. Quest’anno sarà importante invertire la tendenza, e questo Rattelli, Vidonis, Gottardo & C. lo sanno bene e daranno battaglia in acqua.

L’Abruzzo, che analogamente alla formazione calabrese, schiera atlete di una sola società, la Simply Sport di Pescara. Si tratta di una formazione giovanissima, esuberante, che dispone di alcune buone individualità, con la Ranalli un gradino più in alto della altre.

La Puglia, alla prima apparizione in questa manifestazione. Formazione giovane, entusiasta, con alcuni elementi inseriti nella rosa della squadra che quest’anno affronta il campionato nazionale di serie B (la Mediterraneo Taranto). Per le altre ragazzine si tratterà delle prime competizioni ufficiali. A loro il più sincero incoraggiamento.

Detto ciò appare evidente una ”rumorosa assenza” come quella della rappresentativa siciliana, che manca dalla manifestazione dal 2009, anno in cui arrivò terza. Dopo quella stagione, venuto meno il forte gruppo delle atlete della Blu Team (per raggiunti limiti di età), probabilmente si ritenne opportuno non iscrivere la squadra alla manifestazione tolentinate. Un vero peccato, visto che comunque la regione annovera diverse società con atlete potenzialmente “arruolabili” per la kermesse marchigiana.

La formula del torneo prevede quest’anno tre gironi all’italiana (due da quattro squadre ed uno da tre), con partite di sola andata. Le tre formazioni vincitrici dei singoli gironi si affronteranno in un ulteriore girone all’italiana, con partite di sola andata, per l’attribuzione dei posti dal primo al terzo. Le seconde dei gironi eliminatori si affronteranno poi per i posti dal quarto al sesto, le terze per quelli dal settimo al nono, e le due quarte, per il decimo e  l'undicesimo.

Questi i gironi:   

Girone 1 - Campania, Calabria, Toscana, Liguria 2;

Girone 2 - Lombardia, Lazio, Triveneto, Puglia;

Girone 3 - Liguria 1, Marche, Abruzzo.

L’augurio, comunque, è che alla fine sia un’edizione interessante, che metta in mostra quanto di meglio può offrire la pallanuoto giovanile italiana in questo momento, che possa rappresentare un valido spunto per tecnici ed osservatori e che dia la possibilità a tante ragazze di divertirsi giocando questo sport fantastico.

Buon Torneo e Buona Pasqua a Tutti.    

25-03-2012 – Non passa il Flegreo.

Partita vera a Campagnano. La spunta Cosenza di misura.

C’era la giusta tensione alla vigilia della partita contro lo Sporting Club Flegreo di Napoli. Le partenopee, dotate di un collettivo di tutto rispetto, con almeno tre importanti individualità (Morvillo in primis, Loffredo e Anastasio), l’anno scorso chiusero il campionato di serie B imbattute, vincendo contro la Cosenza Pallanuoto sia in casa che fuori. Poi, come le cosentine, vennero sconfitte nella poule per la serie A2. E Come le ragazze di Posterivo, anche quest’anno riprovano il salto di categoria.

Terza incomoda, ma non per questo meno accreditata, l’Acquachiara di Napoli, l’anno scorso retrocessa dall’A2 e non intenzionata a permanere a lungo in “purgatorio”. E’ tra queste tre squadre che usciranno le due che dovrebbero partecipare alla poule promozione insieme alla compagini che prevarranno nei gironi 5 e 7 del campionato nazionale di serie B femminile.

 

La partita. La posta in palio è alta ed il campo lo dimostra. Numerosi errori al tiro, soprattutto da parte rossoblù, difese strette, marcature serrate da ambo le parti. Si ha l’impressione che il rispetto che le due formazioni hanno per l’avversario impedisca loro di esprimersi secondo le proprie capacità. Le due squadre si equivalgono dal punto di vista del nuoto e della tecnica, e si affidano oggi alla vena dei rispettivi centroboa; in questa sfida nella sfida prevale di una incollatura la cosentina Citino, autrice di un poker di pregevole fattura. A dispetto della sua giovane età sembra non risentire dell’emozione che accompagna la sfida. La cronaca racconta di un’alternanza di segnature che non consente mai ad una della due formazioni di prendere il largo. Il Flegreo si trova avanti (4-3) una sola volta nel terzo tempo, anche grazie alla vena del portiere cosentino Nigro, autrice di una gara di spessore; le gialloverdi napoletane sono costrette, invece, ad inseguire per tutto il resto della gara, non consentendo, però, alle calabresi di conseguire vantaggi superiori alle due unità. E così, alla sirena finale, una sola rete divide le due contendenti. E’ vero, l’importante era vincere, ma lo sarebbe stato ancora di più se lo scarto tra le due formazioni fosse stato superiore. E forse, per quanto visto oggi in quel di Campagnano, Di Vico & C., qualcosina in più l’avrebbero meritato. Tre note di merito in conclusione: all’arbitro, mai sopra le righe, sempre presente ed assolutamente equilibrato; alle ragazze in acqua, autrici di una gara corretta come poche, nonostante la rilevanza della posta in palio; e per ultimo, ma non ultimo in ordine di importanza, il pubblico, numeroso, caloroso e corretto. La sintesi di una bella pagina di sport.

Ora un turno di riposo aspetta le ragazze di Posterivo, che torneranno in acqua con la formazione maggiore il 15 di Aprile in quel di Napoli contro l’Azzurra 99. Le under 16 saranno invece dal 4 a 7 Aprile a Tolentino (MC), dove difenderanno i colori della Calabria nel prestigioso “Trofeo delle Regioni”,  cercando di migliorare il sesto posto conseguito nella passata stagione.

 

Il tabellino. Tubisider Cosenza Pallanuoto – S.C. Flegreo Napoli: 8-7

Tubisider Cosenza PN: Nigro, Citino 4, Gallo 2, De Mari, Rogondino, Manna, Rizzo, Nicolai 1, Sesti, Zaffina 1, Di Vico, Garritano, De Cuia. All. Sig. Andrea Posterivo.

S.C. Flegreo Na: Noro, Di Fraia, Mele 1, Ferraro, Altieri, Loffredo 3, Doriano, Morvillo 1, Anastasio 2, Hooper, Cornelio, De Rosa, Ronga. All. Sig. F. Rossi.

Arbitro: Sig. Palmieri di Cosenza.

Parziali: (3-2; 0-1; 3-2; 2-2). Superiorità: Tubisider Cosenza PN 1/8 +1 rig. sbagliato, S.C. Flegreo Na 2/6. Spettatori: circa 200.

Gli Highlights della gara Tubisider Cosenza Pallanuoto – S.C. Flegreo Napoli mercoledì 28-03-2012 alle ore 20:00 su www.cosenzachannel.it

Tubisider Cosenza Pallanuoto - S.C. Flegreo Napoli - Le immagini della gara

18-03-2012 - Monologo rossoblù.

Superato il Potenza. Ma da domenica si fa sul serio.

Il "grido" pre-partita
Il "grido" pre-partita

Poco probante il test di oggi in quel di Potenza. Il Viviani è squadra giovane, esuberante, ma nulla può contro un Cosenza solido, concreto ed in grande condizione. Posterivo ne approfitta così per mettere a punto diverse situazioni di gioco, alternando tutte le atleti.

Ora, accantonata la prima metà del girone d’andata, risulta fondamentale mantenere alta la concentrazione, in vista degli incontri che vedranno impegnate le ragazze del presidente Manna. Già domenica prossima, il match contro lo S.C. Flegreo di Napoli (Piscina Comunale di Cosenza ore 12:00) darà valide indicazioni sulle ambizioni delle due società circa il conseguimento di uno dei due posti disponibili per l’accesso alla poule per la promozione al campionato nazionale di serie A2. Si rinnova così uno scontro divenuto ormai un classico del girone 6 del campionato nazionale di serie B femminile.

Spettatrice interessata l’altra formazione napoletana, l’Acquachiara Ati 2000, candidata anch’essa a disputare la fase dei playoff, e che annovera tra le proprie fila atlete di indubbio valore ed esperienza. Contro le ragazze di Barbara Damiani le ragazze di Posterivo chiuderanno il girone d’andata il 22 aprile, sempre in quel di Campagnano.

Nel frattempo, tra i due importanti incontri, la parentesi del torneo delle regioni di Tolentino (4-7 Aprile 2012) che vedrà impegnate le under 16 cosentine a difendere i colori calabresi contro le altre agguerritissime selezioni regionali, ed il confronto della squadra maggiore contro l’Azzurra 99 di Napoli, in terra campana (il 15 Aprile). Nessuna nuova, invece, per quanto riguarda i campionati giovanili.....

 

Il Tabellino. Viviani Potenza - Cosenza PN: 2 - 21

Viviani Potenza: Cortese, Crichigno, Zaccagnino, Laurino, Pepe 1, Gifuni, Buono, Arcieri 1, Fedeli, Summa, De Palma, Figliolo, Bochicchio. Allenatore: sig. Nigro.

Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 6, Gallo 1, De Mari 2, Rogondino 1, Manna, Rizzo 1, Nicolai 3, Sesti, Zaffina 1, De Cuia 3, Garritano 3, Spagnolo. Allenatore: sig. Andrea Posterivo.

Arbitro: sig. Amato di Potenza.

Parziali (0-6 - 1-3 - 0-4 - 1-8). Superiorità: Tubisider 4/6, R.N. Arechi 1/4. Spettatori 80 circa.

Viviani Potenza - Cosenza Pallanuoto - Le immagini della gara

11-03-2012 Buona la seconda.

Anche Salerno s’inchina al setterosa cosentino.

Le dispozioni del tecnico durante un time-out
Le dispozioni del tecnico durante un time-out

Esordio casalingo e seconda vittoria per le ragazze di Andrea Posterivo. Nulla può un volenteroso Salerno contro un Cosenza determinato a non tradire le aspettative della vigilia. Ci si aspettava una vittoria e vittoria è stata, netta, limpida e mai in discussione. Troppo ampio il divario tra le due compagini: un collettivo ben registrato in tutti i reparti il Cosenza di oggi, qualche buona individualità , ma nulla di più la R.N. Arechi. La cronaca registra il dominio delle cosentine che evidenziano un tasso tecnico ed una condizione fisica superiore. Difesa aggressiva, corretta gestione delle controfughe, belle giocate al centro e estrema precisione dai cinque metri. Il tecnico ne approfitta così per far ruotare tutta la rosa. Un’altra importante tappa di avvicinamento alle gare che decideranno la stagione e che vedranno le atlete rossoblù contendere l’accesso ai playoff alle due temibili formazioni napoletane, il Flegreo e l’Acquachiara. Prossimo turno il 18 p.v. in Lucania contro il Viviani Potenza.

 

Il Tabellino. Tubisider Cosenza – R.N. Arechi: 20 - 4

 

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 5, Gallo, De Mari 6, Sesti, Manna 1, Rizzo 2, Nicolai 2, De Cuia 1, Zaffina 1, De Vico 2, Garritano, Diacovo. Allenatore: sig. Andrea Posterivo.

R.N. Arechi: Siano, Sorrentino, Del Mese 1, Raviele, Russo, Giordano, D’Agostino F. 2, D’Agostino F., Raviele, De Benigno 1, Tacci, D’amato, Civale. Allenatore: sig.ra Paola Vaiola.

Arbitro: sig. Francesco Palmieri di Cosenza.

Parziali (5-0 - 3-2 - 6-2 - 6-0). Superiorità: Tubisider 4/8 più 2 rig., R.N. Arechi 2/10 più 1 rig. Spettatori 70 circa.

Tubisider Cosenza - RN Arechi Salerno - Le immagini della gara

04-03-2012 (Ri)Partite. FINALMENTE!

Al via la B Femminile. A Taranto la “prima” delle cosentine.

Una lunga attesa, circa un mese di ritardo rispetto alla scorsa stagione, ma finalmente è ripartito il campionato nazionale di serie B femminile di pallanuoto. Sono sette le formazioni che quest’anno si contenderanno l’accesso alla poule promozione nel girone 6: quattro squadre campane (Arechi Salerno, Azzurra 99 Napoli, Acquachiara Ati 2000 Napoli, S.C. Flegreo Napoli), una pugliese (Mediterraneo Taranto), una lucana (Viviani Potenza), ed una calabrese, la Cosenza Pallanuoto guidata anche questa stagione dal tecnico cosentino Andrea Posterivo.

Una stagione importante per la società del Presidente Manna. Duplice l’obiettivo, l’accesso ai playoff per la serie A2 e la valorizzazione del settore giovanile che già nella scorsa stagione ha riservato grandi soddisfazioni, con la conquista del tricolore nella categoria under 15.

Tante le novità e soprattutto le motivazioni; nel fisiologico turnover di una squadra dilettantistica, lasciano l’attività alcune esperte atlete che nelle scorse stagioni hanno contribuito alla causa cosentina. In compenso avanza e chiede spazio una folta milizia di arrembanti giovanissime.

Sarà cura delle “veterane” De Mari, Gallo, Nicolai, Zaffina e Manna (che dopo tanti anni smette la calottina rossa e si riscopre giocatore di movimento) farsi carico del processo di crescita delle “bimbe terribili”.

A dar loro una mano il neo acquisto Federica Rizzo e la rientrante Federica Di Vico che, dopo alcuni anni di “sofferta” inattività rientra in vasca con l’emozione e l’entusiasmo di una quindicenne.

 

La partita di Taranto. Dura poco la resistenza delle pugliesi che minuto dopo minuto, accumulano un passivo notevole. Il tecnico cosentino fa ruotare tutte le atleti ed alla fine saranno in otto ad iscrivere il proprio nome nell’elenco dei marcatori. Per tutte, comunque, una prestazione soddisfacente davanti ad un pubblico caloroso e per la gioia dei supporters al seguito.

 

Il tabellino. Mediterraneo Taranto - Tubisider Cosenza PN: 4-20.

 

Mediterraneo Taranto: Grandi, Battista, Chironi, Lussoso C., Lussoso G., Cecchetto 2, Colaianni 1, Fornelli, Suma, Beneficio, Le Rose 1, Maurantonio, Panzetta. All. Sig. Pierluigi Di Somma.

Tubisider Cosenza PN: Nigro, Citino 3, Gallo 2, De Mari 3, Rogondino 2, Manna, Rizzo 3, Nicolai 4, De Cuia, Zaffina 1, Di Vico, Garritano 2, Diacovo. All. Sig. Andrea Posterivo.

Arbitro: Sig. Di Girolamo di Bari.

Parziali: (2-5; 1-4; 0-5; 1-6). Superiorità: Tubisider Cosenza PN 13+4 rig., Mediterraneo Taranto 8+2 rig. Spettatori: circa 100.

Alcune immagini della gara Mediterraneo Taranto - Tubisider Cosenza

05.02.2012 Collegiale Nazionale '93 e segg.

Nuova convocazione per Giusy Citino

Ennesima soddisfazione per il forte centroboa cosentino. Questa volta è giunta la prima convocazione per la selezione nazionale '93 e seguenti. Il collegiale si terrà ad Ostia, presso il centro federale dal 5 all'8 febbraio, sotto la guida del tecnico della nazionale maggiore Fabio Conti e del responsabile del settore giovanile Paolo Zizza.

Si tratta, per l'atleta cosentina di un prestigioso riconoscimento, considerato il fatto che Giusy è di gran lunga la più piccola delle convocate, essendo di ben quattro anni al di sotto del limite d'età imposto per la categoria juniores. Sicuramente un momento di crescita fondamentale nella carriera della forte atleta del Presidente Manna, anche in considerazione del fatto che si troverà a condividere la vasca con atlete già affermate e protagoniste sia in campo nazionale che a livello internazionale.

Le convocate sono: Fabiana Sparano (CN Posillipo), Tatiana Belà (Roma Pallanuoto), Valeria Palmieri e Claudia Marletta (Venosan Catania), Alessia Millo (RN Bologna), Giulia Viacava (Combiline Bogliasco), Laura Repetto (NGM Firenze), Martina Verducci (RN Bologna), Roberta Grillo (Blu Team), Sara Dario (Beauty Star Plebiscito Padova), Maria Giovanna Pellegrino (Volturno SC), Carla Carrega e Francesca Pomeri (Mediterranea Imperia), Chiara Tabani e Giuditta Galardi (Geofirias Cavalieri Prato), Giusy Citino (Cosenza PN).

23.12.2011 Festa del Nuoto 2011

Premio “Atleta dell’anno 2011” – FIN Calabria

Kermesse natalizia presso l’auditorium A. Guarasci della Provincia di Cosenza. Nella splendida sala sita in Piazza Prefettura va in scena il premio “Atleta dell’anno” che la Fin Calabria assegna agli atleti che nell’anno agonistico appena concluso si sono particolarmente distinti per impegno e risultati conseguiti.

Guest star il campione del mondo di pallanuoto Amaurys Perez, già atleta della Tubisider Cosenza e cosentino d’adozione, avendo il campione cubano contratto matrimonio in terra bruzia.

Tra i riconoscimenti assegnati anche quello, meritatissimo, alla ASD Cosenza Pallanuoto under 15 femminile che nella stagione agonistica 2010-2011 ha conquistato il diritto a fregiarsi del titolo di Campione d’Italia, avendo sbaragliato tutte le avversarie nella finale nazionale disputatasi a Cosenza dal 9 al 12 Agosto 2011.

Accompagnate dal coach Andrea Posterivo, dal dirigente accompagnatore Salvatore De Mari e dal presidente Giancarlo Manna, le giovanissime cosentine sono state premiate dal presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò, che ha esaltato l’importanza del risultato conseguito, anche in considerazione delle difficoltà che il movimento pallanuotistico affronta nella nostra regione.

Premio speciale, inoltre, alla centroboa del quindici cosentino, Giusy Citino che, sempre nella scorsa stagione, è approdata in nazionale under 17 e con la stessa è volata in Spagna per disputare la fase finale del campionato europeo di categoria.

Si chiude così una stagione estremamente positiva per la pallanuoto cosentina (la stessa Cosenza Pallanuoto ha mancato la promozione in serie A2 negli spareggi romani, mentre la formazione maschile ha conseguito la promozione in serie B). Premesse queste per una nuova avvincente stagione che vedrà sicuramente protagoniste le formazioni cosentine. (in foto la formazione under 15, il dirigente Salvatore De Mari e Giusy Citino).

06.12.2011 Gran Galà dello Sport

Premiate le Under 15 Campioni d'Italia

Per il secondo anno consecutivo le giovanissime atlete del Presidente Manna hanno conseguito il riconoscimento "Stelle dello Sport", nell'ambito del Gran Galà dello Sport che quest'anno ha avuto una location d'eccellenza, il Duomo della città bruzia. Al cospetto delle autorità civili ed ecclesiastiche il Presidente provinciale del Coni Pino Abate ha inteso premiare con tanto di targa e diploma le società e gli atleti della provincia di Cosenza che nella scorsa stagione si sono distinti nelle diverse discipline sportive. Tra loro le piccole pallanuotiste cosentine che ad agosto hanno conquistato il titolo nazionale della categoria under 15. Risultato storico per lo sport cosentino e calabrese: mai, infatti, una formazione calabrese era riuscita a conquistare lo scudetto in una qualsiasi disciplina sportiva. Un giusto riconoscimento per i brillanti risultati conseguiti, ma anche un valido stimolo per la nuova stagione agonistica 2012 che vedrà le atlete cosentine, guidate dal coach Posterivo e dal Ds De Mari, impegnate su più fronti, dal campionato nazionale di Serie B femminile alle varie categorie dei tornei nazionali giovanili.

09.09.2011 Si riparte.......

Terminate le vacanze, riprendono gli allenamenti

Esattamente ad un mese dal "rompete le righe" del 12 agosto, giorno dello storico trionfo della formazione under 15 nel campionato nazionale di categoria, le ragazze di Andrea Posterivo riprenderanno la preparazione in vista degli impegni che dovranno affrontare nella nuova stagione agonistica 2011-2012. Ieri, intanto, consueta riunione propedeutica all'avvio della stagione, presso la piscina sita in località Campagnano. Il presidente Giancarlo Manna, il dirigente Salvatore De Mari e lo stesso coach hanno salutato le ragazze e le famiglie presenti all'incontro, relazionando circa i risultati ottenuti nella passata stagione ed illustrando i programmi per la prossima. Lunedì 12 settembre, quindi, si riprenderà a sudare per smaltire gli eventuali "eccessi estivi" e riacquistare quella condizione che ha consentito di ottenere risultati apprezzabili nelle diverse categorie nelle quali le atlete cosentine si sono confrontate durante l'anno concluso. Buon Lavoro, ragazze!

28.08.2011 Europei nate 1994 e seguenti

Conclusa la rassegna continentale under 17. Italia quinta

E' terminato con la vittoria della Grecia sull' Ungheria il campionato Europeo Juniores Femminile. In terra iberica si sono date battaglia sedici compagini nazionali: alcune rappresentative delle nazioni che tradizionalmente esprimono il meglio della pallanuoto mondiale, altre, invece, espressione di movimenti nazionali che si affacciano per la prima volta sulla ribalta internazionale. E le differenze in acqua si sono viste tutte. Nella rappresentativa azzurra era presente a Madrid anche il forte centroboa cosentino Citino che però non è potuto scendere in acqua poichè il regolamento della competizione europea per l'anno 2011 non consente l'utilizzo delle atlete nate nel 1997, cosa che invece è ammessa dal regolamento della Federazione Italiana Nuoto (che addirittura consente l'utilizzo nello stesso campionato delle atlete nate dal 1994 al 2000).

Delusione quindi in casa rossoblù, ma anche consapevolezza che un'esperienza del genere, seppur vissuta a bordo vasca, non può che rappresentare un importantissimo momento di ulteriore crescita dell'atleta cosentina.

Per la cronaca, con il quinto posto conquistato, l'Italia ha acquisito il diritto a partecipare ai campionati mondiali juniores femminili che si svolgeranno il prossimo anno a Perth in Australia.

21.08.2011 Europei nate 1994 e seguenti

Parte la manifestazione spagnola. Giusy Citino pronta a dare il suo contributo

Al via stasera a Madrid il Campionato Europeo giovanile di pallanuoto femminile, categoria nate 1994 e seguenti. Vi prendono parte sedici squadre impegnate in quattro gironi eliminatori. La formula del Campionato è la seguente: le prime di ogni girone accederanno direttamente ai quarti, seconde e terze si incroceranno negli ottavi mentre le quarte giocheranno per i posti dal nono al sedicesimo con le perdenti degli ottavi. L'Italia di Paolo Zizza è inserita nel gruppo D insieme a Repubblica Ceca, Gran Bretagna e Turchia. Partita inaugurale alle 20:30 con la Gran Bretagna, domani alle 16 ci tocca la Turchia e martedì alle 12 la Repubblica Ceca. C’è molta attesa in quel di Cosenza per le prove che attendono la giovane centroboa, giunta in terra iberica fresca vincitrice del titolo italiano under 15, al termine di una intensa stagione che l’ha vista protagonista con la propria squadra in tutte le categorie, dall’under 15 alla Serie B. Di seguito il calendario della manifestazione continentale.

Europei nate '94 e seguenti - Calendari.
Documento Adobe Acrobat 391.5 KB

12.08.2011 Europei nate 1994 e seguenti

Non c'è tregua per Giusy.....

Neanche il tempo di gioire dopo la vittoria del campionato nazionale under 15 che la fortissima centroboa cosentina è partita alla volta del centro federale di Anzio per il ritiro che precede la partenza per la Spagna dove prenderà parte, con la maglia della nazionale italiana, al campionato europeo under 17.

la Citino non ha potuto partecipare, quindi, ai festeggiamenti con le compagne, con le quali ha condiviso una stagione da incorniciare, ma in compenso è stata festosamente accolta dai tecnici e dalle altre azzurre che l'attendevano presso la sede del ritiro. Vacanze rimandate al termine dalla manifestazione che si terrà a Madrid dal 21 al 28 agosto.

Per le compagne di club, invece, è scattato il "rompete le righe": il meritato riposo si protrarrà fino ai primi giorni di settembre, quando si ritroveranno a Campagnano agli ordini del Coach Posterivo. Nel frattempo, con un occhio al web ed un orecchio al telefonino staranno ad attendere notizie della loro compagna dalla penisola iberica, non facendole mancare mai il loro incitamento: forza Giusy, forza azzurre. 

 

12.08.2011 Finali Nazionali Under 15 - Premi Speciali

Divina Nigro Miglior Portiere. Premiata dal Campione del Mondo Amaurys Perez

Strameritato il riconoscimento al portiere cosentino. Quando decide di chiudere la saracinesca è inutile continuare a bussare. E' quello che è accaduto anche nella finale contro il Rapallo, nella quale ha neutralizzato anche un tiro di rigore, oltre a dimostrare capacità e maturità non trascurabili. Una sicurezza per tutta la squadra che, in diverse occasioni ha optato volutamente ad una difesa più orientata alla copertura del centro, lasciando a lei l'incombenza difensiva sul tiro da posizione 1.

Divina ha condotto un campionato eccellente, con un piccolo passaggio a vuoto nella partita, comunque vinta, contro l'Osio, dovuto probabilmente ad un fisiologico calo di concentrazione.

Probabilmente, se ci avesse maggiormente creduto, già l'anno passato, nelle finali di categoria disputatesi a Pietralata, avrebbe potuto far suo l'ambito trofeo.

12 Agosto 2011

CAMPIONI D'ITALIA

Finali Nazionali Under 15

Stroncato il Rapallo: storico titolo per una squadra calabrese

Un desiderio covato per un anno. Da quel 7 agosto del 2010 quando il Rapallo ci tolse, alla nostra prima partecipazione ad una finale nazionale di categoria, la gioia del podio. Una gioia ancora più grande, visto che quest'anno lo scontro con le forti liguri valeva il metallo più pregiato. A nulla ha potuto questa volta lo stregone Sinatra; l'ha spuntata il maghetto Posterivo che in quest'ultimo anno ha saputo, supportato dalla società di via dei veterani dello sport, far compiere quel salto di qualità alle ragazze cosentine, che è valso loro il primo scudetto della storia della pallanuoto femminile in Calabria. La cronaca della gara racconta di due parziali sostanzialmente equilibrati (i primi due) e del successivo dilagare delle Bimbe Terribili della Cosenza Pallanuoto, contro il quale nulla hanno potuto Gragnolati & c. Un plauso grandissimo al numerosissimo e corretto pubblico cosentino intervenuto presso la piscina di Campagnano, impegnato in questi quattro giorni a fronteggiare le agguerrite tifoserie avversarie. E' un giorno bellissimo per la Cosenza Pallanuoto. E che la festa inizi......

11.08.2011 Finali Nazionali Under 15 - Semifinali

Mai dire Mai......

 

 

 

 

SAEPE

SED

NON

SEMPER ...........

11.08.2011 Finali Nazionali Under 15 - Semifinali

E' la SIS!, ma il Cosenza va: Cosenza Pallanuoto 10 - Sis Roma 8. E' FINALE!

Le bimbe terribili si prendono l'accesso alla finale con una gara sempre in avanti, contro un'avversaria mai doma e ben messa in campo da Paolo Ragosa. Le ragazze del Presidente Manna forniscono una prova di forza andando subito avanti nel punteggio e rintuzzando sempre colpo su colpo il ritorno delle avversarie. Che non fosse una partita facile lo si sapeva, ma che si dovesse far fronte anche ad una condotta di gara eccessivamente permissivista da parte del sig. Bianco di Rapallo, questo forse non era preventivabile, considerando anche l'età delle atlete in vasca. Il successo vendica anche la sconfitta subita dalla squadra maggiore della Cosenza Pallanuoto, proprio contro la Sis Roma, nella pole promozione del campionato nazionale di serie B femminile, disputatasi a giugno presso la piscina del Foro Italico in Roma. Ora, l'attesa per la Finale di domani contro il Rapallo di Mario Sinatra, evoca tristi ricordi (la finale per il terzo posto persa proprio contro le liguri lo scorso anno a Roma), ma stimola anche le forti ragazze cosentine a dimostrare che tra la Campania e la Sicilia (terre di mare e di consolidate tradizioni pallanuotistiche), c'è una realtà che sul settore giovanile sta investendo tantissimo, ed alla quale tutte le altre società (e non solo loro), sin d'ora, e a prescindere dal risultato dell'incontro di domani, guarderanno con maggiore considerazione.

11.08.2011 Finali Nazionali Under 15 - Quarti di finale

Di slancio sulle napoletane: Cosenza Pallanuoto 17 - Acquachiara Napoli 4

Quarto di finale senza problemi per la Cosenza Pallanuoto. 

L'Acquachiara non riesce mai ad impensierire la compagine calabrese. Il copione è quello già visto il 2 luglio presso la piscina Zurria di Catania, nel girone di qualificazione alle fasi finali del campionato nazionale under 15. Fu una gara senza storia allora (13 a 4), lo è stata ancor di più oggi, con le ragazze rossoblù vittoriose per 17 a 4 e con nove atlete a segno. Di altro spessore sarà l'impegno pomeridiano che vede la squadra di Posterivo affrontare la corazzata Sis Roma per l'accesso alla finale che domani assegnerà lo scudetto.   

10.08.2011 Finali Nazionali Under 15 - Terza Giornata

Osio Ostico: Cosenza Pallanuoto 14 – GN Osio 10

E’ la partita che non ti aspetti. Contro un Osio per nulla rassegnato dopo le sconfitte delle prime due giornate bisogna sudare le proverbiali sette camicie per portare a casa vittoria e primato nel girone a punteggio pieno. L’approccio è positivo, con il primo parziale chiuso in vantaggio per 5 a 1, ma dal secondo tempo in poi subentrano nervosismo ed un fisiologico calo di concentrazione. Le bergamasche lo capiscono e si rifanno sotto fino all’ 8-9 (quarto minuto del quarto tempo). Solo a questo punto le cosentine ritrovano lo smalto dei primi due incontri e chiudono la gara con il punteggio di 14 a 10. Da domani le gare che contano: quarti, semifinali e finali. Ora non è più possibile concedersi distrazioni. Le avversarie vantano maggiore esperienza (loro giocano un vero campionato di categoria in ambito regionale) e quindi è necessario rimanere al massimo della concentrazione e tensione agonistica se si vuole ambire ad un risultato importante. Il prossimo avversario, domani alle ore 11, l’Acquachiara di Napoli. Partita che può schiuderci le porte dalle semifinali per i posti dal primo al quarto. E allora, FORZA RAGAZZE.

10.08.2011 Finali Nazionali Under 15 - Seconda giornata

... e due! Cade anche il Rapallo: Cosenza Pallanuoto 13 - Rapallo Nuoto 3

Non basta il solleone a fermare gli impavidi sostenitori della Cosenza Pallanuoto. Non bastano le ragazze di coach Sinatra (quest'anno con lui il Rapallo secondo nel campionato di A1 e vittorioso in coppa Len) a fermare le "Bimbe Terrribili". Gragnolati e compagne resistono un tempo alla pressione della atlete rossoblù. Poi devono alzare bandiera bianca ed iniziare a pensare al decisivo incontro della serata con il CN Posillipo.

 

09.08.2011 Finali Nazionali Under 15 - Prima Giornata

Buona la prima: Cosenza Pallanuoto 17 - CN Posillipo 5

Pochi minuti per scacciare la tensione degli ultimi giorni e le giovanissime sirene cosentine prendono le misure alle avversarie. Netto il divario fra le due compagini e spazio per tutte le componenti della rosa. Brillanti le ragazze di Posterivo in fase offensiva con pochissimi errori al tiro, concrete in fase difensiva con pochi tiri puliti lasciati alle ragazze di Laura Stefanelli.

 

09.08.2011 Europei nate '94 e seguenti

Giusy Citino agli Europei

E’ arrivata la meritata convocazione per l’atleta cosentina. Rappresenterà il sodalizio cosentino nel campionato europeo under 17 femminile che si svolgerà a Madrid dal 21 al 28 Agosto. Dopo quasi quaranta giorni di collegiali e tornei il tecnico Paolo Zizza ha definito la rosa della formazione che rappresenterà l’Italia nel prestigioso torneo continentale.

Atlete: Fabiana Sparano (CN Posillipo), Giulia Viacava (RN Bogliasco), Roberta Grillo e Claudia Marletta (Blu Team), Sara Dario (Beauty Star Plebiscito Padova), Maria Giovanna Pellegrino (Volturno SC), Alessia Morvillo (SC Flegreo), Carla Carrega (Mediterranea Imperia), Giusy Citino (Cosenza Pallanuoto), Sofia Lombardo (Formoline Catania), Chiara Tabani, Giuditta Galardi e Federica Lavi (Geofirias Cavalieri Prato).

Staff tecnico: il tecnico federale Paolo Zizza, l'assistente Giacomo Grassi, il preparatore atletico Simone Cotini, il medico Vincenzo Ciaccio, il fisioterapista Federica Ancidei, il team manager Mario pace e l'arbitro Leonardo Ceccarelli.

Per l’atleta cosentina è il giusto riconoscimento all’impegno profuso nella presente e nelle scorse stagioni agonistiche. Ora, il tempo di concentrarsi sulle finali nazionali under 15 in svolgimento a Cosenza, e poi via per il ritiro di Ostia il 13 Agosto.

09.08.2011 Finali Nazionali Under 15

Si parte! ..... e che vinca la migliore

Inizio gare alle ore 16:30 presso la piscina olimpionica di Cosenza, in località Campagnano. Cerimonia di presentazione delle squadre alle ore 18:30. Esordio delle atlete cosentine alle ore 20:00 contro le atlete del Posillipo.

08.08.2011 Finali Nazionali Under 15

Tutto pronto a Campagnano - Esordio con il Posillipo domani alle 20:00

E' la "notte prima degli esami" per le "Bimbe terribili" di coach Posterivo. Le ragazze stanno ultimando la rifinitura prima del fischio d'inizio. Si respira la giusta tensione, quella che serve per un evento così importante. Da domani ci si confronterà con il meglio della pallanuoto giovanile che attualmente offre il panorama nazionale. Un'occasione, questa delle Finali Nazionali Under 15, per dimostrare quanto di buono la società di Via dei Veterani dello Sport è stata in grado di costruire in questi ultimi anni. Non un punto di arrivo, ma sicuramente un' importante tappa verso traguardi sempre più ambiziosi. FORZA RAGAZZE.

07.08.2011 - Pythia Cup 2011

Italia terza - Citino OK

Positivo l’esordio dell’atleta della pallanuoto Cosenza nella nazionale Under 17 femminile, al Pythia Cup, prestigioso torneo riservato alle atlete nate dal 1994 in poi.

La forte centroboa, pur essendo la più piccola del gruppo (unica ’97), ha disputato un ottimo torneo, riuscendo a realizzare anche due importanti marcature negli incontri vinti contro l’Australia (11-9) e contro la Spagna (9-6, vittoria che è valsa il terzo posto alle ragazze allenate da Paolo Zizza).

Per la cronaca il torneo è stato vinto dalla padrone di casa della Grecia che si sono imposte nella finale alle atlete ungheresi per 10–6.

Ora, al rientro in Italia, Giusy è attesa dall’importante manifestazione, le Finali Nazionali Under 15, che si svolgeranno a Cosenza dal 9 al 12 Agosto 2011.

02.08.2011 - Finali Nazionali Under 15

Cosenza 09-12/08/2011 - Il programma

02.08.2011 - Pythia Cup 2011

Giusy c'è

Anche la cosentina Giusy Citino tra le azzurre nate '94 e seguenti convocate dal Ct Zizza per la "Pythia Cup", che si terrà dal 3 all'8 agosto in Grecia ad Itea. Il torneo internazionale vedrà impegnate le atlete italiane contrapposte alle parietà di Australia, Ungheria, Olanda, Spagna e Grecia.

Le convocate: Fabiana Sparano (CN Posillipo), Sara Dario (Beauty Star Plebiscito), Sofia Lombardo (Formoline Catania), Giuilia Viacava (RN Bogliasco), Giuditta Galardi, Federica Lavi, Chiara Tabani (Nuoto Prato), Ginevra Manzoni (RN Bologna), Roberta Grillo, Claudia Marletta, Agnese Di Stefano (Blu Team) Maria Giovanna Pellegrino (Volturno SC), Alessia Morvillo (SC Flegreo), Carla Carrega (RN Imperia), Giusy Citino (Cosenza PN).

Lo staff, oltre al tecnico federale Paolo Zizza, annovera l'assistente tecnico Giacomo Grassi,  il preparatore atletico Simone Cotini, il medico federale Vincenzo Ciaccio ed il team manager Mario Pace.

 

Un'ulteriore soddisfazione per la giovanissima centroboa della Cosenza Pallanuoto, attesa, tra l'altro, al rientro dalla trasferta greca, dalle Finali Nazionali Under 15 previste dal 9 al 12 agosto proprio nella piscina di Campagnano.

 

03.07.2011 - Semifinali Nazionali Under 15: le finaliste

Bogliasco, Osio, Rapallo, Florentia, Sis Roma, Posillipo, Cosenza ed Acquachiara in finale

Saranno queste otto squadre che a Cosenza, dal 9 al 12 agosto, si daranno battaglia per conquistare lo scudetto U15 femminile.

Girone 1: Tutto semplice per il Bogliasco che chiude la sua semifinale a punteggio pieno. L'Osio, invece, si qualifica alle finali in virtù della miglior differenza reti rispetto al Vela Nuoto (entrambe a 4 punti). Le bergamasche infatti chiudono il girone con un +2 di differenza reti rispetto al -1 delle ragazze dell'Ancona.

Girone 2: Anche le grandi favorite per la conquista del tricolore, il Rapallo, giocano in discesa conquistando 9 punti in tre gare. L'unica partita più incerta delle tre è stata l'ultima contro la RN Florentia, squadra qualificatasi al secondo posto nel girone, battuta 10-6.

Girone 3: Punteggio pieno anche per il Sis Roma anche se le laziali hanno dovuto sudare, ed anche tanto, contro le rossoverdi del Posillipo. Roma che chiude con 9 punti mentre il Posillipo, ad ex aequo con la Simply, ottiene la qualificazione alle finali scudetto vincendo con le abruzzesi il confronto per la differenza reti di un solo goal.

Girone 4: Discorso identico alle altre tre prime classificate. Il Cosenza Nuoto fa 3 su 3 e conquista le finali scudetto che giocherà nella piscina di casa. Le calabresi hanno una marcia in più rispetto alle avversarie chiudendo con una differenza reti di +41. Si qualifica in finale, come seconda, l'Acquachiara, arrivata a pari punti con l'Athena Roma, ma che detiene la miglior differenza reti, ed anche di gran lunga (-1 per le napoletane contro il -16 delle romane).


02.07.2011 - L’Under 15 alle Finali Nazionali

In foto la formazione che si è aggiudicata le semifinali di Catania
In foto la formazione che si è aggiudicata le semifinali di Catania

Con tre convincenti prestazioni le giovanissime di Posterivo si aggiudicano le semifinali nazionali di Catania disputatesi l’1 e 2 Luglio, e guadagnano per il secondo anno consecutivo l’accesso alle finali di categoria, che si terranno dal 9 al 12 agosto presso la piscina olimpionica di Cosenza.

Le cosentine sono inserite nel secondo girone con Cn Posillipo Napoli, Rapallo Nuoto e GN Osio. Nell’altro girone, invece, si daranno battaglia per determinare la griglia di partenza delle fasi successive, RN Bogliasco, Acquachiara Ati 2000 Napoli, RN Firenze e SIS Roma.

L’anno scorso finì con un gratificante quarto posto alle spalle di Prato, Flegreo e Rapallo. Quest’anno si punta quanto meno a confermare lo stesso risultato.

Per questo il tecnico cosentino ha predisposto un intenso piano di allenamenti per giungere alla manifestazione nelle migliori condizioni possibili. A tal fine, le “bimbe” si avvalgono della preziosa presenza delle atlete della prima squadra, con le quali stanno condividendo tantissime ore di vasca.

Esordio martedì 9 agosto alle ore 20:00 in quel di Campagnano contro la forte compagine napoletana del Posillipo. 

02.07.2011 - Semifinali Nazionali Under 15 Girone 4

Terza Giornata - Blu Team Ct Vs Cosenza Pallanuoto 4-20

Con la qualificazione alla fase finale già in tasca le ragazze di Posterivo partono in sordina subendo la doppia marcatura delle etnee. Poi il ritorno in acqua e il ripristino delle gerarchie. Vittoria netta, con il tecnico cosentino che concede ampio minutaggio anche alle giovanissime, che lo ripagano con una positiva prestazione.

TABELLINO

Blu Team: Poidomani, Lombardo, Campione, Bua, Strano 2, D'Amico 1, Di Guardo, Mirabella, Bucchieri 1, Noce, Spampinato, Bucisca, Aiosa.

All.  C. Cimino

Cosenza PN: Nigro, Citino 6, Presta 2, De Cuia 2, Rogondino 2, Caforio 1, Bonaparte 1, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Osnato 1, Garritano 4, Renda.

All. A. Posterivo

Arbitro: S. De Franca di Siracusa 

Parziali: 2-5, 1-4, 1-4, 0-7

02.07.2011 - Semifinali Nazionali Under 15 Girone 4

Seconda Giornata - Acquachiara Ati 2000 Na Vs Cosenza Pallanuoto 4-13

Con la qualificazione alla fase finale già in tasca le ragazze di Posterivo partono in sordina subendo la doppia marcatura delle etnee. Poi il ritorno in acqua e il ripristino delle gerarchie. Vittoria netta, con il tecnico cosentino che concede ampio minutaggio anche alle giovanissime, che lo ripagano con una positiva prestazione.

TABELLINO

Blu Team: Poidomani, Lombardo, Campione, Bua, Strano 2, D'Amico 1, Di Guardo, Mirabella, Bucchieri 1, Noce, Spampinato, Bucisca, Aiosa.

All.  C. Cimino

Cosenza PN: Nigro, Citino 6, Presta 2, De Cuia 2, Rogondino 2, Caforio 1, Bonaparte 1, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Osnato 1, Garritano 4, Renda.

All. A. Posterivo

Arbitro: S. De Franca di Siracusa 

Parziali: 2-5, 1-4, 1-4, 0-7

01.07.2011 - Semifinali Nazionali Under 15 Girone 4

Prima Giornata - Cosenza Pallanuoto Vs Athena Bracciano 21-4

Avvio convincente delle giovanissime cosentine. Impiegano solo un tempo a prendere le misure delle volenterose avversarie laziali. Poi è solo un monologo rossoblù al quale prendono parte tutte le atlete di Posterivo.

TABELLINO

Cosenza PN: Nigro, Citino 5, Presta 2, De Cuia 1, Rogondino 5, Caforio, Bonaparte, Diacovo, Sesti 2, Polillo, Osnato 2, Garritano 4, Renda.

All. A. Posterivo

Athena Club: Bossio, Caspoli, Barone, Arena, Stellato, Stellato, Asciuto, Picozzi 2, Stefanelli 1, Bartoletti, Stefanelli 1.

All. Caldarelli

Arbitro: G. Del Bosco di Palermo 

Parziali: 3-0, 6-2, 5-0, 7-2