11.08.2012 – Finali Nazionali under 15 – Sesta giornata

CAMPIONI D’ITALIA.

Annichilito in finale il Pro Recco. E’ uno storico bis.

Le Campionesse Italiane
Le Campionesse Italiane

Salire una volta sul tetto d’Italia, per una cittadina “periferica” rispetto alla pallanuoto che conta, aveva già rappresentato lo scorso anno un evento di notevole rilevanza sportiva.

Ripetersi a distanza di un anno, mettendo in fila nuovamente il gotha della pallanuoto nazionale, rappresenta un evento straordinario.

Il lavoro svolto quest’anno da Tecnici, Dirigenti, Atleti (e consentiteci, anche dai genitori) ha pagato nuovamente. La vittoria nella finale nazionale under 15, il terzo posto in quella under 17 ed il quarto nella graduatoria dell’under 19, conti alla mano, dovrebbero proiettare la società cosentina al vertice nazionale della pallanuoto giovanile femminile.

La finale di oggi, paradossalmente, è stata probabilmente la gara più facile dell’intero torneo. La disposizione delle ragazze cosentine in acqua è stata pressoché perfetta, riuscendo a limitare notevolmente il potenziale offensivo delle ragazze di Sinatra.

Porta sigillata egregiamente da Divina Nigro, miglior portiere della categoria (aveva già vinto lo stesso trofeo nelle due categorie superiori).

Difesa inappuntabile, con una sola marcatura concessa ad “uomini” pari, e Claudia Presta implacabile sul centro avversario (per lei anche una rete con una splendida intuizione da posizione uno).

Attacco devastante, con Giusy Citino ben servita al centro, incontenibile dalla corta distanza e realizzatrice di otto segnature di straordinaria fattura; Rossella Rogondino (altre due pregevolissime marcature per la barese “naturalizzata” cosentina), Jone Diacovo e Ramona Polillo sull’esterno a tirar via difensori dal centro e consentire agevoli rifornimenti ai terminali offensivi.

Regia illuminante con Carola Sesti e Benedetta Garritano (per il capitano anche un gran gol dalla distanza) a smistare palloni da una parte all’altra del campo e a coprire sulle eventuali controfughe avversarie.

Anche se non utilizzate nella gara di finale, le altre ragazze hanno notevolmente contribuito alla conquista del titolo con i sacrifici di una stagione intera. Meritano tutte la prima pagina: Francesca Greco, Melania Caforio, Anna Bonaparte, Federica Nisticò, Carolina Renda e Claudia Rizzuti. Tranne Francesca, per le altre (Claudia Presta compresa) la prossima stagione dovrà rappresentare l’anno della svolta, poiché le “senatrici” Divina, Giusy, Carola, Ramona, Rossella, Jone e Benedetta passano di categoria, e potranno cimentarsi solo nei tornei under 17 ed under 19.

A fine gara comprensibile l’entusiasmo sugli spalti ed in campo, con il Presidente Manna che ha voluto ringraziare personalmente le atlete che hanno portato in via dei Veterani dello Sport questo ennesimo, straordinario trofeo.

Entusiasta anche il dirigente Salvatore De Mari, tassello fondamentale in questo ulteriore successo della squadra cosentina. Senza il suo impegno e la sua passione sarebbe stato difficile realizzare tutto ciò che è stato conseguito nella stagione.

Quanto al Mister Andrea Posterivo che dire: ha avuto ragione lui, piegando una dopo l’altra il fior fiore delle più titolate squadre d’Italia, molte delle quali guidate da colleghi illustri. Le sue ragazze (le under 15) sono imbattute da due stagioni e ben 27 gare ufficiali. Bravo Mister e brave CAMPIONESSE!

 

IL TABELLINO. GMG Pro Recco - Tubisider Cosenza: 3-12. Parziali (0-3; 1-2; 1-5; 1-2)

GMG Pro Recco: Bacigalupo, Zanetta 1, Antonini, Avegno 1, Cassani, Barone, Tignonsini, Passalacqua, Adamo, Lamarino, Fiore, Antonucci 1, Pellegrini, Gravina, Fregosi. All. Sinatra

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 8, Presta 1, Caforio, Rogondino 2, Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti, Polillo, Nisticò, Garritano 1, Renda, Rizzuti. All. Posterivo

Arbitro sig.ra Antonella Sardellitto da Roma. Superiorità: GMG Pro Recco 2/5, Tubisider Cosenza 3/9. Uscita per falli nel quarto tempo Adamo (R). Spettatori 250 circa.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"  

10.08.2012 – Finali Nazionali under 15 – Quinta giornata

E’ finale. Piegata la Sis Roma. Avversaria la Pro Recco

Giusy Citino, top scorer del match
Giusy Citino, top scorer del match

Ad un anno esatto (era l’11 agosto del 2011) si rinnova lo scontro con la formazione capitolina. In palio sempre l’accesso alla finalissima del sabato, gara che assegna lo scudetto della pallanuoto femminile, categoria under 15. E’ una partita molto sentita in casa rossoblù. Le romane sono avversarie ostiche e, seppur in formazione ampiamente rinnovata rispetto alla passata stagione, riescono sempre ad impensierire le avversarie grazie alle prodezze balistiche di una Domitilla Picozzi molto ispirata in questa rassegna cosentina.

Ma il sette bruzio, che recupera Rogondino (anche se a mezzo servizio) assente nella gara della mattina contro la Blu Team, sfodera una prestazione convincente, recuperando morale e condizione rispetto alle gare precedenti. Pur denotando ancora qualche titubanza di troppo in fase di realizzazione e qualche evitabilissima disattenzione difensiva, il gioco esibito contro le ragazze di coach Ragosa risulta più apprezzabile. Si riesce a rifornire il centro, da dove Citino la mette dentro quattro volte, si riesce ad organizzare efficaci controfughe (due delle tre marcature di Rogondino), si colpisce dalla media distanza con Garritano (2 volte) e Sesti (una rete), e si va in porta anche da sottomisura con un pregevole gol di Presta.

Nell’altra semifinale, anche questa identica a quella dello scorso anno, la Pro Recco (allora era il Rapallo) la spunta sul Bogliasco al termine di una gara tiratissima e si candida prepotentemente alla conquista del titolo. Anche per vendicare la sconfitta patita la scorsa stagione ad opera delle cosentine che, ad un passo da uno storico bis, siamo certi faranno di tutto per non cedere le armi alla titolata formazione recchelina. Arbitrerà l’incontro la Sig.ra Antonella Sardellitto di Roma. Inizio alle 13 c/o la piscina olimpionica di Cosenza.

 

Tubisider Cosenza-SIS Roma 11-5. Parziali (2-1, 4-2, 2-1, 3-1).
Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 4, Presta 1, Caforio, Rogondino 3, Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Nisticò, Garritano 2, Renda, Rizzuti. All. Posterivo.
SIS Roma: Aurora Cellucci, Alessia Cellucci, Pais, Di Francesco, Sinigaglia 2, Bracco, Picozzi 3, G. Arpini, S. Arpini, Nardini, Maggi, Luotto, Tori. All. Ragosa.
Arbitro: sig.ra Cristina Taccini da Torino.
Note: nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Cosenza 2/7, Sis Roma 3/6. Spettatori 250 circa.

10.08.2012 – Finali Nazionali under 15 – Quarta giornata

Vittoria sofferta anche contro la Blu Team. Ci tocca la Sis Roma in semifinale

Jone Diacovo, tripletta alla Blu Team
Jone Diacovo, tripletta alla Blu Team

Non una grande partita quella contro la Blu Team di Catania. Le atlete cosentine, prive dell’infortunata Rogondino, hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio sul setterosa etneo. La partita ha comunque visto sempre condurre le ragazze della Tubisider che, però, non hanno mai dato l’impressione di essere pienamente padrone del match. E comunque l’obiettivo della semifinale è stato centrato anche grazie alla ritrovata vena di Diacovo, oggi in rete tre volte, come Sesti. Le altre marcature a firma Citino (2) e Garritano (1). In semifinale, contro le storiche rivali della Sis Roma (come nella scorsa stagione) ci vorrà una prova di tutt’altro livello, per conquistare l’accesso all’agognata finalissima di sabato.

 

Tubisider Cosenza - Blu Team Catania: 9 - 6. Parziali (2-0; 3-3; 3-1; 1-2)

 

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 2, Presta, Caforio, , Greco, Bonaparte, Diacovo 3, Sesti 3, Polillo, Nisticò, Garritano 1, Renda, Rizzuti. All. Posterivo

Blu Team Catania: Poidomani, Lombardo, Campione, Bua, Iuppa 2, D’Amico, Barone, Mirabella, Buccheri 3, Bucisca, Amara 1, Spampinato. All. Ajosa.

Arbitro sig.ra Cristina Taccini di Torino. Superiorità: Tubisider Cosenza 0/2, Blu Team Catania 0/4 + 1 rig. Spettatori 120 circa.

09.08.2012 – Finali Nazionali under 15 – Terza giornata

Tre su tre. Cade anche la Simply Sport. Tubisider a punteggio pieno

Tre reti oggi per Carola Sesti
Tre reti oggi per Carola Sesti

Vittoria agevole contro la formazione pescarese e le ragazze di Posterivo passano ai quarti come prime del girone 1, e lì troveranno le catanesi del Blu Team, quarte classificate nel secondo girone. La partita di oggi pomeriggio ha visto le cosentine condurre agevolmente per tutto l’incontro. Pur non esibendo una grande vena in fase offensiva le rossoblù hanno comunque portato in porto la gara grazie alle triplette di Sesti, Rogondino e Garritano, alla doppietta di Citino ed alla ulteriore marcatura di Presta. Ora, conclusa la fase a gironi, al via gli scontri che contano. Sbagliare adesso significherebbe abbandonare i sogni di gloria. Primo appuntamento venerdì alle 12:00, contro la Blu Team, per continuare a cullare un sogno….

 

Simply Sport Pescara - Tubisider Cosenza: 2-12. Parziali (0-3; 0-3; 2-3; 0-3).

 

Simply Sport: Travaglini, Invernizi, Leone, Ranalli 1, Colletta, Di Claudio, De Vincentiis 1, Giordano, Perna, D’Anteo. All. Castelli

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 2, Presta 1, Caforio, Rogondino 3, Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti 3, Polillo, Nisticò, Garritano 3, Renda, Rizzuti. All. Posterivo

Arbitro sig. Stefano Scollo di Siracusa. Superiorità: Simply Sport 0/2, Tubisider Cosenza 3/4. Spettatori 200 circa.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"  

09.08.2012 – Finali Nazionali under 15 – Seconda giornata

Pro Recco ostico. La Tubisider vince soffrendo.

Pro Recco - Tubisider. Il Finale
Pro Recco - Tubisider. Il Finale

Sulla carta doveva essere una gara difficile quella contro le babies del Pro Recco. E il campo ha confermato le aspettative. Quella ligure è una “signora squadra”, messa egregiamente in acqua da coach Sinatra, uno che di finali nazionali ne conta veramente tante. Uno che nel suo fardello reca un palmarès che ben pochi in Italia possono esibire. Lo sa bene Posterivo, costretto a modificare alcune posizioni per far fronte al marcamento aggressivo praticato sulle portatrici di palla. Ne risente la fase di impostazione, ma quando si riesce a far cader qualche palla al centro, si mette il centroboa Citino di concludere o di subire espulsioni. La gara si snoda sul filo dell’equilibrio fino alla fine del secondo tempo, che vede le reccheline in vantaggio per 4 a 3. Poi l’allungo delle cosentine che, tra la terza e la quarta frazione di gioco, con un perentorio 5 a 0, scavano un solco incolmabile anche per una squadra esperta come quella ligure. 9 a 6 il finale per le cosentine con Citino a quota 3, Rogondino e Garritano a 2, Presta e Sesti anche loro a referto con una rete a testa. Tra le avversarie in evidenza Silvia Avegno con cinque marcature, due delle quali dal dischetto.

 

GMG Pro Recco - Tubisider Cosenza: 6-9. Parziali (1-2; 3-1; 0-3; 2-3)

 

GMG Pro Recco: Bacigalupo, Zanetta, Antonimi, Avegno 5 (2 rig.), Cassani, Barone, Tignonsini, Passalacqua, Adamo, Lamarino, Fiore, Antonucci 1, Pellegrini, Gravina, Fregosi. All. Sinatra

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 3, Presta 1, Caforio, Rogondino 2(1 rig.), Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Nisticò, Garritano 2, Renda, Rizzuti. All. Posterivo

Arbitro sig. Giovanni del Bosco di Palermo. Superiorità: GMG Pro Recco 1/2 + 2 rig., Tubisider Cosenza 2/5 + 1 rig. + 1 rig. errato. Spettatori 100 circa.

08.08.2012 – Finali Nazionali under 15 – Prima giornata

Tubisider Cosenza, esordio OK. Sconfitta l’Acquachiara di Napoli

La presentazione della gara odierna
La presentazione della gara odierna

Nulla possono le bianco-azzurre di Barbara Damiani contro le rossoblù cosentine. E’ netto il divario tra le due formazioni che già nella corrente stagione si erano trovate di fronte nel campionato regionale campano con la vittoria in entrambe le gare del setterosa cosentino. La gara parte subito bene per Garritano & C. con due fulminanti contropiedi ed una pregevole conclusione da posizione uno di Rogondino. Poi è la volta di Citino, padrona dei due metri. Prende diverse espulsioni e finalizza implacabilmente dalla corta distanza, risultando alla fine miglior realizzatrice con cinque marcature, mentre Rogondino la segue con quattro reti. Completano lo score Garritano (che finalizza due delle cinque superiorità a disposizione della squadra di casa) e Sesti (anche per lei una pregevole realizzazione da posizione uno). Per le avversarie, che poche volte si sono seriamente affacciate dalle parti di Nigro, in rete Toraldo, Foresta e De Magistris. 12 a 3 il risultato finale con Posterivo che concede minuti d’acqua a quasi tutte le atlete in panchina.

A fine gara la consueta toccante cerimonia inaugurale con la presentazione delle otto squadre partecipanti alla settima edizione della finale del campionato nazionale under 15 di pallanuoto femminile. A seguire il ricordo commosso per la prematura scomparsa di Renato Dani, presidente della Fin Toscana, una vita dedicata alla pallanuoto.

Poi la consegna da parte del presidente della Tubisider Cosenza Giancarlo Manna di un ricordo agli sponsor della società, Emilio De Seta (Tubisider) e Massimo Manna (M Costruzioni).

 

Tubisider Cosenza Pallanuoto – Acquachiara ATI 2000 Napoli 12-3 (3-1, 3-1, 5-0, 1-1)

 

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 5, Presta, Caforio, Rogondino 4, Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Nisticò, Garritano 2, Renda, Rizzuti. Allenatore: Andrea Posterivo.

Acquachiara ATI 2000 Napoli: D’Antonio, Esposito A., De Magistris A., Manzo, Mazzola, Toraldo 1, Esposito M., De Magistris C. 1, Nebbioso, Iavarone, Foresta 1, Mosca, Bottiglieri. Allenatore: Barbara Damiani.

Arbitro: Antonella Sardellitto di Roma. Tubisider Cosenza 3/5 + 1 rig., Acquachiara Ati 2000 0/5. Spettatori 150 circa.

03.08.2012. L'ora delle "Bimbe Terribili"

Con le finali nazionali under 15 si chiude la stagione della pallanuoto femminile

Le under 15. Pronte a partire
Le under 15. Pronte a partire

Esordio mercoledì 8 agosto alle ore 18:30 in quel di Campagnano contro l’Acquachiara di Napoli. Nella giornata successiva doppio impegno: alle 09:00 contro le forte compagine ligure del Pro Recco. Alle 18:00 saranno invece le abruzzesi della Simply di Pescara a cercare di sbarrare la strada alle ragazze di Posterivo.

Vediamo allora la composizione dei gironi.

 

Del primo dei due raggruppamenti fanno parte Pro Recco, Simply Pescara, Tubisider Cosenza ed Acquachiara di Napoli.

Pro Recco: è l’ex Rapallo Nuoto. Rispetto alla formazione che nella scorsa stagione giunse in finale, Mario Sinatra dovrà fare a meno del talento di Arianna Gragnolati (per lei quest’anno anche qualche presenza in A1 con la formazione campione d’Italia), ma potrà avvalersi dei servigi di Silvia Avegno e Martina Antonucci, oltre ad un plotoncino di agguerrite giovanissime. Una delle favorite per il titolo.

Simply Pescara: formazione giovanissima. Arnaldo Castelli in panchina a dirigere un gruppo agguerritissimo che ben si è comportato nelle finali nazionali under 17 di Frosinone dove ha colto un onorevolissimo sesto posto. Diverse le giocatrici da tener d’occhio: su tutte Ranalli, Invernizzi, Di Claudio e De Vincentiis. Per noi una delle pretendenti ad un posto sul podio.

Tubisider Cosenza: forse per la prima volta la formazione cosentina non sconta un deficit in termini di età media, con ben otto ’97 in lista. Le ragazze di Posterivo si sono imposte nettamente nel campionato campano contro Volturno, Flegreo, Posillipo ed Acquachiara. Hanno poi superato SiS Roma e Vela Ancona nella semifinale di Cosenza e, dopo l’esaltante stagione (dieci di loro erano in formazione a Frosinone nella squadra che ha centrato uno storico bronzo nella finale under 17, mentre quattro facevano parte della spedizione quarta ad Acireale nella finale under 19), si apprestano ad affrontare questa ennesima finale con la consapevolezza di poter competere per il podio.

Acquachiara Napoli: coach Barbara Damiani. Seconda nel campionato campano, la formazione napoletana ha poi superato il turno successivo nella semifinale di Catania. Già presente nella finale 2011, quest’anno si ripropone con un collettivo coriaceo ben disposto in acqua, in grado di rendere difficile la vita a tutte le altre compagini presenti a Cosenza.

 

Del secondo girone fanno invece parte RN Bogliasco, RN Florentia, SIS Roma e Blu Team Catania.

RN Bogliasco: guidata da Neyra Marsili, la formazione ligure può contare su un nucleo importante di atlete esperte (per la categoria). Su tutte Francesca Trucco, Giulia Millo e Agnese Cocchiere, già protagoniste nelle finali under 17 ed under 19. Per loro complessivamente 27 reti nelle gare di Frosinone ed Acireale. Tra le pretendenti al titolo.

SIS Roma: Paolo Ragosa in panchina a guidare un gruppo rinnovato per ovvi motivi anagrafici. Della formazione terza classificata nell’edizione passata e che annoverava tra le proprie fila un fortissimo gruppo di atlete nate nel ’96, rimangono le esperte Alessia Cellucci e, soprattutto, la temibilissima Domitilla Picozzi. Fu proprio lei ad aggiudicarsi, nella scorsa edizione, la palma di migliore realizzatrice del torneo con ben 26 marcature.

RN Florentia: una incognita. A guidare le atlete toscane Maurizio Ceccarelli. Alcune rarinantine erano presenti al “Trofeo delle Regioni” di Tolentino nella rappresentativa della Toscana. Assente il Prato, le fiorentine hanno facilmente vinto la fase regionale contro un’unica formazione avversaria. Seconde nel girone 1 di semifinale alle spalle del Pro Recco e davanti ad Osio e Sport Management. Erano già presenti nelle finali under 15 della scorsa stagione, e si classificarono al sesto posto, cedendo di una sola marcatura al Posillipo nella finale per la quinta piazza.

Blu Team Catania: coach Poppi Aiosa. Collettivo anch’esso di buona qualità con alcune ottime individualità. Su tutte Giordana Iuppa, che bene si è disimpegnata anche nelle categorie maggiori. Nel girone di semifinale la Blu Team ha messo in riga Acquachiara Napoli ed Orizzonte Catania. Va sottolineato che la squadra etnea, insieme a SiS Roma, Pro Recco, RN Bogliasco e Tubisider Cosenza, può fregiarsi del merito di aver conseguito l’accesso in tutte e tre le finali nazionali giovanili.

 

Il PROGRAMMA.

1^ giornata - mercoledì 8 agosto

17.30 GMG Pro Recco-Simply Sport

18.30 Tubisider Cosenza-Carpisa Yamamay Acquachiara

20.00 RN Florentia-Combiline Bogliasco

21.00 SIS Roma-Blu Team

2^ giornata – giovedì 9 agosto - primo turno

09.00 GMG Pro Recco-Tubisider Cosenza

10.00 Simply Sport-Carpisa Yamamay Acquachiara

11.00 RN Florentia-SIS Roma

12.00 Combiline Bogliasco-Blu Team

3^ giornata – giovedì 9 agosto - secondo turno

17.00 Carpisa Yamamay Acquachiara-GMG Pro Recco

18.00 Simply Sport-Tubisider Cosenza

19.00 Blu Team-RN Florentia

20.00 Combiline Bogliasco-SIS Roma

 

Gli accoppiamenti per gli incontri successivi saranno determinati dalla classifica conseguita nella fase a gironi.

29.07.2012 – Finali Juniores. Brave, anzi di più!

Il quarto posto nobilita un’annata entusiasmante

Divina Nigro miglior portiere del torneo

Martina Gallo, oggi tre reti
Martina Gallo, oggi tre reti

Con questo prestigioso risultato va in archivio anche la stagione agonistica dell’under 19 della Cosenza Pallanuoto.  Probabilmente non era questa la categoria sulla quale, ad inizio anno, si investivano le maggiori aspettative da parte della società di via dei Veterani dello sport. Per diversi motivi. Innanzitutto il torneo d’accesso alle semifinali nazionali, con avversarie del calibro di Posillipo, Volturno, Flegreo ed Acquachiara. Difficile pensare di superare questa fase con un organico risicatissimo e abbondantemente sotto età. Torneo vinto e passaggio alla fase successiva. E’ proprio in questa fase (le semifinali nazionali) che si realizza l’impresa: la vittoria su Civitavecchia ed Imperia, e l’ininfluente sconfitta subita ad opera della Blu Team di Catania, spianano alle ragazze del Presidente Manna la strada verso una finale storica. Quella di Acireale, contro il meglio della pallanuoto nazionale. Solo esserci mette i brividi. Le avversarie sono fortissime, hanno organici importanti, alcune dispongono di più atlete delle tredici iscrivibili a referto, e possono, quindi, permettersi un salutare turnover che non guasta mai in una rassegna così breve ed intensa (sei partite in 3 giorni, e che partite!). Posterivo non arriva a superare la decina di unità, e per le prime due gare presenta una panchina spoglia, con solo due rincalzi (compreso il secondo portiere). Il motivo di ciò è l’assurdo limite sulle ’97 e segg. imposto dal regolamento (max tre a referto). Sfiorare il podio, in queste condizioni, non lascia rammarico, ma inorgoglisce e fortifica.

Positiva la prestazione di tutte le ragazze schierate ad Acireale, ma un riconoscimento particolare al capitano Martina Gallo oggi più che mai risulta doveroso quanto sentito. Per la forte giocatrice cosentina quella contro le romane della SIS è stata l’ultima gara in una formazione giovanile. Dalla prossima stagione, per raggiunti limiti d’età, potrà mettere la propria esperienza  “solo” al servizio della prima squadra.

Ancora un prestigioso riconoscimento, infine, per il portiere rossoblù Divina Nigro che, dopo aver conquistato il trofeo come miglior portiere nella finale nazionale under 17, ha bissato il successo anche nella categoria maggiore. A dimostrazione del fatto che la forte atleta cosentina, al momento, ha ben poche rivali in ambito nazionale, almeno per quanto attiene al settore giovanile.

 

Giornata 6 – Domenica 29/07/2012 ore 11:30

 

Tubisider Cosenza-Sis Roma: 7-9 (1-1, 2-2, 1-3, 3-3)
Tubisider Cosenza: Nigro, Citino, Gallo 3, De Cuia 2, Rogondino, Santoro, Nicolai, Zaffina, Osnato, Perri. All. Posterivo.
Sis Roma: Palamara, Cellucci A., Maciucchi, Tori, B. Picozzi, Perazzetti 1, G. Cellucci G., Sinigaglia 3, D. Picozzi 1, Ricciardelli 1, A. Cellucci, Rovetta 1 (rig.), Vezzù. All. Ragosa.
Arbitro: Piano
Note: Superiorità numeriche: Cosenza 2/5 , Sis Roma 3/7 (1 rig.). Nessuna uscita per falli

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"  

28.07.2012 – Finali Juniores. Disco rosso col Prato

Sfuma la finalissima. Si gioca per il bronzo contro la Sis Roma

Il coach cosentino Andrea Posterivo
Il coach cosentino Andrea Posterivo

E’ comunque un risultato straordinario. Giocare la seconda finale per il terzo posto della stagione, dopo quella vinta nel torneo under 17 proprio contro il Prato di coach Grassi.

La gara di oggi pomeriggio. La resistenza delle ragazze di Posterivo dura due frazioni. Poi la stanchezza della quinta gara in 48 ore (si paga una panchina troppo corta a causa di un regolamento insensato), ed una micidiale Galardi negano a Gallo & c. una finale per il titolo che avrebbe avuto dell’incredibile, visto il lotto delle dirette concorrenti.

Probabilmente l’obiettivo iniziale razionalmente era posto più indietro rispetto alla quarta posizione.

Dopo quello visto in questi giorni non costituisce eresia sperare in quel terzo gradino del podio.

 

Giornata 5 – Sabato 28/07/2012 ore 19:00

 

Tubisider Cosenza-Geofirias Cavalieri Prato 9-17 (3-2, 4-7, 1-5, 1-3)
Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 2, Gallo 2, De Cuia 3, Santoro, Nicolai, Zaffina, Osnato, Garritano 2, Perri. All. Posterivo.
Geofirias Cavalieri Prato: Giaimo, Pelagatti, Zanieri 1, Mantovani, Agostino Ninone, Strinati 1, Galardi 9, Tabani 4 (2 rig.), Albiani, Fedeli, Francini, Roccabianca 1, Beffa 1. All. Grassi.
Arbitro: Severo.
Note: Uscita per limite di falli Roccabianca (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Tubisider Cosenza 2/7, Geofirias Cavalieri Prato 1/5.

28.07.2012 – Finali Juniores. Che carattere!

Sconfitte le catanesi della Blu Team in una gara epica

Divina Nigro, oggi insuperabile
Divina Nigro, oggi insuperabile

Quello che non ti aspetti. Contro le etnee di Ajosa, Posterivo e le sue atlete sfoderano una prestazione convincente, tutto testa e cuore. Subito sotto di due reti (3 a 1 al termine della prima frazione), il sette cosentino non si scompone, agguanta il pari ad 1’44 dal termine del secondo tempo, e chiude il terzo sopra di due (5 a 3). Impiegano ben 17’44 le frastornate atlete della Blu Team per ritrovare la via del gol, anche grazie ad una stratosferica Divina Nigro che riesce a sventare ben quattro dei cinque rigori concessi alla formazione siciliana. L’ultimo tempo è giocato con estrema lucidità e, nonostante le tre espulsioni definitive per Santoro, Zaffina e De Cuia (Posterivo è costretto a schierare il secondo portiere, Perri, come giocatore di movimento), le eroiche superstiti in acqua riescono ad imbrigliare le temibili tiratrici siciliane e a far proprio il risultato col punteggio di 6 a 5.

Si gioca quindi per i posti che contano.

 

Giornata 4 – Sabato 28/07/2012 ore 11:30

 

BLU TEAM-COSENZA 5-6 (3-1, 0-2, 0-2, 2-1)

Blu Team: Messina, Laneri, Campione, Salanitro 1, M. Borrello, V. Borrello, A. D’Amico 1, Iuppa, Y. Buccheri, Palmieri, Grillo 2 (1 rig), Lombardi, Distefano 1. All. Ajosa.

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 2, Gallo 1, De Cuia, Rogondino 2, Santoro, Nicolai 1, Zaffina, Osnato, Perri. All. Posterivo.

Arbitro: Piano

Superiorità numeriche: Blu Team 1/11 + 4 rigori di cui quattro falliti da Grillo nel secondo, Grillo e Di Stefano nel terzo, Grillo nel quarto tempo, Cosenza 0/3.

Note: uscite per limite di falli De Cuia, Santoro e Zaffina (C) nel quarto tempo

27.07.2012 – Finali Juniores. Chiusa la prima fase

Due sconfitte ed un pari il bilancio per le cosentine

La ragazze dell'under 19
La ragazze dell'under 19

Terminate le prime tre giornate di gare della fase finale del campionato nazionale under 19 di pallanuoto femminile. Questa la situazione nei due gironi di Acireale.

Nel primo girone, nel quale era inserita la Tubisider Cosenza, dominio incontrastato dell’Orizzonte Catania che si disfa nell’ordine di Cosenza, Pro Recco e Bogliasco. Per i posti dal secondo al quarto la spunta la squadra di Sinatra che vince con il Bogliasco di misura ed impatta con la formazione cosentina. Per la terza piazza prevale il Bogliasco sul Cosenza.          

Nel secondo girone vita facile per l’altra rappresentativa catanese, la Blu Team che regola Sis Roma, Prato e Plebiscito. Dopo le ragazze di Ajosa poi nell’ordine Sis Roma, Prato e Plebiscito Padova. Per le venete quest’anno sarà veramente difficile replicare i successi degli ultimi anni nella stessa categoria.

In virtù di tali piazzamenti gli accoppiamenti per i quarti di finale sono i seguenti:

Pro Recco - Cavalieri Prato

SIS Roma - RN Bogliasco

Blu Team Catania – Tubisider Cosenza

Orizzonte Catania – Plebiscito Padova

 

Giornata 3 - Venerdì 27/07/2012 ore 16:30

 

COSENZA-PRO RECCO 9-9 (2-3, 1-3, 3-0, 3-3)

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 5 (1 rig.), Gallo 1, De Cuia 1, Santoro, Nicolai, Zaffina 2, Osnato, Garritano, Perri. All. Posterivo.

GMG Pro Recco: Raffo, Gragnolati 1, Sbarbaro, Ferreccio, Bertora, Zerbone 2 (1 rig.), M. D’Amico 2 (1 rig.), Bonino, Mori, Criscuolo 4, Isola, Sessarego, Adamo. All. Sinatra.

Arbitro: Ruscica

Superiorità numeriche: Tubisider Cosenza 2/7 +2 rig. (1 fallito da Garritano nel I tempo), GMG Pro Recco 1/4 +2 rig.

Note: uscita per limite di falli De Cuia (C) nel quarto tempo.

 

Giornata 2 - Venerdì 27/07/2012 ore 10:15

 

BOGLIASCO-COSENZA 10-8 (3-2, 3-1, 0-2, 4-3)

Combiline Bogliasco: Giussani, Viacava 3, Secondi 1, Bogliolo, Millo 1, Boero 5 (4 rig.), Signorelli, Merega, Lanzoni, Trucco, Cocchiere. All. Bettini.

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino, Gallo 4, De Cuia 2, Rogondino 2 (1 rig.), Santoro, Nicolai, Zaffina, Perri. All. Posterivo.

Arbitro: Zedda.

Superiorità numeriche: Combiline Bogliasco 1/6, Tubisider Cosenza 1/4.

Note: uscite per limite di falli Nicolai (C) e Gallo (C) nel quarto tempo.

 

Giornata 1 - Giovedì 26/07/2012 ore 17:15

 

ORIZZONTE-COSENZA 12-9 (2-1, 3-3, 4-1, 3-4)

Venosan Catania: Zuccarello, Aiello 1, Coppolino 3, Scuderi 1, Guarino, Palmieri, Crisafulli, Marletta 5 (3 rig.), Musumeci 1, Aiello, Lombardo 1. All. Miceli.

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 1, Gallo 2 (1 rig.), De Cuia 1, Santoro, Nicolai 1, Zaffina 1, Garritano 3 (1 rig.), Perri. All. Posterivo.

Arbitro: Fusco.

Superiorità numeriche: Venosan Catania 1/3, Tubisider Cosenza 0/3.

Note: uscita per limite di falli Lombardo (Ct) nel quarto tempo. Marletta (Ct) ha fallito un rigore nel quarto tempo sull’11-8.

25.07.2012 – Al via la finale juniores

Impegno durissimo in terra sicula contro avversarie di rango

Martina Gallo, capitano dell'under 19
Martina Gallo, capitano dell'under 19

Scatta l’ora della finale nazionale. E scatta l’ora delle atlete delle Cosenza Pallanuoto, al termine di una brillante stagione che le ha viste prima imporsi nel campionato campano su un lotto di avversarie titolate (Flegreo, Posillipo, Acquachiara e Volturno) e poi superare Civitavecchia ed Imperia e cedere solo al forte Blu Team nella fase di semifinale. E adesso si trovano ad affrontare il gotha della pallanuoto nazionale.

Gallo & C. sono inserite nel Girone 1 con Pro Recco, Bogliasco ed Orizzonte Catania, formazioni nelle quali militano numerose atlete da tempo inserite nel giro della nazionale juniores, se non di quella maggiore. Nel Girone 2, invece, si affronteranno le padovane del Plebiscito (campionesse in carica), le romane della SIS, le catanesi della Blu Team e le toscane del Prato. Sarà quindi, per il sette cosentino, l’occasione di confrontarsi con avversarie di indubbio valore tecnico. Un’occasione unica nel processo di crescita sportiva delle giovani atlete cosentine. Basti pensare che la Cosenza Pallanuoto, tra le otto squadre finaliste, è l’unica formazione che milita nel campionato di serie B, mentre tutte le altre sono inserite nei campionati maggiori (A1 o A2). Ed inoltre, elemento non trascurabile, la formazione rossoblù è probabilmente il gruppo più giovane, con un’età media di sedici anni e quattro mesi in una competizione dove il limite superiore d’età è di diciannove anni.

Posterivo, per i limiti imposti dal regolamento sulle ’97 e segg. ha convocato per Acireale le seguenti atlete: Nigro, Citino, Gallo, De Cuia, Rogondino, Santoro, Nicolai, Zaffina, Osnato, Garritano, Perri. Solo undici ragazze, con quattro ’97, delle quali solo tre a referto per ciascuna partita. In panchina, quindi, il secondo portiere e due sole giocatrici di movimento. Primo incontro giovedì 26 luglio alle 17:15 contro la formazione siciliana della Orizzonte Catania.

Le "Bimbe Terribili" allungano la stagione

Cosenza Pallanuoto anche alle finali nazionali under 15

Le ragazze si preparano alla battaglia
Le ragazze si preparano alla battaglia

Anche il girone 3 delle semifinali nazionali categoria under 15 ha decretato le due squadre che andranno ad aggiungersi alle altre sei formazioni classificate ai primi due posti nei gironi di Bogliasco, Pescara e Catania. Sono la Cosenza Pallanuoto e la SIS Roma, che già prima dello scontro diretto, in virtù del successo contro la Vela Ancona, e del contemporaneo forfait della RN Bologna, hanno maturato il diritto a competere per lo scudetto anche nella stagione corrente.

Nella prima delle tre partite previste la SIS Roma ha avuto la meglio sulle marchigiane di coach Pace al termine di una gara combattuta che ha avuto un’unica protagonista, la sissina Domitilla Picozzi, autrice di ben otto realizzazioni e di una generosissima prestazione anche in fase difensiva. 10 a 6 il finale per le babies di coach Ragosa.

Nella seconda gara finalmente in acqua le ragazze di Posterivo. Avversarie le anconetane che, dopo la sconfitta maturata ad opera della formazione romana, si giocano in questa partita le residue possibilità di accesso alle finali nazionali, previste proprio a Cosenza dall’8 all’11 agosto prossimi. Di fronte, però, vi è una formazione decisamente superiore che, nonostante alcune vistose indecisioni sia in fase offensiva che difensiva riesce a chiudere la contesa piuttosto agevolmente col punteggio di 13 a 6. Migliori realizzatrici in casa rossoblù Citino e Garritano con tre reti a testa. A referto anche Sesti, Polillo, Presta e Rogondino.

La partita del pomeriggio, a qualificazione già conseguita da entrambe le contendenti, serve a determinare il primato nel girone. Le capitoline e le cosentine già nella scorsa final eight diedero vita ad una entusiasmante gara di semifinale, vinta dalle calabresi per 10 a 8 e che, sulla scia di tale successo ebbero poi vita facile nella finalissima contro il Rapallo diventando la prima squadra calabrese a fregiarsi di un titolo nazionale.

Quest’anno non cambia l’esito della contesa, ma il gap tra le due formazioni. 21 a 10 per Garritano & c., in virtù di una gara giocata magistralmente. Le cosentine partono subito forte e dai primi minuti si intuisce che per le giallorosse sarà un pomeriggio d’inferno, con la sola Picozzi a tentar di contenere i danni. Troppa la differenza in acqua, soprattutto dal punto di vista della varietà del gioco, con svariate soluzioni offensive ed una pressione difensiva tale da non consentire nessuna giocata valida al centro avversario e solo conclusioni da distanze importanti. A noi spettatori la formazione romana è parsa altra squadra rispetto a quella vista in acqua ieri contro l’Ancona: probabilmente già appagata per la qualificazione alla fase finale già conseguita. Sicuramente, per quella occasione sarà in grado di render dura la vita a tutte le squadre che si troveranno ad affrontarla.

Quanto alle atlete di casa che dire: brave, molto brave, molto meglio contro la SIS che contro la Vela. Posterivo ha dato spazio a tutta la rosa e ben sette atlete lo hanno ripagato a suon di gol. Su tutte Citino e Presta con cinque realizzazioni a testa. Ma consentiteci una particolare notazione positiva per Ramona Polillo. Si fa trovare pronta quando il tecnico cosentino la getta nella mischia e lei ricambia la fiducia accordata con quattro reti di ottima fattura.

Vacanze rinviate, quindi, anche per le piccole che, dall’8 all’11 agosto p. v. si troveranno a difendere il titolo italiano conquistato lo scorso 12 agosto proprio nella piscina di Campagnano.

 

Le gare del Girone 3 di Semifinale Nazionale.

 

1^ GIORNATA

SIS Roma - Vela Ancona: 6-13. Parziali: (4-1, 1-2, 5-3, 0-0)

 

 

2^ GIORNATA

Il tabellino. Vela Ancona - Tubisider Cosenza PN: 6-13.

Vela Ancona: Lucesole, Strappato, Bersacchia, Grati, Giaquinto, Vincenzoni, Battistelli, Andreoni, Galli, Altamura 4, Sordoni, Quattrini 2, Forgione. Allenatore: Milko Pace.

Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 3, Presta 1, Caforio, Rogondino 2, Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti 2, Polillo 2, Nisticò, Garritano 3, Renda. All. Andrea Posterivo.

Arbitro Sig. D’Alessio di Napoli.

Parziali: (0-3; 2-4; 2-1; 2-5). Spettatori circa 100.

 

3^ GIORNATA 

Il tabellino. Tubisider Cosenza PN – SIS Roma: 21-10.

Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 5, Presta 5, Caforio, Rogondino 2, Greco, Bonaparte, Diacovo 1, Sesti, Polillo 4, Nisticò 1, Garritano 3, Renda, Rizzuti. All. Andrea Posterivo.

SIS Roma:Cellucci Aurora, Cellucci Alessia 3, Pais, Di Francesco, Sinigaglia, Bracco, Picozzi 6, Arpini Giulia, Arpini Sara 1, Nardini, Maggio, Vittorioso, Tori, Luotto. Allenatore: Paolo Ragosa.

Arbitro: Sig. Gianfranco Bonavita di Napoli.

Parziali: (6-1; 5-1; 7-2; 3-6). Spettatori circa 100.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"  

17.07.2012 – In scena le “Bimbe Terribili”

Semifinali nazionali under 15 da oggi a Cosenza

Il coach Andrea Posterivo
Il coach Andrea Posterivo

Al via con una defezione importante. La Rn Bologna, vincitrice del proprio campionato regionale, non scenderà in vasca in quel di Campagnano. Oscuri i motivi di tale rinuncia. Certo è che questo modo di fare non aiuta la crescita di uno sport ormai con “l’acqua alla gola”. E proprio nella categoria ragazze, quella che dovrebbe rappresentare il principale veicolo di promozione della disciplina sportiva. Anche la Federazione, oltre alla società interessata (e quello in questione non è l’unico caso di forfait), manifesta colpevole disinteresse verso l’evento, non procedendo al rimpiazzo delle squadre rinunciatarie, non comminando vere sanzioni nei confronti di chi disattende gli impegni assunti (e le sanzioni sono previste dai regolamenti) e, cosa non meno rilevante, non dando nessun rilievo all’evento previsto.

Saranno quindi tre le squadre a contendersi i due posti disponibili per l’accesso alla finale nazionale prevista dall’8 all’11 agosto proprio nell’impianto cosentino. Vela Ancona e Sis Roma le antagoniste del setterosa bruzio guidato da coach Posterivo. Si tratta di due buone formazioni, i cui elementi di spicco abbiamo avuto modo di apprezzare nelle finali nazionali under 17 svoltesi a Frosinone dal 5 all’8 luglio. Tra le fila marchigiane sicuramente Elena Altamura (classe ’98, migliore realizzatrice della propria squadra nella finale disputata) ed Elisa Quattrini: da loro arriveranno le maggiori insidie per le compagini avversarie. Le laziali si affidano prevalentemente al talento di Domitilla Picozzi, validamente supportata da Alessia Cellucci, e ad un organizzazione che ha pochi eguali sul territorio nazionale.

Per le atlete di casa, campionesse nazionali in carica, saranno presenti le ragazze che a Frosinone hanno conquistato uno splendido terzo posto nella categoria superiore (l’under 17), ad eccezione delle tre ’96 (Osnato, Santoro e De Cuia), e con l’inserimento di alcune promettenti giovanissime.

 

Di seguito il programma delle gare previste.

 

Martedì   17 Luglio ore  19,00  SIS Roma - Vela Nuoto Ancona

Mercoledì 18 Luglio ore   9,30  Vela Nuoto Ancona - Tubisider Cosenza Pallanuoto

Mercoledì 18 Luglio ore 15,30  Tubisider Cosenza Pallanuoto - SIS Roma

15.07.2012 - IMPRESONA!

Le vittorie su Civitavecchia ed Imperia garantiscono un posto nella finale nazionale under 19

Le indicazioni di coach Posterivo
Le indicazioni di coach Posterivo

E sono due. Dopo l’under 17, terza nella final eight di Frosinone, anche la formazione juniores della Cosenza pallanuoto guadagna con merito l’accesso alla finale nazionale di Acireale. Una due giorni nella quale le ragazze di Posterivo hanno messo in mostra un’ottima condizione fisica e una più che soddisfacente organizzazione di gioco.

Nella prima delle tre gare facile il successo contro le laziali della Cosernuoto con cinque realizzazioni a cura del capitano Martina Gallo e quattro, invece, ad opera di Sara Zaffina.

La seconda partita è quella decisiva. L’avversario è l’Imperia di coach Capanna. Sono solo in sette a referto, ma possono contare sull’apporto di due autentiche campionesse, entrambe nazionali juniores, Pomeri e Carrega. Sono loro a rintuzzare i colpi inferti da una superba Citino e dalle sue compagne, oggi autrici di una gara veramente accorta e senza sbavature. 14 a 8 il finale che rappresenta il pass per la Sicilia dal 26 al 29 luglio.

La terza ed ultima partita, a qualificazione acquisita, è contro la Blu Team di Catania, anch’essa già promossa anticipatamente alla finale di Acireale. Si gioca per il primato del girone e per il posizionamento nei due gironi di finale. Le atlete di casa tengono testa per metà gara alla quotata compagine etnea, per poi cedere sul finale, senza però dar mai l’impressione di soccombere. Le ragazze di coach Ajosa hanno più peso in vasca e, potendo contare su una lunga panchina, arrivano al termine di questa intensa due giorni con maggiori energie da spendere. 11 a 7 il finale per le catanesi con una Grillo micidiale sotto misura, autrice di cinque realizzazioni. Da parte cosentina di pregevole fattura le tre marcature dalla distanza di Rossella Rogondino.

Appuntamento ora ad Acireale, dove Gallo & c. avranno modo di confrontarsi con quanto di meglio offre il panorama pallanuotistico nazionale, a cominciare dalle catanesi Blu Team e Orizzonte, continuando con Pro Recco, Plebiscito Padova, Prato, Sis Roma e Bogliasco. 

 

I Tabellini del Girone 4 di Semifinale Nazionale.

 

GIORNATA 3

 

Blu Team Catania - Cosenza Pallanuoto: 11-7 (3-3, 4-2, 2-1, 2-1)

Blu Team Catania: Messina, Laneri, Campione, Salanitro, Borrello M. 1, Borrello V., D’Amico, Strano, Buccheri 1, Palmieri 2, Grillo 5, Iuppa, Distefano. Allenatore: Antonio Ajosa.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 1, Gallo 1, De Cuia, Rogondino 3, Santoro, Nicolai 1, Zaffina 1, Osnato, Perri. Allenatore: Andrea Posterivo.

Arbitro: signor Massimo Calabrò di Caserta.

 

Mediterranea Imperia – Coser Civitavecchia: 16-4 (3-2, 7-2, 3-2, 3-0)

 

GIORNATA 2

 

Mediterranea Imperia - Cosenza Pallanuoto: 4-18 (3-3, 2-5, 0-3, 3-3)

Mediterranea Imperia: Sowe, Pomeri 4, Amoretti 1, Lengueglia 1, Carrega 2, Tedesco, Roggero. Allenatore: Marco Capanna.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 6, Gallo 3, De Cuia, Santoro, Nicolai 3, Zaffina, Osnato, Garritano 2, Perri. Allenatore: Andrea Posterivo.

Arbitro: signor Roberto Verde di Napoli.

 

Coser Civitavecchia – Blu Team Catania: 2-14 (1-5, 0-5, 0-4, 1-0)

 

GIORNATA 1

 

Cosenza Pallanuoto – Coser Civitavecchia: 20-4 (5-2, 3-0, 5-0, 7-2)

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Gallo 5, De Cuia 2, Rogondino 2 (1 rig.), Santoro, Nicolai 3, Zaffina 4, Osnato 2, Perri. Allenatore: Andrea Posterivo.

Coser Civitavecchia: Caricaterra, Sartorelli, Bruno 2, Luciani, Di Giacinto, Di Gennaro, Coleine, Ruda 2, Monti. Allenatore: Fabio Cattaneo.

Arbitro: signor Massimo Calabrò di Caserta.

 

Blu Team Catania – Mediterranea Imperia: 13-7 (3-1, 4-4, 3-1, 3-1)

 

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

 

11.07.2012 – Tocca alle Juniores.

Semifinale Nazionale per le under 19 nel prossimo week-end

La rosa dell'under 19
La rosa dell'under 19

Sarà la piscina coperta di Cosenza ad ospitare le prossime gare di semifinale nazionale previste nei giorni 14 e 15 luglio con inizio nel pomeriggio di sabato.

Tre incontri difficili per le atlete cosentine guidate in panchina da Andrea Posterivo.

Difficili innanzitutto per la caratura delle avversarie: l’Imperia di Pomeri e Carrega, guidata da Mario Capanna, le bianco-rosa catanesi della Blu Team, da sempre presenti nell’elite della pallanuoto nazionale giovanile, e le laziali della Cosernuoto di Civitavecchia, squadra già affrontata nelle semifinali nazionali under 17 svoltesi a Catania.

Difficili per l’età media bassissima delle atlete del Presidente Manna, con una sola ’93 (il capitano Martina Gallo), due ’94 e quattro ’96. Poi, per i limiti imposti dal regolamento (a chi giova?) solo tre ’97 e segg. da scegliere tra le diverse disponibilità in quella fascia d’età.

Difficili, conseguentemente ai primi due punti, per non poter disporre di un adeguato numero di cambi in panchina, soprattutto in questa fase della stagione nella quale le ragazze sono impegnate su molteplici fronti.

Tra le quattro squadre impegnate forse la Blu Team dispone di un organico più completo e questo potrebbe favorirla in termini di pronostico. L’Imperia sconta lo stesso handicap delle atlete di casa, solo che dispone di due autentiche “fuoriclasse” e di maggiore esperienza. La Cosernuoto è, invece, un’incognita a tutti gli effetti, non disponendo noi di notizie al riguardo.

10.07.2012 – En Plein!

Tre su tre. L’under 15 regala il terzo titolo regionale (campano) della stagione.

L'under 15 campione d'Italia 2011
L'under 15 campione d'Italia 2011

Dopo l’under 19 e l’under 17 anche le “Bimbe Terribili” di Posterivo conquistano il titolo regionale campano ed accedono di diritto alla successiva fase di semifinale nazionale.

Le cosentine, reduci dal terzo posto nella finale nazionale under 17, scendono in acqua determinate e sin dalla prima azione fanno capire che sarà altra gara rispetto a quella d’andata nella quale si imposero, non senza soffrire, per 5 a 3. Probabilmente allora, alla gara d’esordio stagionale nel campionato under 15, pagarono l’emozione nello scendere in vasca col tricolore sulle calottine, e senza Citino a creare scompiglio nella difesa avversaria. Oggi non c’è gara, Posterivo può ruotare tutta la rosa e portare a casa un ennesimo successo che vale il primato nel girone e la possibilità di disputare le gare di semifinale nazionale (17 e 18 luglio) nella vasca di casa, in quel di Campagnano. Per l’occasione, le rossoblù cosentine dovranno vedersela con SIS Roma, RN Bologna e Vela Ancona, per guadagnare uno dei due posti disponibili per garantirsi l’accesso alla finale nazionale in programma a Cosenza dall’8 all’11 luglio, sempre nello splendido impianto sito in via dei Veterani dello Sport.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

08.07.2012 – Chapeau!

Chiusura pirotecnica per le Allieve di Posterivo. E’ bronzo.

La formazione under 17, bronzo a Frosinone
La formazione under 17, bronzo a Frosinone

Alla prima finale nazionale under 17 della sua storia la Cosenza Pallanuoto centra il podio. E’ un risultato clamoroso, visto il livello delle squadre avversarie.

Con una formazione giovanissima, età media di neanche quindici anni (14 anni e 354 giorni all’otto luglio), in un campionato dove si gioca sino a diciassette, le ragazze cosentine conquistano un meritatissimo terzo posto, alle spalle della corazzata ligure del Pro Recco e della forte formazione capitolina di coach Ragosa, la SIS Roma.

Eppure l’avventura della final eight non era cominciata sotto i migliori auspici, con due sconfitte di misura nel girone di qualificazione contro SIS Roma (9 a 7) e contro i Cavalieri Prato (10 a 9). In entrambe le gare non si era vista però la migliore Cosenza Pallanuoto. Apparsa come frenata, non sempre capace di esprimere il gioco brillante con il quale durante la stagione aveva prima regolato tutte le avversarie nel girone campano (9 vittorie ed un solo pareggio), poi annichilito le contendenti nella semifinale di Catania.

La svolta nel terzo incontro, contro la Simply Sport di Pescara, con una difesa capace di concedere solo una marcatura (nell’ultimo minuto di gara) alle abruzzesi di coach Castelli.

Poi il capolavoro, contro il Bogliasco, squadra di tradizione, con elementi di valore assoluto. Sono i quarti di finale, chi vince accede alla poule per le medaglie. Gara tiratissima ed un finale al cardiopalmo regalano a Posterivo ed alle sue atlete la possibilità di giocare per il podio estromettendo una delle squadre favorite per la conquista del titolo. E’ quasi un deja vu: nell’agosto del 2010, alla prima partecipazione ad una finale nazionale (era la finale under 15), dopo aver vinto una sola gara nel girone di qualificazione, le ragazze della Cosenza Pallanuoto, in un’altra gara vietata ai deboli di cuore, infransero i sogni di gloria delle atlete bogliaschine.

Superato il Bogliasco, la semifinale ripropone lo scontro con le padroni di casa della SIS Roma. Questa volta la gara è più intensa e le rossoblù cosentine rendono la vita durissima alle capitoline, cedendo ancora una volta di solo due marcature, ma lasciando intravedere notevoli miglioramenti rispetto alla gara d’esordio. Nell’altra semifinale il Pro Recco di Sinatra sbaraglia il Prato di Grassi e pertanto il metallo più prezioso diventa una questione tra liguri e laziali, mentre per il bronzo si affrontano calabresi e toscane.

Il tredici cosentino entra in acqua con una determinazione ed una concentrazione assoluta ed impone subito un pesante passivo alle tuttenere pratesi. Il 7 a 1 però non avvilisce le toscane che iniziano una proficua rimonta, approfittando di un momentaneo passaggio a vuoto delle avversarie. Anche in questa circostanza le ragazze del Presidente Manna riescono a ricomporsi e ad ordire le ultime micidiali trame offensive che regalano il bronzo e l’apoteosi in acqua e sugli spalti, tra i tifosi giunti in Ciociaria al seguito delle ragazze. 9 a 7, due gol di scarto, gli stessi (10 a 8) con i quali le toscane negarono alle cosentine, due anni orsono, la possibilità di battersi per l’oro nella finale nazionale under 15.

Nella finale per il titolo il Pro Recco, secondo pronostico, regola agevolmente La Sis Roma con il punteggio di 12 a 8.

Entusiasmo in casa cosentina, per lo storico risultato conseguito, ma occhi puntati ai prossimi impegni che vedranno impegnata la formazione under 19 nella semifinale di Cosenza (14 e 15 p.v.) contro Blu Team di Catania, Imperia e Cosernuoto Civitavecchia. Poi sarà la volta delle campionesse italiane in carica (le under 15) che cercheranno di riconquistare l’accesso alla final eight nelle semifinali che dovrebbero disputarsi nei giorni 17 e 18 (la sede dipenderà dagli esiti delle prossime gare che le babies rossoblù disputeranno ad inizio settimana).

 

I TABELLINI DELLE PARTITE DI FROSINONE

 

SIS Roma – Tubisider Cosenza PN: 9 -7.

SIS Roma: Maiorino, Cellucci, Stefanelli E., Tori, Picozzi B. 3, Bocci, Pazienti, Sinigaglia 4 (2 rig.), Picozzi D., Perazzetti, Stefanelli S., Vezzù 2, Palamara. All. Ragosa

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Presta 1, De Cuia 1, Rogondino, Santoro, Caforio, Diacovo, Sesti, Polillo, Osnato 1, Garritano 2, Greco.

Arbitro Sig. Pascucci

Parziali: (2-2; 4-0; 2-3; 1-2). Superiorità: Cosenza PN 2/8, Roma 3/9. Spettatori circa 200.

 

Cavalieri Prato – Tubisider Cosenza PN: 10 - 9.

Cavalieri Prato: Giaimo, Dainelli, Zanieri 1, Gesualdi, Agostino, Cordovani, Galardi 6, Cerbai 1, Albiani 1, Fedeli, Franco, Roccabianca 1, Beffa. All. Grassi

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 1, Presta 2, De Cuia 5, Rogondino, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti, Polillo, Osnato, Garritano 1, Greco.

Arbitro Sig. Lo Dico

Parziali: (2-1; 3-3; 3-3; 2-2). Superiorità: Cosenza PN 1/8, Prato 3/6. Spettatori circa 200.

 

Tubisider Cosenza PN – Simply Sport Pescara: 6 -1.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Presta 1, De Cuia, Rogondino 1, Santoro, Caforio, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Osnato, Garritano 1, Greco.

Simply Sport Pescara: Mattioni, Scurti, Pirri, Invernizzi, , Ranalli, Dei Rocini, Di Claudio 1, Di Marco, De Vincentiis, Di Giovanni, , Baiocco. All. Castelli.

Arbitro Sig. Scappini

Parziali: (1-0; 2-0; 2-0; 1-1). Superiorità: Cosenza PN 1/8, Roma 1/9. Spettatori circa 200.

 

Quarti di Finale. RN Bogliasco – Tubisider Cosenza PN: 11 - 12

RN Bogliasco: Giussani, Cocchiere 2, Mariani, Bogliolo, Trucco, Millo, Secondi 2, Signorelli, Boero 5, Lanzoni 2, Malara, Gualdi, Franci. All. Marsili

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 5 (1 rig.), Presta, De Cuia 3, Rogondino, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti 2, Polillo, Osnato, Garritano 1, Greco.

Arbitro Sig. Lo Dico

Parziali: (3-3; 1-3; 2-2; 5-4). Superiorità: Cosenza PN 2/8, Boglisco 2/2. Spettatori circa 300.

 

Semifinale. SIS Roma – Tubisider Cosenza PN: 12 -10.

SIS Roma: Maiorino, Cellucci, Stefanelli E., Tori 1, Picozzi B. 5, Bocci, Pazienti, Sinigaglia 3, Picozzi D. 1, Perazzetti, Stefanelli S., Vezzù 2, Palamara. All. Ragosa

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Presta 2, De Cuia 2, Rogondino 2 (1 rig.), Santoro, Caforio, Diacovo, Sesti, Polillo, Osnato, Garritano 1, Greco.

Arbitro Sig. Pascucci

Parziali: (2-2; 3-2; 2-2; 5-4). Superiorità: Cosenza PN 1/8, Roma 5/8. Spettatori circa 400.

 

Finale 3° Posto. Tubisider Cosenza PN – Cavalieri Prato: 9 - 7.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 3, Presta, De Cuia 2, Rogondino, Santoro, Bonaparte, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Osnato, Garritano 3 (1 rig.), Greco.

Cavalieri Prato: Giaimo, Dainelli, Zanieri 1, Gesualdi, Agostino, Cordovani, Galardi 3 (1rig.), Cerbai, Albiani, Fedeli, Franco, Roccabianca 1, Beffa 2. All. Grassi

Arbitro Sig. Lo Dico

Parziali: (3-1; 2-0; 2-4; 2-2). Superiorità: Cosenza PN 2/4, Prato 1/5. Spettatori circa 400.

08.07.2012 – Divina vola!

Prestigioso riconoscimento per il portiere della Cosenza Pallanuoto

Divina Nigro con il trofeo per il miglior portiere
Divina Nigro con il trofeo per il miglior portiere

Dopo aver vinto il trofeo per il miglior portiere nella passata edizione delle finali nazionali under 15, Divina Nigro, estremo difensore quindicenne della formazione cosentina ha concesso il bis; questa volta nella categoria superiore, l’under 17, in occasione delle finali nazionali “Allieve” disputatesi a Frosinone. Finali nelle quali l’atleta cosentina, con la propria squadra, ha centrato un brillantissimo terzo posto, alle spalle di Pro Recco e SIS Roma. Un riconoscimento meritatissimo, attribuito dai tecnici presenti alla manifestazione, che hanno inteso anche premiare il centroboa romano Giada Sinigaglia come migliore giocatrice del torneo. Il trofeo per il miglior realizzatore se lo sono aggiudicate ex aequo Arianna Gragnolati del Pro Recco e Giuditta Galardi del Prato.

03.07.2012 - Finali Nazionali Allieve

La Cosenza Pallanuoto tra le magnifiche otto. A Frosinone dal 5 all'8 luglio

La locandina della finale
La locandina della finale

Le Formazioni partecipanti

 

Pro Recco: è l’ex Rapallo Nuoto. In panchina Mario Sinatra, un vero fuoriclasse, già protagonista con le proprie formazioni negli anni scorsi. Dispone di un potenziale bellico impressionante. In testa Claudia Criscuolo, atleta versatile e capace di impensierire da tutte le posizioni del campo. Poi Mori, Sassarego, Avegno e tutte le altre che tanti successi hanno conseguito nelle precedenti stagioni. Nelle semifinali non era presenta Arianna Gragnolati. La sua partecipazione alle finali sarebbe un duro colpo per le avversarie.

RN Bogliasco: è la squadra del presente e del futuro. Quella, probabilmente, dal potenziale più elevato (per noi la favorita). Guidata da Neyra Marsili, annovera una lunga lista di validissime atlete, da Trucco a Millo, da Giussani a Secondi, da Boero a Signorelli, solo per citarne alcune. Nomination a parte per la giovanissima Agnese Cocchiere, già ammirata a Tolentino per la naturalezza e l’efficacia del gesto tecnico.

SIS Roma: Paolo Ragosa in panchina a guidare un gruppo solido, concreto, forse il collettivo più dotato fisicamente, e che si lascia ammirare anche per la grande tecnica che riescono ad esprimere diverse atlete capitoline. Giada Sinigaglia, micidiale centroboa, Domitilla e Beatrice Picozzi, due martelli, e le gladiatrici Perazzetti, Vezzù, Tori e Cellucci. Tra i pali la garanzia offerta da Maiorino.

Cavalieri Prato: ha in Giuditta Galardi il suo elemento focale. Il centroboa, nazionale Juniores, è una delle atlete di maggiore spessore dell’intera manifestazione. Le toscane, campionesse italiane in carica nella categoria Allieve, sono guidate dall’esperto Giacomo Grassi. Di sicuro reciteranno un ruolo primario nella determinazione delle più alte posizioni in classifica.

Simply Pescara: altra formazione giovanissima. La vera sorpresa dei gironi di semifinale. Con Arnaldo Castelli in panchina e Chiara Ranalli leader incontrastata in campo, siamo sicuri che le abruzzesi renderanno durissima la vita a tutte le avversarie che cercheranno di ostacolarle. E’ una formazione molto dinamica e mai doma: abbiamo avuto modo di apprezzarla nella scorsa edizione del trofeo delle regioni di Tolentino.

Blu Team Catania: coach Poppi Aiosa. Collettivo anch’esso sotto età con alcune buone individualità, come Palmieri e Iuppa. Nel girone di semifinale ha messo in riga Trapani e Civitavecchia, cedendo solo contro il Cosenza. Toccherà a loro cercare di non far rimpiangere le compagne che la scorsa stagione impegnarono il Prato in una entusiasmante finale, perduta per un solo gol di scarto.

Vela Ancona: una incognita. Alcune atlete impegnate erano presenti nella rassegna tolentinate, ma non abbiamo contezza circa la qualità e l’organizzazione di gioco della formazione marchigiana. Certo che, per essere approdata in finale battendo Plebiscito ed Osio e cedendo per solo quattro reti al Prato, dovremmo aspettarci faville dalla compagine adriatica.

Cosenza Pallanuoto: altra squadra sotto età. Si tratta dell’under 15 campione d’Italia la scorsa stagione (quindi senza ’95 e con solo tre ’96). Le cosentine stanno crescendo, Posterivo prosegue nel suo proficuo lavoro. Le ragazze hanno vinto il durissimo campionato campano, contro Posillipo, Acquachiara, Flegreo, Volturno ed Arechi. Hanno poi superato piuttosto agevolmente la semifinale in quel di Catania ed ora si apprestano a cercare di confermare quanto di buono fatto vedere in questa stagione.

 

IL Programma degli incontri

 

1^ giornata – 5 luglio
16.00 GMG Pro Recco-Vela N Ancona
17.15 Combiline Bogliasco-Blu Team
19.00 Simply Sport-Geofirias Cavalieri Prato
20.30 SIS Roma-Tubisider Cosenza

 

2^ giornata – 6 luglio
09.00 GMG Pro Recco-Combiline Bogliasco
10.15 Vela N Ancona-Blu Team
11.30 Simply Sport-SIS Roma
12.45 Geofirias Cavalieri Prato-Tubisider Cosenza

 

3^ giornata – 6 luglio

16.00 Blu Team-GMG Pro Recco
17.15 vela N Ancona-Combiline Bogliasco
18.30 Tubisider Cosenza-Simply Sport
19.45 Geofirias Cavalieri Prato-SIS Roma

 

4^ giornata – 7 luglio - Quarti di finale
09.00 2G1-3G2 1
10.15 2G2-3G1 2
11.30 1G2-4G1 3
12.45 1G1-4G2 4

 

5^ giornata – 7 luglio - Semifinali
16.00 perdente 1-perdente 3
17.15 perdente 2-perdente 4
18.30 vincente 3-vincente 1
19.45 vincente 4-vincente 2


6^ giornata – 8 luglio - Finali
09.00 7/8 posto
10.15 5/6 posto
11.30 3/4 posto
12.45 1/2 posto

02.07.2012 – Con l’amaro in bocca..

Sfuma la serie A2.

La formazione cosentina
La formazione cosentina

C’erano tutte le condizioni perché si avverasse il sogno della Tubisider Cosenza Pallanuoto di approdare nel campionato nazionale di serie A2 di pallanuoto. E, tutto sommato, nonostante l’esordio balbettante contro Acquachiara e Flegreo, sarebbe stato sufficiente aggiudicarsi i restanti tre incontri per chiudere al comando i play off. Così non è stato: una giornata storta contro la cenerentola del lotto, il Serapo di Gaeta, ha mandato infrante le aspirazioni delle cosentine. Una giornata in cui nulla è andato per il verso giusto, una gara stregata, con una sequenza senza precedenti di errori in fase conclusiva e un assetto difensivo tutt’altro che impeccabile. Cose mai viste in casa rossoblù. E’ chiaro, qualcosa non ha funzionato. La formazione cosentina ha palesato alcuni limiti caratteriali. Innanzitutto quello di non saper gestire le condizioni di vantaggio: sia con l’Acquachiara che con il Flegreo, trovatasi avanti di più marcature nel corso dell’ultimo quarto è stata puntualmente raggiunta, talvolta anche grazie ad un atteggiamento troppo benevolo da parte della conduzione arbitrale nei confronti delle compagini campane. E poi, cosa già notata in altre situazioni, la difficoltà di approccio alla gara, proporzionale all’importanza della posta in campo. Dimostrazione ne è il fatto che, quando l’esito dell’incontro ha un valore relativo la squadra gioca meglio e vince (vedi le due partite conclusive contro Catania e Cagliari). Quando si è costretti a vincere è la tensione a farla da padrone, con esiti devastanti come quello di sabato sera contro la compagine laziale.

Una ghiotta occasione sprecata, un motivo di riflessione per società e tecnici. Ma non ora, visto che la Cosenza Pallanuoto è impegnata in tutte e tre le categorie giovanili, con una finale (quella under 17) già guadagnata, ed altre due (under 19 ed under 15) ancora da conquistare in vasca.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

29.06.2012 – Si parte.....

Comincia oggi la fase di play-off per la serie A2

Le atlete della Cosenza Pallanuoto
Le atlete della Cosenza Pallanuoto

La stagione agonistica 2011-2012 trova il suo epilogo da oggi fino a domenica. In terra laziale, presso il centro federale di Frosinone, le migliori formazioni dei gironi 5, 6 e 7 del campionato nazionale di serie B femminile di pallanuoto, si daranno battaglia per conseguire uno dei due posti disponibili per l’accesso al campionato nazionale di serie A2. Acquachiara Napoli, S.C. Flegreo Napoli, Guinnes WP Catania, Cagliaritana, Serapo Gaeta e Tubisider Cosenza Pallanuoto daranno vita ad una tre giorni “dentro o fuori”, nella quale sarà necessario mettere in acqua tutto il carattere e le motivazioni che un anno di sacrifici e sudore hanno contribuito a determinare. Le ragazze cosentine pagano dazio in termini di abitudine in contesti analoghi (tutte le altre compagini schierano elementi di decennale e comprovata esperienza), ma probabilmente dispongono di una maggiore “freschezza”, anche in virtù di una età media decisamente bassa. Il via nel pomeriggio con i sorteggi per determinare il calendario gare, e gli incontri della prima giornata.

21.06.2012 – Semifinali Nazionali Under 17

Tre su tre e la Tubisider Cosenza Pallanuoto vola alle finali nazionali

Le tredici atlete vittoriose a Catania
Le tredici atlete vittoriose a Catania

Una due giorni memorabile per la formazione cosentina. Dopo aver dominato il campionato campano, il tredici rossoblù affronta la terza semifinale nazionale under 17 della sua storia recente. Tre anni fa, sempre nella piscina Zurria di Catania, fu una severa presa di contatto con la pallanuoto che conta, con tre pesanti sconfitte. Nell'occasione successiva, due anni orsono, l’accesso alla final eight fu invece sfiorato per un nulla. L'anno scorso fu invece il Posillipo a negare la partecipazione alle semifinali nazionali: Sparano & c. prevalsero nello spareggio di Potenza per 6 reti a 4. Altra musica quest’anno. La Tubisider schiera la squadra che l’anno scorso si impose nel campionato nazionale under 15. Quindi una squadra decisamente sotto età, senza ’95 e con solo tre ’96, per una età media di appena 15 anni. Ma questo non rappresenta più un problema per le allieve di coach Posterivo.

Giocano senza timori riverenziali, ma con il dovuto rispetto per tutte le formazioni avversarie. E così, con nove punti in tre incontri, con 64 gol realizzati e 18 subiti (maggior numero di reti segnato da una formazione nei quattro gironi di semifinale, e miglior differenziale tra reti realizzate e subite), la Tubisider Cosenza Pallanuoto acquisisce il diritto a disputare la finale nazionale che si terrà dal 5 all’8 luglio.

Le partite. La prima, contro l’Acquagym di Trapani, è subito chiusa con una partenza al fulmicotone ed un graduale e costante incremento del gap per un finale di 20 a 4 per le atlete del Presidente Manna.

Le altre due gare, contro Blu Team Catania e Cosernuoto Civitavecchia sono molto simili, per dinamiche e consistenze numeriche: in tutte e due la resistenza avversaria si limita alla prima frazione di gioco. Poi solo un monologo delle cosentine che trovano la porta avversaria piuttosto agevolmente. Complessivamente una buona prova corale, con Rogondino, Citino e Garritano in rete 43 volte (17, 14, 12) e migliori realizzatrici, ben servite da tutte le altre compagne che comunque non hanno mancato di iscrivere il loro nome a referto, con ulteriori 22 reti a firma De Cuia, Santoro, Osnato, Sesti, Diacovo e Polillo.

 

I tabellini degli incontri

 

Acquagym Trapani - Tubisider Cosenza PN: 4-20

Acquagym Trapani: Allotta, Catalano, Genovese, Romano, Cusenza 1, Rinaudo, Spallino 2, Romeo, Fanara, Castiglione 1, Guaiana, Rizzo, Fazio. All. sig. Montanti

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 4, , De Cuia 3, Rogondino 5, Greco, Diacovo 1, Sesti, Polillo 1, Osnato 1, Garritano 5, Caforio.

Arbitro Sig.ra Nicolosi di Catania

Parziali (1-5; 0-9; 0-4; 1-2). Superiorità: Tubisider Cosenza Pallanuoto 2/4 + 1 rig, Acquagym Trapani 1/3.

  

Tubisider Cosenza Pallanuoto – Blu Team Catania: 21-8

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 5, Presta, De Cuia 2, Rogondino 6, Santoro 1, Greco, Diacovo 2, Sesti, Polillo, Osnato, Garritano 4, Caforio.

Blu Team Catania: Laneri, Mirabella, Campione, Amara, Strano, D’Amico, Borrello, Barone 1, Buccheri, Palmieri 2, Schillaci, Iuffa 5, Poidomani. All. Aiosa

Arbitro Sig. Scollo di Siracusa

Parziali (3-3; 6-2; 6-2; 6-1). Superiorità: Tubisider Cosenza Pallanuoto 3/6 + 2 rig, Blu Team 0/7 + 3 rig. + 1 rig. errato

 

ASD Cosernuoto - Tubisider Cosenza PN: 6-23

ASD Cosernuoto: Caricaterra, Sartorelli 3, Sciuto 1, Rosati 1, Regoli 1, De Gennaro, Coleine, Fanisio, Pellegrino.

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 4, Presta, De Cuia 3, Rogondino 6, Santoro 1, Greco, Diacovo 2, Sesti 2, Polillo, Osnato 2, Garritano 3, Caforio.

Arbitro Sig.ra Nicolosi di Catania

Parziali (3-6; 1-6; 1-7; 1-4). Superiorità: Tubisider Cosenza Pallanuoto 0/2.

 

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

18.06.2012 – Cosenza PN senza intoppi

Le under 15 piegano agevolmente il Circolo Canottieri Posillipo

La formazione under 15
La formazione under 15

Ennesima trasferta campana per le “piccole” cosentine, questa volte impegnate nella storica sede del prestigioso circolo napoletano. E’ la quinta partita del campionato ragazze che, per tempi e modalità di svolgimento, sembra rappresentare per il comitato organizzatore (quello campano) più un peso che uno strumento promozionale per la diffusione della pallanuoto femminile.

La partita. La resistenza delle atlete di casa dura la prima frazione di gioco, periodo nel quale le cosentine riescono a realizzare solo due marcature, collezionando una serie incredibile di pali e traverse (a fine gara saranno 13 i legni colpiti). Nelle frazioni successive le ragazze del Presidente Manna prendono gradualmente le misure e vanno in rete altre quattordici volte, concedendo una sola rete alla giovane compagine napoletana. 16 a 1 il risultato finale con Rogondino top scorer con sei reti, seguita da Garritano con quattro.

Ora il campionato under 15 si ferma per qualche giorno per dare spazio alle semifinali nazionali under 17 che si svolgeranno a Catania nei giorni 20 e 21 giugno presso la piscina Zurria, e che vedranno la Cosenza Pallanuoto contendere uno dei due posti utili per l’accesso alla fase finale alle formazioni della Blu Team di Catania, all’Acquagym di Trapani ed alla Cosernuoto di Civitavecchia.

 

Il tabellino. C.N. Posillipo - Tubisider Cosenza PN: 1-16.

C.N. Posillipo: Carino, Siano, Romolo, Fanelli, Lipardi, Sgambati 1, Mazzacane, Delgaro, Ciniglio. All. L. Stefanelli.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Caforio, Rogondino 6, Greco 1, Bonaparte, Diacovo, Sesti 2, Polillo 1, Nisticò, Garritano 4.

Arbitro Sig. D’Alessio

Parziali: (0-2; 0-4; 1-7; 0-3). Superiorità: Cosenza PN 2/2, Posillipo 1/1. Spettatori circa 100.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

12.06.2012 – Centrato il primo obiettivo

Le under 17 spazzano via l’Arechi e conquistano le semifinali nazionali

Tre volte in gol la giovanissima Bonaparte
Tre volte in gol la giovanissima Bonaparte

Non c’era stata partita nella gara d’andata a Salerno. Ce ne è stata ancor meno nel match di ritorno.

La partita. Chiusa dopo pochi minuti. In campo tutta la rosa. Posterivo concede pochi minuti alle atlete di solito più utilizzate. Ampio spazio a tutte le altre e minutaggi significativi anche per le ’99. Vanno in rete tutte le giocatrici di movimento, con Greco e Bonaparte top scorers con tre centri a testa.

Prossimo impegno per la formazione allieve, con data ancora da definire, contro il Flegreo di Napoli c/o la Piscina comunale di Cosenza in località Campagnano. Sarà sicuramente un incontro diverso. E’ l’ultima gara della stagione regolare del campionato Under 17, nel quale il primo posto in classifica è ormai appannaggio delle cosentine della Tubisider.

Il Flegreo è formazione ostica, con almeno tre o quattro elementi di indubbio valore. All’andata, a Napoli, fu un 14 a 11 per la Tubisider in un incontro combattuto sino a pochi istanti dal termine.

 

Il tabellino. Tubisider Cosenza PN - R.N. Arechi 21-2.

Tubisider Cosenza: Nigro, Bonaparte 3, Presta 2, De Cuia 2, Rogondino 2, Caforio 2, Greco 3, Diacovo 2, Sesti 1, Polillo 1, Osnato 1, Garritano 2, Perri. All. Sig. A. Posterivo

R.N. Arechi Salerno: Iannicelli, Arrigo, Giordano C. 1, Civale, D'Amato 1, Giordano G., D'Agostino, D'Agostino, Tiacci, Crispino.

Arbitro Sig. Serrago

Parziali: (6-0; 4-0; 4-1; 7-1).

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

10.06.2012 – U.17 imbattute, nonostante tutto….

Prova di carattere a Napoli contro l’Acquachiara e primato nel girone

Rogondino, protagonista a Napoli
Rogondino, protagonista a Napoli

Avremmo voluto parlare di una bella giornata di sport, di una gara agonisticamente valida tra due squadre di buon livello e di una festosa cornice di pubblico ad incitare le proprie beniamine. Nulla di tutto ciò. E questo grazie all’inspiegabile atteggiamento del sig. Busico, incapace direttore di gara, che ha consentito per tutta la durata dell’incontro un contatto fisico tra le atlete, oltre ogni potenziale limite previsto dal regolamento. Lo stesso direttore di gara non ha sanzionato una violenta e plateale gomitata (lontano dal gioco) della quale la Centanni ha “omaggiato” il centroboa calabrese Citino. Un colpo di cattiveria inaudita e senza giustificazioni, neppure stigmatizzato dalla società campana. Un colpo che, in un secondo di follia, ha mandato alle ortiche la bella prestazione offerta qualche ora prima nella vittoria della prima squadra. Non un colpo da campione, come uno dei tanti che in numerose altre occasioni ci avevano strappato positivi consensi.

Quanto al sig. Busico non è la prima volta che tale sedicente arbitro si macchia di simili comportamenti, e sempre con curiose analogie tra gli episodi.

Vedi

http://www.sportdelgolfo.com/pallanuoto/159-varie/4900-pallanuoto-u13-campania-8-minuti-di-espulsione-costano-la-sconfitta-al-circolo-villani-contro-lacquachiara.html

Oppure (lo stesso episodio, ma diverso cronista)

http://www.sportcasertano.it/21-02-2012/pallanuoto/giovanili-pallanuoto/31232/pallanuoto-u13-un-arbitraggio-inadeguato-rovina-la-festa-del-villani/

Il tabellino. Acquachiara ati 2000 Napoli - Tubisider Cosenza PN: 9-9.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino, Presta, De Cuia, Rogondino 4, Santoro, Greco, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Osnato, Garritano 4, Perri. All. Andrea Posterivo.

Acquachiara ATI 2000: Iaccarino, Monaco 1, Vollero, Manzo, Mazzola, Foresta, De Roberto, De Gennaro 4, Liguori, Iavarone, Centanni 3, De Magistris 1, D'Antoni. All. Barbara Damani.

Arbitro Sig. Busico

Parziali: (1-1; 1-1; 4-4; 3-3). Spettatori circa 100.

10.06.2012 – Distrazione fatale…

L’Acquachiara interrompe l’imbattibilità del setterosa cosentino

Citino, tre splendidi gol
Citino, tre splendidi gol

Con la qualificazione ai Play-off per la serie A2 già in tasca la Tubisider Cosenza Pallanuoto si presenta in terra campana per affrontare l’Acquachiara di Napoli che ha a disposizione due risultati su tre per consolidare quel secondo posto, utile anch’esso per l’accesso diretto alla fase successiva.

Le napoletane sono molto motivate e sfoderano una buona prestazione che alla fine le premia nel risultato.

La partita. Equilibrata per tre quarti, con le squadre molto aggressive in fase difensiva, ed un arbitraggio non adeguato alla contesa. Il sig. De Chiara, fischietto di serie A1, probabilmente non più avvezzo alla conduzione singola, ignora parti del campo, limitando l’osservazione solo alla porzione di vasca dove si trova la palla. E così sfuggono molte infrazioni in fase di ripartenza che la abile Centanni può commettere senza esser sanzionata. E ciò spesso la porta ad acquisire quel metro di vantaggio che le consente di arrivare in fondo. Lo stesso dicasi per le prese di posizione al centro.

Ma le responsabilità della sconfitta sono da ricercarsi anche in casa cosentina, con le atlete rossoblù apparse non sempre impeccabili, sia in fase offensiva, che in fase di contenimento degli attacchi avversari, consentendo troppo spesso alle avversarie di giungere a distanza troppo ravvicinata dalla porta difesa da Nigro.

8 a 6 il finale per le padrone di casa, con le sole Citino e Nigro tra le ospiti oltre la sufficienza in pagella.

Ora la serie B si ferma fino ai Play-off che si disputeranno dal 29 giugno al 1 luglio con sede ancora da definire. Manca solo una formazione per completare la griglia di partenza per la kermesse di fine mese. Alle già qualificate Cagliari, Gaeta, Cosenza, Acquachiara Napoli e Catania si aggiungerà la vincente dello spareggio tra il Flegreo di Napoli, terzo nel girone 6, e la seconda classificata nel girone 7.

Il tabellino. ATI Acquachiara Napoli - Tubisider Cosenza Pallanuoto: 8-6

Acquachiara Napoli: Martino, Monaco, Santoro, Mazzitelli, Migliaccio, Stanislao, Kitanova, Tortora, De Roberto, Iavarone, Centanni 8, De Gennaro, Iaccarino. Allenatore: Barbara Damiani.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 3, Gallo 2, De Mari 1, Rogondino, Manna 1, Rizzo, Nicolai, Sesti, Zaffina, De Cuia 1, Garritano, Spagnolo. Allenatore: Andrea Posterivo.
Arbitro: Sig. De Chiara
Parziali (1-0; 1-3; 3-2; 3-1). Superiorità Acquachiara 4/9, Cosenza 1/5 + 1 rig. Spettatori: circa 100.

09.06.2012 – A gonfie vele…..

Estromesso il Volturno dalla lotta per il primato nel campionato ragazze

Carola Sesti, ottima prestazione a S. Maria C.V.
Carola Sesti, ottima prestazione a S. Maria C.V.

Seconda trasferta campana in tre giorni. Continua il tour de force per le atlete delle formazioni giovanili della Tubisider Cosenza Pallanuoto. Di nuovo in acqua le più piccole, questa volta impegnate a Santa Maria Capua Vetere, per la gara di ritorno contro le coetanee guidate da coach Daria Starace. A Cosenza fu un 11 a 7 per la formazione ospitante, autrice di una partenza fulminante, di una successiva fase di contenimento delle avversarie, e di una ultima frazione da dimenticare con un 1 a 5 che non trova precedenti nel “curriculum” delle Bimbe Terribili.

La partita. Che non fosse una gara dal risultato scontato, come quella di Napoli contro lo S.C. Flegreo, era facilmente intuibile dopo il match d’andata. Il Volturno è ben messo in campo e riesce a contenere il maggiore tasso tecnico delle cosentine. Le rossoblù contribuiscono a rendere la gara più aperta con numerosi errori sia dalla distanza che da sotto misura, riuscendo a sbagliare anche qualche conclusione su uno contro zero, specialità nella quale raramente si fanno trovare impreparate. E così, in una gara dal risultato aperto, ci vuole tutta l’esperienza delle più esperte per dipanare una intricata matassa: il gol di Presta e le tre marcature a testa di Sesti, Rogondino e Garritano tagliano le gambe alle atlete campane e garantiscono la terza vittoria su tre gare alle ragazze del Presidente Manna.

 

Il tabellino. Volturno S.C. - Tubisider Cosenza Pallanuoto: 7 - 10

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Presta 1, Caforio, Rogondino 3, Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti 3, Polillo, Nisticò, Garritano 3, Renda. Allenatore: Andrea Posterivo.

Volturno S.C.: Zito F., Zito C., Pirro, Femiano, Graziano, Abbate, Palmiero, Sgrò, Battimiello, Simonetti, Bergamo, Perrone. Allenatore: Daria Starace.

Arbitro:

Spettatori circa 40.

Tabellino incompleto.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

07.06.2012 – Le piccole dai “grandi numeri”

Festival del gol a Monterusciello con le under 15 protagoniste

La giovanissima Caforio oggi quattro volte a segno
La giovanissima Caforio oggi quattro volte a segno

Gara senza storia quella vinta dalle piccole di Posterivo in casa delle pari età dello Sporting Club Flegreo. C’è troppa differenza tra le campionesse d’Italia in carica e le giovanissime della prestigiosa compagine napoletana. Così il tecnico cosentino ne approfitta per concedere ampio spazio a tutte le atlete della rosa.

La partita. E’ un monologo. Segnano tutte le atlete di movimento e si subisce solo una rete su penalty. 26 a 1 il finale con Rogondino, Sesti, Garritano e la baby Caforio top scorers con quattro realizzazioni a testa.

Sabato e domenica nuove trasferte in terra campana con l’under 15 impegnata a Santa Maria Capua Vetere alle ore 15:00 di sabato, la serie B di scena domenica a Napoli alle 13:30 nel big match della giornata contro l’Acquachiara di Barbara Damiani, e l’under 17 in acqua alle 16:30 contro le coetanee della stessa compagine partenopea, in quello che probabilmente rappresenta lo scontro più interessante dell’intero campionato “Allieve”.

Il tabellino. S.C. Flegreo - Tubisider Cosenza Pallanuoto: 1 – 26

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Presta 1, Caforio 4, Rogondino 4, Greco 2, Bonaparte 2, Diacovo 1, Sesti 4, Polillo 1, Nisticò 3, Garritano 4, Renda. Allenatore: Andrea Posterivo.

S.C. Flegreo: Vignone, Morriale 1, Campese, Zinzi, Trombaccia, Simeone, Ibisco, Volpe, Originale, Rovio M., Rovio T., Dimeo.

Arbitro: D'Alessio.

Parziali (0-7; 1-3; 0-10; 0-6). Spettatori circa 30.

03.06.12 – Valanga Rossoblù

Travolta l’Azzurra 99 di Napoli nella penultima giornata di Serie B

Rizzo, una prestazione da incorniciare
Rizzo, una prestazione da incorniciare

Senza storia, troppa la differenza tra le due formazioni, e così per le ragazze del Presidente Manna la gara di oggi rappresenta poco più di un allenamento.

La partita. Chiusa già sulla prima sirena , con un inequivocabile 6 a 1 per Di Vico & c. Le campane provano a contenere lo strapotere calabrese, ma si scontrano con limiti oggettivi sia in fase di costruzione del gioco che di interdizione degli attacchi avversari. Anche dal punto di vista del nuoto le “azzurrine” pagano pesante dazio, e offrono il fianco alle micidiali controfughe finalizzate egregiamente soprattutto da Rizzo e Rogondino. E pure quando riescono a recuperare posizione in difesa, le campane palesano notevoli difficoltà a contrastare la rapida circolazione della palla per linee esterne da parte delle ragazze di coach Posterivo, oggi in rete con ben nove atlete. 23 a 5 il finale che non ammette discussioni, con Rizzo implacabile autrice di ben sette marcature.

Domenica prossima ultima gara della regular season per la Cosenza Pallanuoto, impegnata in trasferta contro l’Acquachiara di Napoli. La formazione cosentina, qualunque sarà l’esito dell’incontro chiuderà la prima fase in testa al girone 6. Pareggio e vittoria dell’Acquachiara potrebbero rappresentare il conseguimento diretto dei Play-Off anche per la squadra di Barbara Damiani. La vittoria delle cosentine, invece, spalancherebbe la via dei Play-Off diretti per lo S.C. Flegreo di Napoli, oggi sconfitto di misura in casa proprio dall’Acquachiara. In ogni caso, la terza classificata del girone 6 potrebbe comunque garantirsi la disputa dei Play-Off per la promozione in A2 nello spareggio con la seconda formazione classificata nel girone 7.

Il Tabellino. Tubisider Cosenza PN – Azzurra 99 Na: 23-5

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Santoro, Gallo 3, De Mari 3, Rogondino 3, Manna, Rizzo 7, Nicolai 1, Osnato, Zaffina 1, Di Vico 1, Garritano 1, De Cuia 3. All.: sig. A. Posterivo.

AZZURRA 99: Dassi, Liguori M.B.,  Castaldo, Liguori R. 1, Rosolino, Maiorano, Varriale 1, Acampora, Liguori G., D’Angelo, Esposito 3. All. Maria Beatrice Liguori.

Arbitro: Sig. Grandinetti di Cosenza.

Parziali (6-1; 5-0; 7-2; 5-2). Superiorità: Tubisider Cosenza PN 3/7 + 2 rig., Azzurra 99 1/7 + 1 rig. Spettatori 100 circa.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

31.05.2012 – Avanti tutta

L’under 17 supera agevolmente il Volturno S.C

De Cuia, contrufuga vincente
De Cuia, contrufuga vincente

Sette su sette. Un ruolino intonso, ed una nuova positiva prestazione per una formazione, la Tubisider Cosenza, che ad oggi non conosce ostacoli. Ad inchinarsi ad Osnato & C. il Volturno S.C., già sconfitto nella gara d’andata in quel di Santa Maria Capua Vetere.

La partita. L’equilibrio dura circa nove minuti, poi la Tubisider Cosenza opera l’allungo decisivo e stacca la settima vittoria consecutiva rafforzando il primato solitario in classifica. Con i marcatori gravati di due falli a testa già nella seconda frazione di gioco le cosentine riescono comunque a contenere gli avanti casertani ed a colpire con diverse soluzioni e con ben sette atlete. Iscrivono il proprio nome a referto Presta e Diacovo con una marcatura a testa, Sesti e Santoro (che si batte al centro rimpiazzando egregiamente Citino) con due reti cadauno, e De Cuia, Rogondino e Garritano a quota nove equamente ripartita. Prossimo impegno per la formazione Allieve domenica 10 giugno alle ore 16:30 contro le pari età dell’Acquachiara di Napoli, questa volta in terra partenopea.

Il tabellino. Tubisider Cosenza Pallanuoto – Volturno S.C. 15 – 9

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Greco, Presta 1, De Cuia 3, Rogondino 3, Santoro 2, Bonaparte, Diacovo 1, Sesti 2, Polillo, Osnato, Garritano 3, Perri. Allenatore: Andrea Posterivo.

Volturno S.C.:Zito C., Bergamo I. 2, Battimiello, Di Monaco 3, Sgrò, Abbate, Femiano, Zito F., Simonetti 1, Perrone, Pezzuto, Bergamo S., Palmiero 3. Allenatore: Daria Starace.

Arbitro: Aldo Greco di Cosenza.

Parziali: (4-2; 5-3; 3-2; 3-2). Spettatori 80 circa.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

31.05.2012 – Così ci piace…….

Under 15 di forza su una diretta concorrente

Garritano realizza dal dischetto
Garritano realizza dal dischetto

Seconda gara in quattro giorni per le “piccole” della Tubisider Cosenza. Ospite nella piscina comunale di Cosenza il Volturno S.C., la cui squadra maggiore, nella stagione appena conclusa ha disputato il campionato nazionale di serie A1. Non è una formazione da prendere sotto gamba poiché, come per la squadra del Presidente Manna, l’under 15 casertano rappresenta anche la struttura portante della formazione under 17. Ragazze giovani, ma di buone prospettive.

La partita. Parte forte la squadra di casa che chiude la prima frazione sul 5 a 0 con una tripla di Garritano e una doppia di Rogondino. Il Volturno fa fatica ad andare in rete e ci riesce solo dopo oltre sedici minuti di gioco, nel terzo tempo, che comunque termina sul 10 a 2 per le atlete di Posterivo. L’ultima frazione, con le cosentine già con la testa alla gara del tardo pomeriggio, vede le ragazze di coach Starace prendere fiducia e ridurre sensibilmente il gap, chiudendo il parziale con un perentorio 5 a 1, per un risultato finale di 11 a 7 per la Cosenza Pallanuoto. Contro un avversario temibile si è assistito ad una buona prova d’insieme, e all’ottima prestazione in fase di realizzazione di Benedetta Garritano, autrice di cinque marcature. Un passo avanti rispetto alla prova offerta lunedì scorso in occasione dell’incontro con l’Acquachiara, gara vinta ma con qualche sofferenza di troppo. Prossima gara delle giovanissime di Posterivo sabato 9 giugno in quel di Santa Maria Capua Vetere, per il ritorno della gara odierna. Per quella data il coach cosentino potrà finalmente disporre del suo centroboa, Giusy Citino, ad oggi ancora impegnata con la nazionale juniores per la Super Final di World League in Cina.

 

Il tabellino. Tubisider Cosenza Pallanuoto - Volturno S.C.: 11 – 7

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Rizzuti, Presta 1, Caforio, Rogondino 3, Greco, Bonaparte 1, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Nisticò, Garritano 5, Renda. Allenatore: Andrea Posterivo.

Volturno S.C.: Zito F. 1, Zito C. 1, Pirro, Femiano 1, Graziano, Abbate, Palmiero 1, Sgrò, Battimiello, Simonetti, Bergamo 3, Perrone. Allenatore: Daria Starace.

Arbitro: Maurizio Grandinetti di Cosenza

Parziali: (5-0; 1-0; 4-2,; 1-5). Superiorità: Cosenza PN 2/7 + 1 rig. + 1 rig. errato, Voltuno S.C. 0/6 + 1 rig. + 1 rig. errato. Spettatori circa 50.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

28.05.2012 – “Bimbe Terribili” in chiaroscuro

Vince soffrendo l’under 15 contro una coriacea Acquachiara

E l’ora delle “Bimbe Terribili”. Si ricomincia da dove si è lasciato. Era il 12 agosto dello scorso anno quando le ragazze di Posterivo conquistarono, nella stessa piscina, il titolo di Campioni d’Italia. E la calottina con il tricolore che ne celebra l’accadimento lo ricorda a noi che fummo entusiasti spettatori di quell’evento e alle ragazze che ebbero il merito di conseguire un risultato assolutamente straordinario. E lo ricorda a tutte le formazioni che in questa nuova stagione si troveranno a competere con le giovanissime cosentine. Nessuna, siamo certi, avrà vita facile contro le campionesse in carica. Rispetto alla scorsa stagione Posterivo deve rinunciare, per raggiunti limiti di eta, a tre importanti pedine (Osnato, De Cuia e Santoro) che furono parte attiva nella vittoria del titolo. Al loro posto, per la prima gara della stagione Greco e Rizzuti, quest’ultima all’esordio assoluto in una competizione ufficiale. Quello di oggi non è un avversario da sottovalutare: è l’Acquachiara di Napoli, già nel lotto delle migliori otto d’Italia lo scorso anno. Squadra giovane ma ben messa in acqua da Barbara Damiani, che oggi può contare su un vantaggio non indifferente, quale l’assenza nelle fila rivali del forte centroboa Giusy Citino, impegnata con la nazionale under 19 nella Super Final di World League, a Changshu, in Cina.

La partita. Che non sia una gara semplice si intuisce dalla prime battute. L’Acquachiara pressa alto limitando la capacità organizzativa delle cosentine e consentendo solo conclusioni piuttosto approssimative. Sul fronte opposto è la stessa cosa, con una difesa che prevale sugli avanti campani che spesso non riescono neanche a concludere verso la porta difesa da un’ottima Nigro. Ci vogliono due penalty di Garritano per sbloccare il risultato e consentire il doppio vantaggio alla Tubisider Cosenza al termine della prima frazione di gioco. Ma quando sembra che la gara si stia incanalando verso una agevole conclusione positiva, sono le napoletane a venire fuori, imbrigliando la manovra delle ragazze di Posterivo e costringendole ad una lunga serie di errori, soprattutto in fase di organizzazione del gioco. Errori inusuali per le under 15 cosentine, troppo frequentemente sopraffatte dall’esuberanza delle ragazze di coach Damiani. Con le reti di Esposito, Iavarone e Foresta, e la sola di Garritano si concludono il secondo ed il terzo parziale in favore delle campane. Tre a tre a sette minuti dal termine. Parità che si trascina fino a 2:49 dal termine.

Ci vogliono una conclusione ravvicinata di Presta ed un preciso lob di Rogondino a spegnere le velleità dell’Acquachiara e a consentire la vittoria alle rossoblù bruzie.

Quella vista oggi a Campagnano, nonostante il risultato positivo, non è stata bella gara. Ma già giovedì prossimo le giovani cosentine avranno la possibilità di dimostrare tutto il loro vero valore nel doppio incontro contro il Volturno, altro avversario difficile, sempre presso la piscina comunale di Cosenza, alle ore 14:00 con l’under 15, alle ore 17:00 con l’under 17.

 

Il tabellino. Tubisider Cosenza PN – Acquachiara Ati 2000 Napoli: 5-3.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Rizzuti, Presta 1, Caforio, Rogondino 1, Greco, Bonaparte, Diacovo, Sesti, Polillo, Nisticò, Garritano 3, Renda. All. Andrea Posterivo.

Acquachiara Ati 2000 Napoli: D’Antonio, Esposito 1, De Magistris A., Manzo, Mazzola, Toraldo, Esposito, DE Magistris C., Isernia, Iavarone 1, Foresta 1, Mosca, Nebbioso, Bottiglieri. Allenatore: Barbara Damiani.

Arbitro Sig. Maurizio Grandinetti

Parziali: (2-0; 1-2; 0-1; 2-0). Superiorità: Cosenza PN 0/1 + 2 rig + 1 rig. errato, Acquachiara 0/4 + 1rig + 1 rig. errato. Spettatori circa 50.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

24.05.2012 – Senza macchia….

Ancora imbattute le under 17. Si arrende anche il Posillipo

Un difficile intervento del portiere Nigro
Un difficile intervento del portiere Nigro

Continua il tour de force per le formazioni impegnate nei campionati giovanili. Oggi in scena presso la piscina comunale di Cosenza l’incontro tra la Tubisider Cosenza Pallanuoto ed il Circolo Nautico Posillipo di Napoli, gara valida come prima giornata di ritorno per il campionato Allieve. All’andata fu un tiratissimo 4 a 3 per le cosentine in terra campana. Per l’impegno odierno Posterivo conferma dieci tredicesimi della gara d’andata, con gli innesti di Sesti, Osnato e Caforio, assenti a Napoli. In campo, quindi, una formazione giovanissima, senza ’95, con tre sole ’96 ed una età media di 14 anni e nove mesi.

La partita. Parte forte la compagine calabrese e si porta sul tre a zero con due pregevoli conclusioni dal centro di Citino ed una bordata da posizione cinque di De Cuia. Ma il Posillipo non molla mai e con De Clemente prima (tiro a schizzo da posizione defilata) e Ioannu poi (complice una sfortunata deviazione), si porta sul 2 a 3 aggiudicandosi la seconda frazione. Sale così in cattedra il setterosa cosentino e trova il break con due millimetrici pallonetti di Garritano che sorprende il portierone napoletano Loredana Sparano, un penalty di Citino ed una controfuga di Garritano che batte ancora Sparano con un forte tiro a schizzo sulla sinistra del portiere. A risultato acquisito accorcia ancora Ioannu e la partita termina con il sesto successo su sei gare disputate per le ragazze del Presidente Manna. Di rilievo anche la prova del portiere cosentino Nigro, autore di pregevoli interventi soprattutto in fase di uno contro zero.

A termine gara abbracci per Giusy Citino che sabato vola in Cina con la nazionale under 19 per prendere parte alla Super Final di World League.

Poi il “rompete le righe” e ben tre giorni di meritato riposo. Lunedì, invece, si parte con l’under 15. Alle 18:00, presso la piscina comunale di Cosenza, scenderanno in acqua la Cosenza Pallanuoto e l’Acquachiara Ati 2000 di Napoli. Pur  dovendo fare a meno di Citino le giovanissime cosentine dovranno dimostrare che anche quest’anno saranno loro la formazione da battere per la conquista dell’accesso alle fasi successive.

 

Il tabellino. Tubisider Cosenza PN - C.N. Posillipo: 7-3.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 3, Presta, De Cuia 1, Rogondino, Santoro, Caforio, Diacovo, Sesti, Polillo, Osnato, Garritano 3, Nisticò. All. A. Posterivo.

C.N. Posillipo: Sparano, Ioannu 2, Romolo, Cristiano, Lipardi, Siano, Savino, De Clemente 1, Sgambati, Ciniglio, Santamaria, Vasilyeva, Carino. All. L. Stefanelli.

Arbitro Sig. Palmieri

Parziali: (3-0; 0-2; 3-0; 1-1). Superiorità: Cosenza PN 0/4, Posillipo 0/6. Spettatori circa 80.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

22.05.2012 – World League, Giusy vola in Cina

Meritata convocazione per la Super Final di Changshu

Dura lotta al centro per Giusy Citino, impegnata contro il Flegreo
Dura lotta al centro per Giusy Citino, impegnata contro il Flegreo

Continua l’esperienza “azzurra” della giovanissima centroboa cosentina. Il coach delle nazionali giovanili Paolo Zizza, di concerto con Fabio Conti, responsabile della nazionale maggiore, ha sciolto la riserva. Sarà la nazionale juniores (anni ’93 e segg.) a rappresentare l’Italia nella Super Final di Changshu della World League 2012, prevista dal 27 maggio al 3 giugno p.v.

I due tecnici hanno optato per questa soluzione probabilmente per molteplici motivi.

Innanzitutto l’esperienza: una competizione di tale livello rappresenta quanto di meglio si possa presentare a livello internazionale. Il confronto con altre scuole, con diverse culture sportive, con ragazze talvolta molto dissimili dalle atlete di casa nostra anche dal punto di vista della struttura fisica, non può non rappresentare un importantissimo momento di crescita per chiunque venga chiamato a vivere questa esperienza.

Ulteriore motivo potrebbe essere rappresentato dalla necessità di gratificare il gruppo protagonista della ottima prestazione nella tappa di qualificazione europea di World League disputata ad inizio mese in quel di Siracusa.

Anche la necessità di non dare riferimenti alle avversarie di Londra 2012, tra i possibili motivi che avrebbero consigliato la partecipazione alla Super Final con la rappresentativa juniores. Le atlete di coach Conti, infatti, si ritroveranno ad Ostia nello stesso periodo per affinare la preparazione in funzione dei giochi olimpici che si terranno in piena estate nella capitale inglese.

E così ecco pronte per l’esperienza cinese le ragazze di Zizza. Non tutte quelle di Siracusa, però: rimangono fuori Galardi e Tabani (impegnate nella corsa ai playoff per la serie A1 con la propria squadra di club), Ignaccolo, Boero, e Sparano (aggregata alla nazionale maggiore e che, sinceramente, speriamo tutti di vedere sotto i cinque cerchi olimpici). Si uniscono alle reduci siracusane Lavi (fresca vincitrice con il Vouliagmeni della coppa di Grecia), Palmieri, Pomeri, Carrega e Dario che nel fine settimana scorso hanno disputato la final four di campionato con i rispettivi club.

Con loro la nostra Citino, premiata per l’impegno profuso nella fase precedente (migliore realizzatrice per le azzurre insieme alla Pellegrino), e atleta con margini di crescita enormi, considerata la sua giovane età (classe ’97 in una formazione di quasi tutte ’93) e la posizione che occupa in campo (la maturazione di un centroboa, come quella di un portiere, richiede più tempo rispetto agli altri ruoli individuabili in una squadra di pallanuoto).

E allora, forza Giusy, noi ci saremo a seguirti attraverso il web, in attesa di positive notizie dall’estremo oriente. Certi che questa esperienza non potrà che giovarti dal punto di vista della crescita sportiva e umana, e che anche le tue compagne sapranno coglierne elementi di stimolo in vista dei numerosi ed importanti impegni che vi troverete ad affrontare nei prossimi mesi.

20.05.12 – Giochi quasi fatti...

Pari a Monterusciello. Playoff per la A2 veramente vicini

Federica Rizzo. Due reti al Flegreo
Federica Rizzo. Due reti al Flegreo

Probabilmente, un pareggio prima del fischio iniziale sarebbe stato un risultato sul quale apporre tranquillamente una firma. Sicuramente, ad acque ferme, il 6 a 6 di oggi in casa dello S.C. Flegreo risulta molto stretto per la formazione cosentina. Sia per quanto si è visto in campo, con le ragazze di Posterivo sempre a condurre e capaci di concedere ben poco alle esperte atlete napoletane (1 su 7 in superiorità è davvero poco per Morvillo e compagne); sia per quanto visto a bordo vasca, con il sig. Gomez (l’internazionale), protagonista di una gestione disomogenea delle sanzioni, con otto falli fischiati a carico delle cosentine e solo tre alle gialloverdi flegree.

La partita. Sentita. Le due formazioni, come nella gara d’andata, commettono un gran numero di errori in fase realizzativa, anche per merito di difese molto accorte; a zona il Flegreo, stretta su Citino, pressing alto sui tiratori per la Cosenza Pallanuoto. I primi due tempi vedono in acqua una sola squadra, quella ospite, che chiude al cambio campo con ben tre reti di vantaggio. A questo punto il Flegreo passa ad uomo ed inizia una rimonta che trova concretizzazione a meno di mezzo giro di lancette dal termine. Sei pari in una gara che avrebbe potuto e dovuto avere un diverso esito, ma che comunque proietta le cosentine alla fase successiva, sempre che si vinca fra due domeniche in casa contro l’Azzurra 99 di Napoli, già sconfitta in trasferta. Rimangono due considerazioni da fare in merito alla gara odierna. La positiva gestione delle superiorità numeriche, con due realizzazioni su tre tentativi (66% contro il 14% delle avversarie). E la capacità di portare in rete un gran numero di giocatrici: anche quando manca l’apporto realizzativo del bomber Citino o della Nicolai (due tra le migliori realizzatrici della squadra e dell’intero girone 6), sono comunque ben cinque atlete ad iscrivere il nome a tabellino, il tutto a dimostrazione della varietà di gioco che la squadra calabrese è in grado di offrire, e della qualità delle atlete stesse. In rete oggi De Mari, Zaffina, Gallo e Garritano, tutte con una marcatura a testa. Due, invece, per la mancina Rizzo. Per le avversarie tre reti della solita Morvillo ed una a testa per Loffredo, Ferraro ed Anastasio. Da evidenziare, infine, anche la prova molto positiva del portiere rossoblù Nigro, sempre più padrone del suo ruolo, nonostante la giovanissima età.

 

Il tabellino. S.C. Flegreo Napoli - Tubisider Cosenza Pallanuoto: 6-6

S.C. Flegreo Napoli: Noro, Esposito, Mele, Ferraro 1, Doriano, Loffredo 1, Maddaluno, Morvillo 3, Anastasio 1, Alfieri, Di Fraia, De Rosa, Izzo. Allenatore: Antonella Di Giacinto.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino, Gallo 1, De Mari 1, Rogondino, Manna, Rizzo 2, Nicolai, Sesti, Zaffina 1, Di Vico, Garritano 1, De Cuia. Allenatore: Andrea Posterivo.

Arbitro: Signor Gomez di Napoli.

Parziali: (1-2; 1-3; 2-1; 2-0). Superiorità: S.C. Flegreo Na 1/7 + 1 rig. errato, Tubisider Cosenza PN 2/3. Spettatori: circa 200.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

19.05.2012 – A mani basse…

Le under 17 a valanga sull’Arechi

Claudia Presta, oggi migliore realizzatrice
Claudia Presta, oggi migliore realizzatrice

Sabato tranquillo per le “Allieve” cosentine impegnate in trasferta contro le pari età dell’Arechi di Salerno. La differenza tra le due formazioni è abissale e si intuisce sin dalle prime azioni. Così, minuto dopo minuto, il passivo per la formazione di casa assume dimensioni notevoli. Posterivo concede ampio spazio a tutta la rosa e porta in gol ben nove atlete.

La partita. Senza storia. Un allenamento, nel quale il tecnico cosentino concede tanti minuti ad atlete poco utilizzate in altre circostanze. E la fiducia concessa è prontamente ripagata con una buona prestazione corale nella quale spiccano le cinque realizzazioni di Claudia Presta.

Prossimo impegno per la formazione allieve, giovedì 25/05/2012 alle 17:00 contro il Posillipo nella Piscina comunale di Cosenza in località Campagnano. Sarà sicuramente un incontro diverso. Le posillipine scenderanno in acqua con l’intento di vendicare la sconfitta subita in casa nella partita d’andata. Allora fu un 4 a 3 per la Cosenza Pallanuoto che solo nel finale di gara riuscì ad avere la meglio sulla coriacea compagine guidata da Laura Stefanelli. Le rossoblù bruzie, da parte loro, vorranno dimostrare che tale vittoria non fu opera del caso, e che l’attuale primato in classifica (5 vittorie su 5 gare disputate, quattro delle quali in trasferta) non è affatto immeritato.

 

Il tabellino. R.N. Arechi - Tubisider Cosenza PN: 4-20.

R.N. Arechi Salerno: Iannicelli - Giordano - Civale - D'Amato 2, Giordano G. 2, D'Agostino, D'Agostino, Tiacci, Crispino.

Tubisider Cosenza: Nigro, Citino 3, Presta 5, Di Cuia, Rogondino 2, Santoro 1, Caforio, Diacovo 1, Sesti 1, Polillo 1, Osnato 2, Garritano 4, Renda. All. Sig. A. Posterivo

Arbitro Sig. Annunziata

Parziali: (0-5; 0-5; 3-4; 1-6).

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

13.05.12 – La “Nona” di Posterivo

Sconfitto il Potenza, ora la serie B entra nel vivo

Garritano realizza dal dischetto
Garritano realizza dal dischetto

Archiviata senza tanti patemi la gara interna contro il Viviani Potenza. Nona vittoria consecutiva per il sette cosentino e primato solitario in classifica. In una giornata dal sapore estivo le ragazze del Presidente Manna superano agevolmente la formazione lucana.

La partita. Scontata. Contro il fanalino di coda, Posterivo opera un fisiologico turnover lasciando a riposo Nigro e Rogondino , e non potendo disporre di Citino, impegnata in World League. Dentro, quindi, Spagnolo tra i pali dal primo minuto, Presta e Santoro.

Il Viviani prova a resistere a Di Vico & c., ma nulla può contro una compagine di altra caratura. E’ questa l’occasione per Posterivo per mettere a punto tutti gli ingranaggi di un meccanismo complesso quale è una squadra di pallanuoto e creare le giuste motivazioni in qualsiasi circostanza, anche contro avversari tecnicamente e fisicamente inferiori. Un discreto allenamento, ma niente più. Dal punto di vista tecnico la gara non offre spunti degni di nota, se non le sei marcature di Garritano e le tre a testa di De Mari e Zaffina.

Ora però si fa sul serio. Già domenica prossima, il match contro lo S.C. Flegreo di Napoli (Piscina di Monterusciello, a Napoli, ore 14:00) potrebbe dare un primo responso circa l’esito della prima fase di questo campionato nazionale di serie B femminile. La vittoria o anche il solo pareggio potrebbero rappresentare il conseguimento di uno dei due posti disponibili per l’accesso alla poule per la promozione al campionato nazionale di serie A2.

Spettatrice interessata l’altra formazione napoletana, l’Acquachiara Ati 2000, contro la quale le ragazze cosentine concluderanno la regular season il 10 giugno alle ore 13:30 sempre in trasferta. Nel frattempo gara casalinga il 3 giugno contro l’Azzurra di Napoli e turno di riposo il 27 maggio.

 

Il Tabellino. Cosenza PN - Viviani Potenza: 19-0

Cosenza Pallanuoto: Spagnolo, Presta, Gallo 2, De Mari 3, Santoro, Manna, Rizzo, Nicolai 2, Sesti 2, Zaffina 3, Di Vico 1, Garritano 6, De Cuia. All.: sig. A. Posterivo.

Viviani Potenza: Cortese, Crichigno, De Luca, Zaccagnino, Lacava, Gifuni, Buono, Tricarico, Fedeli, Summa, Di Palma, Figliolo, Bovio. All.: sig. F. Nigro.

Arbitro: sig. Serrago di Cosenza.

Parziali (2-0 - 4-0 - 8-0 - 5-0). Superiorità: Tubisider Cosenza PN 3/6 + 1 rig. + 1 rig. errato, R.N. Arechi Potenza 0/3. Spettatori 50 circa.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

13.05.2012 – Orgoglio Rossoblù

World League da incorniciare per Giusy Citino

Le azzurre a Siracusa (foto da sito Ortigia)
Le azzurre a Siracusa (foto da sito Ortigia)

La tappa europea di World League appena conclusa in quel di Siracusa sicuramente rimarrà a lungo impressa nella memoria della giovanissima atleta della Cosenza Pallanuoto. Non capita tutti i giorni di vestire la divisa della nazionale, non capita quasi mai di farlo a quindici anni ancora non compiuti, soprattutto se le tue compagne sfiorano (se non superano) la maggiore età. Nazionale under 19, quando l‘anagrafe le consente di giocare ancora nell’under 15; campionato nel quale, la scorsa stagione, ha conseguito, con le proprie compagne di club, il titolo di campione d’Italia.

E così Giusy, già alla corte di coach Zizza dall’anno scorso, nella selezione nazionale under 17, ha scalato un ulteriore gradino nel suo processo di crescita sportiva. Con le compagne “azzurre”, in World League ha centrato l’importante obiettivo della qualificazione alla Super Final di Changshu, dove però, molto probabilmente l’Italia parteciperà con la nazionale maggiore.

Notevole è stato l’apporto del centroboa cosentino che, nelle sei gare disputate contro Spagna, Germania ed Ungheria, ha messo in mostra doti non comuni per una ragazza della sua età: resistenza fisica, capacità tecniche ed agonismo, che lo stesso Zizza ha mostrato di apprezzare molto, concedendo sempre più spazio all’atleta della Cosenza Pallanuoto. Fiducia ripagata a suon di gol, di falli subiti nel duro gioco al centro e di sacrificio per la causa. Ulteriore nota di merito: con otto reti, al pari della Pellegrino, Giusy è stata la migliore realizzatrice per i colori azzurri, unica però ad andare in gol in cinque gare su sei disputate.

Ora, al rientro dalla positiva parentesi internazionale, c’è da concentrarsi sui campionati, con tanti obiettivi importanti da centrare quest’anno. In primis l’accesso ai playoff per la serie A2 con la formazione maggiore, poi il conseguimento delle semifinali nazionali nelle categorie Under 19, Under 17 ed Under 15.

Tutti questi appuntamenti saranno concentrati nei prossimi trenta giorni, nei quali avremo sicuramente ancora tanti buoni motivi per parlare di Giusy e di tutte le sue “terribili” compagne.

08.05.2012 – Prova di forza!

Espugnata Santa Maria Capua Vetere. Le under 17 volano….

Cinque reti al Volturno per Benedetta Garritano
Cinque reti al Volturno per Benedetta Garritano

Terza gara in tre giorni in terra campana. Quest’oggi ospiti del Volturno di coach Daria Starace. Giornata infrasettimanale e scolastica. Merito dell’estroso Comitato regionale campano, capace di concentrare tutte le gare dei campionati giovanili in un arco temporale di circa 45 giorni. Nello stesso periodo si gioca anche la Serie B femminile (che coinvolge quasi tutte le squadre impegnate nei tornei under), e che nel mese di maggio entra nella fase cruciale che porterà poi ai playoff per la serie A2 che, come da tradizione dovrebbero disputarsi intorno alla metà di giugno.

La partita. La partita non l’abbiamo vista, e pertanto non la commentiamo. Utilizzeremo lo spazio disponibile per dire due parole su queste fantastiche ragazze. Sono ormai due settimane che scorazzano su e giù per il Sud Italia per tener fede ad un impegno preso e dar merito ad una società che tanto ha creduto e tanto investe su di loro. E con loro il tecnico, Andrea Posterivo, un altro "malato" di sport, ed il dirigente Salvatore De Mari, impagabile, insostituibile, inesauribile. Chilometri su chilometri, partite su partite, talvolta due in un giorno in due città diverse, con il tempo di un panino tra una e l’altra. Con i libri nel pulmino ed un orecchio al telefonino a richiedere i compiti per l’indomani. Per che cosa? Per giocare. A Pallanuoto. Uno sport vero, che quasi mai è in grado di garantire un futuro, che non crea fenomeni alla “Messi” o “Kobe Bryant” o “Nadal”. Che esalta, al contrario, la capacità di soffrire, di sacrificarsi, di far uno da tanti, di condividere emozioni. Se non è questa passione……

Per la cronaca rileviamo la quarta vittoria consecutiva (15 a 9) delle under 17 del Presidente Manna, la terza fuori casa, e le cinque marcature di Benedetta Garritano.

 

Il tabellino. S.C. Volturno - Tubisider Cosenza PN: 9-15.

S.C.Volturno: Negro, Bergamo 1, Graziano, Di Monaco 4, Sgrò 1, Palmiero 2, Zito, Simonetti, Zito Chiara, Feniano, Bergamo Sara 1, Abbate. All. Daria Starace.

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 2, Presta, De Cuia 2, Rogondino 3, Santoro 1, Bonaparte, Diacovo, Sesti 1, Polillo, Osnato 1, Garritano 5, Greco. All. Andrea Posterivo.

Arbitro Sig. Tempesti

Parziali: (3-5; 4-4; 0-3; 2-3).

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"

06.05.2012 – Si arrende anche lo S.C. Flegreo

Le under 17 fanno bottino pieno a Monterusciello.

Veronica De Cuia, migliore realizzatrice a Napoli
Veronica De Cuia, migliore realizzatrice a Napoli

Per affrontare al meglio la gara contro la Tubisider Cosenza Pn il coach dello S.C. Flegreo, Fabrizio Rossi, per l’impegno mattutino della formazione maggiore, in quel di Potenza contro il Viviani, lascia a casa tutte le under 17, risparmiando a Morvillo & C. un viaggio stressante per una gara dai contenuti minimi.

E’ importante per la compagine flegrea ottenere un successo contro la sorpresa del campionato U. 17 per mantenere alte le possibilità di accesso alla successiva fase, la semifinale nazionale di categoria.

Dall’altra parte Posterivo, in mattinata, impegna gran parte delle under nella battaglia di Salerno, tenendo a riposo De Cuia e Osnato. Ma le atlete cosentine sono “toste” e riescono a contenere efficacemente la veemenza flegrea, riuscendo ad operare l’allungo definitivo nell’ultimo quarto, quando, proprio per quanto detto sopra, sarebbe stato più logico attendersi il break napoletano.

La partita. Sentita, soprattutto da parte delle padrone di casa, sicuramente dotate di una maggiore esperienza negli elementi di punta. Corretta, come poche, con le squadre che mettono in campo passione, sudore ed entusiasmo. Emozionante, con il risultato in bilico fino all’inizio del quarto parziale e con le squadre che si alternano al comando senza risparmiarsi.

E’ la gara dei collettivi: alla fine saranno ben dodici le atlete ad iscrivere il proprio nome a referto, cinque da parte campana e ben sette per la compagine calabrese. Coach Rossi ha studiato bene la formazione rivale e riesce ad imbrigliare il forte centroboa Citino, limitandone notevolmente il potenziale offensivo (solo una rete per lei), approfittando anche di un certo affaticamento dopo gli straordinari della mattina in quel di Salerno. Ma Posterivo non è da meno e predispone le opportune contromisure, mandando in rete praticamente quasi tutte le altre atlete utilizzate. E così De Cuia con quattro marcature, Rogondino, Sesti, Osnato e Garritano con due a testa e Presta con una, mandano al tappeto un generosissimo Flegreo, al quale non bastano le prodezze di Loffredo, Morvillo e Ardito. Un perentorio 14 a 11 per le cosentine che vale il primato solitario in classifica.

Prossimo impegno per la formazione allieve, martedì 08/05/2012 alle 14:30 contro il Volturno in quel di Santa Maria Capua Vetere.

 

Il tabellino. S.C. Flegreo - Tubisider Cosenza PN: 11-14.

S.C. Flegreo: Ronga, Bovio, Tempaccia, De Frutos 1, Altieri, Loffredo 3, Ardito 3, Morvillo 2, Cornelio 2, Salemme, Campese, Perego, Zinzio. All. F. Rossi

Tubisider Cosenza Pallanuoto: Nigro, Citino 1, Presta 1, De Cuia 4, Rogondino 2, Santoro, Caforio, Diacovo, Sesti 2, Polillo, Osnato 2, Garritano 2, Greco. All. A. Posterivo.

Arbitro Sig. Guarracino

Parziali: (2-3; 4-2; 2-3; 3-6). Superiorità: Flegreo 0/3, Cosenza PN 3/7 + 1 rig. Spettatori circa 50.

06.05.2012 – A piccoli passi……

In serie B gara dura contro l'Arechi ma successo meritato. Citino ancora protagonista.

Giusy Citino  top scorer a Salerno
Giusy Citino top scorer a Salerno

Quella di Salerno probabilmente non sarà stata la migliore delle prestazioni che le ragazze del Presidente Manna hanno sfoderato nella stagione corrente. L’Arechi, nella propria vasca, è formazione non facile da metter sotto, trovando maggiori motivazioni contro le formazioni sulla carta più accreditate. E così bisogna sudare più del previsto per portare a casa la posta completa.

 

La partita. Non è una bella gara. Il gioco fisico delle campane condiziona lo spettacolo e limita le capacità realizzative delle bocche da fuoco della formazione cosentina. L’Arechi bada più a non prenderle che a offendere. Tiene a lungo palla e cerca soluzioni improbabili sempre al limite dei trenta secondi. Contro la squadra di coach Vaiola si paga un deficit in termini di peso ma si sopperisce con una tecnica superiore ed una condizione fisica migliore. E’ proprio sul finale, infatti, che la capolista opera il break definitivo e stacca le rarinantine salernitane, dopo due parziali di assoluto equilibrio (il secondo ed il terzo), ed una prima frazione chiusa dalle atlete di Posterivo con un doppio vantaggio che aveva lasciato presagire un epilogo meno problematico. Ancora una volta Citino protagonista con quattro reti di ottima fattura, ma determinante anche l’apporto realizzativo di De Mari e Zaffina.

Ora le ragazze cosentine sono attese dalla gara interna contro il Viviani di Potenza, domenica 13 Maggio 2012 alle ore 12:00 c/o la piscina olimpionica di Campagnano; sicuramente Posterivo sfrutterà l’occasione per preparare al meglio il finale di stagione che vedrà la Cosenza Pallanuoto impegnata, per ben due volte a Napoli, contro il Flegreo e l’Acquachiara, a contendere alle due formazioni partenopee l’accesso alla successiva fase di playoff per la serie A2.

 

Il tabellino. R.N. Arechi – Tubisider Cosenza PN: 3-7

 R.N. Arechi: Siano, Sorrentino, Del Mese, Raviele, Vaiola 2, Giordano, D’Agostino F., D’Agostino F., Russo, De Benigno, Manzo 1, D’amato, Ferraiolo. All. Sig. Paola Vaiola.

Tubisider Cosenza PN: Nigro, Citino 4, Gallo, De Mari 2, Rogondino, Manna, Rizzo, Nicolai, Sesti, Zaffina 1, Di Vico, Garritano, Spagnolo. All. Sig. Andrea Posterivo.

Arbitro: Sig. Giacopello V.

Parziali: (0-2; 1-1; 1-1; 1-3). Superiorità: Arechi  2/9, Tubisider Cosenza PN 1/5 + 1 rig.

Risultati & Classifiche nella sezione "Campionati"